Due ori, tre argenti e un bronzo si aggiungono al medagliere azzurro in questa seconda giornata di gare dei Giochi Paralimpici di Tokyo 2020.

Francesco Bocciardo dopo i 200 stile S5 si prende l’oro Olimpico anche nei 100, nella stessa specialità e categoria bissa il bronzo Monica Boggioni.

Il secondo oro di giornata è il riscatto di Stefano Raimondi che dopo l’amaro  quarto posto di ieri si prende la vittoria nei 100 rana SB9.

Esordio paralimpico  d’argento per Luigi Beggiato nei 100 stile S4, medaglia dello stesso metallo in chiusura per la staffetta 4×50 stile mista con Giulia Terzi, Arjola Trimi, Luigi Beggiato e Antonio Fantin.

Nel secondo giorno di finali non poteva esserci inizio migliore di quanto è avvenuto: Francesco Bocciardo conquista la sua seconda medaglia d’oro in queste Paralimpiadi. Dopo l’oro di ieri nei 200 stile libero, bissa il successo nei 100. Al passaggio dei 50 il genovese era in quarta posizione, poi un recupero incredibile che lo ha portato metro dopo metro a toccare per primo la piastra (1’09”56). Alle sue spalle il cinese Wang (1’10”45) ed il brasiliano De Farias Dias (1’10”80).

Bronzo bissato nella stessa gara anche per Monica Boggioni e nuovamente con una bellissima rimonta, dopo il passaggio ai 50 metri in sesta posizione, va a chiudere la gara al terzo posto (1’22”43), secondo posto alla cinese Zhang e vittoria per la britannica Kearney, che si guadagna non solo la medaglia d’oro, ma anche il record del mondo (1’14”39).

Nella terza finale di giornata arriva l’argento di Luigi Beggiato nei 100 stile libero S4. Entrato in finale con il miglior tempo, Beggiato conduce i primi 50 metri al primo posto, al ritorno paga la stanchezza, l’emozione della prima volta e va a chiudere con il secondo posto (1’23”21). Davanti a lui solo il giapponese Suzuki (1’21”58), terzo posto per l’ucraino Zhadanov (1’26”95).

Martina Rabbolini chiude la finale dei 400 stile libero S11 all’ottavo posto in 5’47″25, gara che vede segnare il nuovo record del mondo dell’americana Pagonis in 4’54″49.

SwS GP Sicilia OpenWater | Il Diario di bordo di tappa VI, Avola

Rieccoci qui nuovamente per parlare della VI tappa del Grand Prix Sicilia Open Water. Sappiamo quanto possa essere stressante e faticoso, sia dal punto di vista atletico che organizzativo, partecipare a due eventi con solo una settimana di stacco. Per questo non...

Swim Stats, Europei: i numeri che ci portano a Roma 2022

L’evento dell’estate del nuoto è alle porte: gli Europei di Roma 2022 stanno per iniziare e tra pochi giorni il Foro Italico ci farà sognare con una settimana di spettacolo, bellezza e, si spera, grandi prestazioni. Per arrivare preparati alla piscina più bella del...

Italiani di Categoria 2022, il Recap della categoria Ragazzi

Direttamente dal Centro Federale di Pietralata a Roma, ecco in acqua i più giovani prospetti del nuoto azzurro impegnati ai Campionati Italiani di Categoria 2022. Diversi i reduci dagli EYOF, ovvero il Festival olimpico europeo estivo della Gioventù, protagonisti...

Birmingham 2022, il recap dei Giochi del Commonwealth

La XXII edizione dei Giochi del Commonwealth, che si è svolta a Birmingham dal 29 luglio al 3 agosto, è andata agli archivi. Tra gare spettacolari e duelli avvincenti, è stata l’Australia a dominare il medagliere, vinto dai dolphins con la bellezza di 65 medaglie, 25...

Fatti di nuoto Weekly: la caduta degli dei

Un famoso e anche inflazionato adagio dice: “Non importa quante volte cadi ma quante ti rialzi”. Ai Giochi del Commonwealth si è visto qualcosa che ha a che fare proprio con questo.Oggi terminano i Giochi del Commonwealth 2022, una manifestazione a noi un po' distante...

SwS GP Sicilia OpenWater | Il Diario di bordo di tappa V, Cefalù

Anche per questa volta siamo sopravvissuti all’intensa giornata di gare, che vi ha visto protagonisti nelle acque di Cefalù. Sicuramente starete pensando che siamo un tantino esagerati nel parlare di “sopravvivenza” con riferimento ad una giornata di gare. Ma se vi...

Stefano Raimondi è il protagonista dei 100 rana SB9, l’azzurro conduce la gara sempre al primo posto e conquista la vittoria olimpica in 1’05″35 lasciando le briciole agli atleti della Federazione Russa Isaev (1’07”45) e Bartasinskii (1’08”06).

Si passa al dorso e alla seconda medaglia per Carlotta Gilli. La torinese dopo la vittoria di ieri nel delfino conquista l’argento nei 100 dorso S13 con il crono di 1’06”10, davanti a lei l’americana Pergolini che oltre all’oro in 1’04”64, toglie alla Gilli il World Record (già siglato nella batteria di qualificazione). Terzo posto per l’australiana Dedekind (1’06”49).

L’Italia torna sul podio in chiusura con la staffetta 4×50 stile libero mista composta da: Giulia Terzi, Arjola Trimi, Luigi Beggiato e Antonio Fantin. Gli azzurri con il crono di2’21”45 non solo mettono al collo la medaglia d’argento, ma siglano anche il nuovo Record Europeo. Oro e Record del Mondo alla Cina (2’15”49) e bronzo al Brasile (2’24”82).Hanno partecipato alle batterie di qualificazione Arianna Talamona e Francesco Bocciardo.

Foto: Bizzi CIP/FINP

Share and Enjoy !

Shares