Superata la metà di questi Campionati Mondiali 2023, ci apprestiamo a vivere una giornata un pò scarica per gli azzurri in vasca.

Vediamo com’è andata a Fukuoka nelle batterie del day5.

100 stile libero donne

Si parte con la gara regina al femminile, nella quale tornano in acqua parte delle protagoniste dei 200 di ieri. Siobhan Hughey è la migliore in 53.15, seguita da Abbey Weitzel ed Emma McKeon. Tredicesima e qualificata per le semifinali Sofia Morini con 54.50, si qualifica anche Rikako Ikee con 54.64. Per l’ultimo posto nuotano lo spareggio la cipriota Kalia Antoniou l’islandese Snaefriour Jorunnardottir, con quest’ultima che passa (54.87).

Semifinali: Haughey (HKG), Weitzel (USA), McKeon (AUS), Wattel (FRA), Coleman (SWE), Steenbergen (NED), O’Callaghan (AUS), Cheng (CHN), Balduccini (BRA), Gastaldello (FRA), Douglass (USA), Yang (CHN), Morini (ITA), Canny (RSA), Bro (DEN), Ikee (JPN), Jorunnardottir (ISL).

 


200 dorso uomini 

Batterie di studio nei 200 dorso maschi, guidate dall’australiano Woodward (1.57.14), seguito dallo svizzero Mityukov, dall’ungherese Kos e da Ryan Murphy. Fuori dalle semifinali per 11 centesimi Matteo Restivo, che si ferma a 1.58.57, battuto dal giapponese Takehara. Male Lorenzo Mora, 23° in 1.59.99, vittima di un virus intestinale nei giorni precedenti i Mondiali.

Semifinali: Woodward (AUS), Mityukov (SUI), Kos (HUN), Murphy (USA), Diskos (GRE), Morgan (GBR), McNeill (CAN), Lasco (USA), Williams (GBR), Gonzalez (ESP), Lee (KOR), Thomas (FRA), Yanagawa (JPN), Kovacs (HUN), Herlem (FRA), Takehara (JPN)

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

200 rana donne

Tes Schouten è davanti a tutte nelle batterie dei 200 rana donne con il tempo di 2.22.43, seguita da Tatjana Schoenmaker, Thes Blomsterberg e Lilly King. Passa il turno Martina Carraro, tredicesima con 2.26.10, mentre Lisa Angiolini rinuncia alla gara per un fastidio alla spalla. Ultimo crono utile il 2.26.59 dell’irlandese McSharry.

Semifinali: Schouten (NED), Schoenmaker (RSA), Blomsterberg (DEN), King (USA), Teterevkova (LTU), Harkin (AUS), Silva (BRA), Imai (JPN), Douglass (USA), Wog (CAN), Ye (CHN), Hansson (SWE), Carraro (ITA), Ceballos (ARG), Mamie (SUI), McSharry (IRL).


200 rana uomini

Fase di studio anche tra i maschi, con il solo olimpionico Zac Stubblety-Cook a scendere sotto i 2.09 (2.08.98) e tutti gli altri ad inseguire. Qualificati tutti i favoriti, l’ultimo crono ultime è 2.11.71 dell’ucraino Ovchinikov. 

Semifinali: Stubblety-Cook (AUS), Corbeau (AUS), Fallon (USA), Savickas (LTU), Qin (CHN), MAtheny (USA), Dong (CHN), Watanabe (JPN), McKee (ISL), Kamminga (NED), Persson (SWE), Marc (FRA), Epitropov (BUL), Mattsson (FIN), Sato (JPN), Ovchinikov (UKR).

4×200 stile libero donne 

Nelle batterie comandano gli Stati Uniti in 7.46.36, un secondo e mezzo meglio dell’Australia. In finale entreranno le big ed i valori in vasca dovrebbero ribaltarsi. 

Italia che disputa le batterie in prospettiva qualificazione olimpica con Sofia Morini (al primato personale di 1’59″36), Costanza Cocconcelli (2’00″70), Sara Franceschi (1’59″30) ed Emma Virginia Menicucci (2’00”77) per un totale di 8’00″13 che vale il 12° posto. 

Finale: Stati Uniti, Australia, Gran Bretagna, Cina, Olanda, Canada, Ungheria, Brasile

Foto: Fabio Cetti | Corsia4