Primo pomeriggio di gare a Netanya per i Mondiali Giovanili, ultimo scorcio della stagione appena conclusa (o primo appuntamento della nuova).

In acqua, molti dei migliori prospetti mondiali under 18: vediamo com’è andata nel nostro consueto recap.

400 stile libero maschi

Si parte subito forte con una vittoria tra le più attese, quella del bulgaro Petar Mitsin, che con il tempo di 3.46.49 batte il nostro Alessandro Ragaini di soli 17 centesimi. Dopo una gara ad inseguire, Ragaini piazza un ultimo 50 da 28.16 e rischia di beffare il favorito proprio al tocco finale. Bene anche Filippo Bertoni, bronzo in 3.48.73.

Podio: Mitsin (BUL), Ragaini (ITA), Bertoni (ITA)


50 rana femmine semifinali

Tutto apparentemente semplice per Eneli Jefimova, che con 30.48 mette le mani davanti per conquistare la corsia4 della finale di domani. La lotta per le medaglie è invece meno scontata e potrebbe inserirsi anche la nostra Irene Mati, sesta con 31.48, a soli 4 decimi dalla terza posizione. Decima piazza per Chiara Dalla Corte in 31.61.

Finale: Jefimova (EST), Wieruszowski (NZL), Lepage (CAN), Enge (USA), Ruiz (ESP), Mati (ITA), Kato 8JPN), Metsakonkola (FIN)

100 dorso maschi semifinali

Il primo tempo è del ceco Miroslav Knedla, 53.28, mentre rimangono nascosti i favoriti della viglia, l’ucraino Zheltiakov (54.16) e lo statunitense Diehl (54.27). Passano il turno e vanno in finale entrambi gli italiani: Christian Bacico, quarto in 54.27 come Diehl, e Daniele Del Signore, ottavo in 55.17. 

Finale: Knedla (CZE), Saravia (ARG), Zheltiakov (UKR), Diehl (USA), Bacico (ITA), Robb (AUS), Norman (CAN), Del Signore (ITA)


400 misti femmine

Nessuna sorpresa nemmeno nella seconda finale odierna, vinta dalla favoritissima americana Leah Hayes in 4.36.84, record dei Campionati. A nulla è servito il rientro nel finale di Ella Jansen, canadese che si ferma all’argento in 4.37.35, mentre il bronzo è della sua connazionale Brosseau in 4.38.45.

Podio: Hayes (USA), Jansen (CAN), Brosseau (CAN)

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

100 rana maschi semifinali

Watson Nguyen stacca il primo crono in 1.01.34, seguito a ruota dal connazionale americano Chen in 1.01.49, e dall’Australiano Burnes, 1.01.59; in finale ci va anche il nostro Christian Mantegazza, ottavo in 1.02.25.

Finale: Nguyễn (USA), Chen (USA), Burnes (AUS), Kozhakhmetov (KAZ), Okadome (JPN), Ruiz (PUR), Trauter (RSA), Mantegazza (ITA)


100 dorso femmine semifinali

Subito davanti e sotto il minuto le due americane, Teagan O’Dell (59.83) e Erika Pelaez (59.94), mentre sono appena sopra i 60 secondi le australiane Barclay e Anderson. Un altro ottavo posto e finale centrata per l’Italia, con Giada Gorlier che tocca in 1.01.69.

Finale: O’Dell (USA), Pelaez (USA), Barclay (AUS), Anderson (AUS), Lloyd (CAN), Drakopoulos (RSA), Sasaki (JPN), Gorlier (ITA)

4×100 stile libero maschi

Il primo vero botto del Mondiale arriva dalla staffetta stile maschi, che vede gli Stati Uniti dominare e vincere con il world record junior in 3.15.49. Impressionante la frazione interna di Maximus Williamson, 47.78, decisamente meglio dell’atteso australiano Flynn Southam, 48.47. Argento all’Australia e bronzo al Canada, l’Italia è quarta per soli 15 centesimi, con il tempo totale di 3.17.49. Frazioni: Chiaversoli 50.00, Passafaro 49.09, Messina 49.34, Ballarati 49.06. 

Podio: USA, AUS, CAN


4×200 stile libero femmine 

Terzo oro su quattro per gli USA, che si prendono anche la 4×200 donne battendo di nuovo l’Australia e sta volta per soli 20 centesimi. Bellissima la sfida tra le due nazionali, con le nordamericane che mettono in ultima frazione Madi Mintenko (1.57.45) mentre l’australiana Jamie Perkins piazza un bel 1.57.85 in prima frazione. Bronzo di nuovo al Canada per soli 61 centesimi e quarto posto (di nuovo) per l’Italia, stavolta staccata ben 11 secondi dalla vetta. Frazioni: Vetrano 2.00.27, Biagiotti 1.58.97, Giannelli 2.01.01, Zambelli 2.03.24. 

Podio: USA, AUS, CAN

Foto: World Aquatics