Terza giornata ai Trials USA, fra le corsie dell’Indiana University Natatorium lo squadrone a stelle e strisce prende forma con nomi nuovi e conferme importanti.

Vediamo com’è andata nel nostro Recap

400 misti donne

Nessuna sorpresa nella prima finale della giornata: Katie Grimes domina per quasi tutta la gara e vince con il tempo di 4.33.80, seguita da Alex Walsh, che ha provato a rientrare nella frazione a rana ed ha chiuso in 4.35.46. Grimes si qualifica per Fukuoka, dove nuoterà anche le acque libere, mentre Walsh deve attendere le convocazioni di USA Swimming.


400 misti uomini

Bellissima gara al maschile, con Carson Foster e Chase Kalisz che fanno a sportellate per aggiudicarsi la vittoria finale. A spuntarla nello sprint è Foster, 4.08.14, 8 centesimi meglio del campione olimpico, che si qualifica per il suo sesto mondiale; i due sono ora al terzo e quarto posto mondiale nelle graduatorie. Niente da fare per Bobby Finke, che chiude terzo con il p.b. di 4.09.55, e per Jay Litherand, quarto in 4.10.74.

100 farfalla donne

Bellissima gara quella dei 100 farfalla donne, dove le prime quattro scendono sotto i 57 secondi, e le prime tre mettono a segno i primi tre tempi al mondo dell’anno. La migliore in 56.18 è Torri Huske, che vince i trials e si qualifica per i Mondiali, dove difenderà il titolo del 2022. Insieme a lei Gretchen Walsh, che le da del filo da torcere chiudendo al secondo posto in 56.34, mentre è terza Kate Douglass in 56.43.


100 farfalla uomini

Con il personal best di 50.74, Dare Rose si aggiudica la gara e la qualificazione per Fukuoka, dove nuoterà la gara individuale e la staffetta mista. Al secondo posto il giovane (2007) Thomas Heilman, che scende a 51.19, migliorando il record di categoria e assicurandosi la qualificazione mondiale. Bronzo a Shane Casas, 51.42, mentre Caeleb Dressel (in finale in virtù della rinuncia di Ryan Murphy), chiude sesto in 51.66.

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

50 rana donne

Dopo la vittoria nei 200, Lilly King si prende anche lo sprint dei 50, vinti in. 29.77 davanti a Lydia Jacoby, che scende per la prima volta in carriera sotto il muro dei 30 secondi (29.81). 


50 rana uomini

Grazie alla vittoria a questi trials in 26.74, Nick Fink difenderà il titolo del 2022 in quella che sarà la sua quinta partecipazione alla rassegna iridata. Michael Andrew è secondo in 26.87 e qualifica così per Fukuoka il secondo 50 della sua stagione.

50 dorso donne

Solamente 1 centesimo divide Katharine Berkoff e Regan Smith, che chiudono rispettivamente a 27.13 e 27.14, vicinissime al record americano della stessa Berkoff di 27.12.  La prima difenderà la medaglia dell’anno scorso, mentre sembra lampante lo stato di forma eccellente di Regan Smith.


50 dorso uomini

Si chiude con i 50 dorso uomini, ed a qualificarsi sono il campione del mondo in carica e il detentore del record del mondo: Justin Ress e Hunter Armstrong sono divisi da 6 centesimi (27.10 vs 27.16) e per il primo si tratta anche del miglior tempo del 2023.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4