Siamo al penultimo giorno dei Campionati Europei e nella vasca di Otopeni vanno in scena le ultime possibilità di guadagnarsi la semifinale. Pronti per il nostro recap?

50 rana maschi

L’acqua diventa subito bianca nelle batterie dei 50 rana uomini, dove per una volta sono gli italiani a doversi giocare i due posti validi per la semifinale. Il migliore di tutti è Nicolò Martinenghi, che vola già a 26.04 mettendosi in testa alla classifica provvisoria davanti al detentore del world record Emre Sakci. Quarta piazza per Simone Cerasuolo, 26.43, mentre esce di scena con l’ottavo crono Federico Poggio, 26.77. 

SEMI; Martinenghi (ITA), Sakci (TUR), Corbeau (NED), Cerasuolo (ITA), De Groot (NED), Goodburn (GBR), Reitshammet (AUT), Ruohoniemi (FIN), Zivanovic (SRB), Lia Nas (NOR), Lindholm FIN), Sidlauskas (NOR), Einarsson (ISL), Haarsaker (NOR), Butler (GBR), Ogretir (GBR)


200 stile libero femmine

Nei 200 stile donne si ritorna subito al copione standard, con le tre inglesi che si devono dar battaglia per guadagnare i due posti in semifinale. A passare sono le due Freya, Anderson con il miglior crono (1.53.72), Colbert con il terzo, 1.54.89. Tra di loro la ceca Barbora Seemanova (1.54.57) mentre è fuori con il quarto tempo Lucy Hope. Le italiane sono entrambe qualificate: Giulia D‘Innocenzo fa il sesto crono con 1.55.70 (p.b.), mentre Sofia Morini è decima in 1.56.33.

SEMI: Anderson (GBR), Seemanova (CZE), Colbert (GBR), Padar (HUN), D’Innocenzo (ITA), Dumont (BEL), Segel (SLO), Schulze (GER), Morini (ITA), Werner (GER), Tessariol (FRA), Patterson (IRL), Fain (SLO), Jorunnardottir (ISL), Martins (POR), Bro (DEN)

200 dorso maschi

Britannici in testa anche nei 200 dorso maschi, con Luke Greenbank che sembra una spanna sopra tutti sia per crono (1.49.79), che per nuotata. Secondo è il suo connazionale Brooker, terzo il tedesco Braunschweig. Passaggio del turno tranquillo per Lorenzo Mora, che nuota il dodicesimo tempo in 1.54.01. 

SEMI: Greenbank (GBR), Brooker (GBR), Braunschweig (GER), Siskos (GRE), Tomac (FRA), Törnqvist (SWE), Ndoye:brouard (FRA), Lopes (POR), Levterov (BUL), Mora (ITA), Shortt (IRL), Grigaitis (LTU), Lie (NOR), Zheltiakov (UKR), Jaszo (HUN), Popescu (ROM)


50 rana femmine

Si ritorna alla rana e ritorna anche la sfida interna tra italiane per il passaggio al turno pomeridiano. Benedetta Pilato mette subito le cose in chiaro e nuota un poderoso 29.21, meglio anche della vincitrice dei 100 Efeli Jefimova (29.46) e dell’inglese Imogen Clark (29.50). Quarto tempo per l’esordiente Jasmine Nocentini, che nuota la prima gara individuale del suo Europeo e si qualifica per la semifinale con un bel 29.63. Fuori dai giochi quindi Anita Bottazzo (30.15) e Martina Carraro (30.28). 

SEMI: Pilato (ITA), Jefimova (EST), Clark (GBR), Nocentini (ITA), Kvirinta (FIN), Slingstadli (NOR), Thormalm (SWE), Podmanikov (SVK), Vovk (SLO), Hanlon (GBR), Petkova (BUL), Romanjuk (EST), Klint (SWE), Tabor (DEN), Drasidou (GRE), Metsakonkola (FIN)


100 stile libero maschi

Alessandro Miressi conferma il suo momento di ottima condizione fisica e nuota un già molto interessante 46.49, mettendosi in testa alla classifica provvisoria davanti al padrone di casa, l’attesissimo David Popovici (46.70). Per il secondo slot italiano in semifinale, Leonardo Deplano (47.09) ha la meglio su Lorenzo Zazzeri (47.54). 

SEMI: Miressi (ITA), Popovici (ROU), Whittle (GBR), Richards (GBR), Nemeth (HUN), Ryan (IRL), Grousset (FRA), Deplano (ITA), Ribeiro (POR), Dinu (ROU), Acin (SRB), Dusa (SVK), Niewold (NED), Persson (SWE), Nascimento (POR), McCusker (IRL)

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

100 misti maschi

Si passa alla gara della vasca corta per eccellenza, dove il greco Andreas Vazaios nuota la miglior prestazione delle batterie in 52.19, davanti al nostro Giovanni Izzo (52.44) e all’austriaco Heiko Gigler. Passaggio del turno semplice per Thomas Ceccon, nono tempo in 53.38; dal pomeriggio le cose si faranno più interessanti. 

SEMI: Vazaios (GRE), Izzo (ITA), Gigler (AUT), Brannkarr (FIN), Ponti (SUI), Knedla (CZE), Klenz (GER), Ceccon (ITA), Litchfield (GBR), Naumenko (UKR), Ahtianen (EST), Nicusan (ROU), Gergely (ROU), Nurmi (FIN), Halas (SVK)


50 farfalla femmine

Ancora la Grecia in testa alla graduatoria, con Anna Ntountounaki (25.36) che precede di 7 centesimi Tessa Giele e di 15 Sara Junevik. In semifinale entrambe le azzurre: sesta Silvia Di Pietro con 25.67, 14esima Costanza Cocconcelli con 26.21.

SEMI: Ntountounaki (GRE), Giele (NED), Junevik (SWE), Hansson (SWE), Beckmann (DEN), Di Pietro (ITA), Nabojcenko (CZE), Kholer (GER), Klantar (SLO), Jensen (DEN), Felsner (GER), Walshe (IRL), Pavalic (CRO); Cocconcelli (ITA), Lahtinen (FIN), Slusna (SVK)

4×50 stile libero mista

Subito sfida al vertice tra Gran Bretagna ed Italia, con gli inglesi che piazzano il primo tempo delle batterie 1.30.61, 4 centesimi meglio degli azzurri e 14 dei francesi. In attesa dei cambi per la finale, ecco i parziali dei nostri: Nocentini  23.85, Deplano 21.25, Izzo 21.40, Curtis 24.15.

FINALE: GBR, ITA, FRA, HUN, NED, FIN,  SVK, SRB


800 stile libero maschi 

Daniel Wiffen è il migliore delle batterie in 7.33.38, davanti a Romanchuk e Auboeck. Qualifica anche per Luca De Tullio, settimo tempo in 7.35.64. 

FINALE: Wiffen D.(IRL), Romanchuk (UKR), Auboeck (AUT), Johansson (SWE), Wiffen N.(IRL), Aubry (FRA), De Tullio (ITA), Markos (GRE)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4