I Mondiali di Fukuoka 2023 stanno volgendo al termine ma ci sono ancora diverse possibilità per l’Italia in questa sesta giornata di gare al Marine Messe.

Vediamo com’è andata nel nostro recap.

100 farfalla uomini

È Matt Temple a fare il miglior tempo della mattinata, in una belle sfida in batteria con Nyls Korsyanje ce li vede a solo 2 centesimi di distanza (50.76 vs 50.78). Segue il canadese Liendo che scende a sua volta sotto i 51 (50.98) mentre Grousset si ferma a 51.00 a parimerito con Noè Ponti. Lo spareggio per il sedicesimo posto viene vinto dall’inglese Peters, mentre sono eliminati entrambi gli azzurri, Federico Burdisso (20° con 51.98) e Piero Codia (21° con 52.01).

Semifinali: Temple (AUS), Korstanje (NED), Liendo (CAN), Grousset (FRA), Ponti (SWI), Rose (USA), Kharun (CAN), Miladinov (BUL), Mota (BRA), Matsumoto (JPN), Guy (GBR), Matos Ribeiro POR), Cohen (ISR), Mussin (KAZ), Frankel (ISR), Peters (GBR)


200 dorso donne

Passano il turno agilmente tutte le migliori, guidate da Regan Smith in 2.07.24, unica sotto i 2.08. Un pò lenta ma qualificata Margherita Panziera, 11ª in 2.10.90, il turno si passava con il 2.11.94 dell’ungherese Burian.

Semifinale: Smith (USA), Peng (CHN), Bernat (POL), Shanahan (GBR), McKeown (AUS), Masse (CAN), White (USA), Zamorano (ESP), Szabo (HUN), Forrester (AUS), Panziera (ITA), Georgieva (BUL), Shirai (JPN), Lee (KOR), Rebelo (POR), Burian (HUN)

Road to Parigi | il Recap dei Trials USA

L’Australia chiama e gli USA rispondono! Tempo di Trials, I TRIALS per eccellenza quelli made in United State of America. Spettacolari come sempre, come solo gli statunitensi sanno fare, nei nove giorni di gare di Indianapolis ne abbiamo viste di ogni, sorprese,...

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

50 stile libero uomini

Parte subito fortissimo Cameron McEvoy, che torna a livelli altissimi con un 21.35 che mette già paura. Lo seguono Szabo in 21.67, Manaudou in 21.72, Alexy in 21.73. Leonardo Deplano è 14° in 21.99 mentre Lorenzo Zazzeri non passa il turno, 30° in 22.28. Per qualificarsi ci voleva 22.10 ma lo fanno in due: lo spareggio tutto caraibico viene vinto da Mikel Schreuders di Aruba (che ripete il 22.10) contro Dylan Carter di Trinidad e Tobago

Semifinale: McEvoy (AUS), Szabo (HUN), Manaudou (FRA), Alexy (USA), Cooper (AUS), Cheruti (ISR), Crooks (CAY), Proud (GBR), Held (USA), Gkolomeev (GRE), Bukhov (UKR), Lia (NOR), Liendo (CAN), Deplano (ITA), Simons (NED), Matos Ribeiro (POR), Schreuders (ARU)


50 farfalla donne

Chi se non lei? Sarah Sjöström è davanti nelle batterie dei 50 farfalla con 25.04, seguita da Zhang Yufei (25.33) e dalla ritrovata Rikako Ikee, ottimo terzo tempo in 25.50. per passare il turno ci voleva il 25.33 di Kim Busch, nessuna italiana in acqua.

Semifinali: Sjoestroem (SWE), Zhang (CHN), Ikee (JPN), Henique (FRA), Osman (EGY), Walsh (USA), Klancar (SLO), Soma (JPN), Huske (USA), Kohler (GER), Junevik (SWE), Ntountounaki (GRE), de Waard (NED), Yu (CHN), Busch (NED), Savard (CAN)

4×200 stile libero uomini

Australia subito davanti a tutti seguita da USA e Italia, che totalizza 7.06.12: De Tullio 1.47.77, Ciampi 1.46.21, Megli 1.45.62, Di Cola 1.45.84.

Finale: Australia, USA, Italia, Gran Bretagna, Francia, Corea, Germania, Brasile


800 stile libero donne 

Katie Ledecky sbriga la pratica batterie con il tempo di 8.15.60, 5 secondi meglio di tutte le altre guidate dalla cinese Li Bingjie. Simona Quadarella è sesta in 8.21.38., ottava Jillian Cox in 8.22.20.

Finale: Ledecky (USA), Li (CHN), Fairweather (NZL), Titmus (AUS), Pallister (AUS), Quadarella (ITA), Gose (GER, Cox (USA)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4