Nel Day4 dei Trial USA ritornano in acqua tre delle più attese nuotatrici statunitensi, Katie Ledecky, Regan Smith e Lilly King. Vediamo com’è andata nel nostro recap.

400 stile libero donne

Katie Ledecky ritorna alla vittoria con 4.00.45, in una gara al solito dominata ma con un riscontro cronometrico meno entusiasmante rispetto agli 800. Il secondo spot per Fukuoka viene guadagnato da Bella Sims, al primo Mondiale in gara singola, che chiude in 4.03.25 toccando poco prima di Leah Smith.


400 stile libero uomini

L’avvio di gara è tutto di Luke Hobson, che tenta la fuga ma viene riassorbito dal gruppo ai 300 metri, chiudendo poi addirittura al settimo posto. A vincere è David Johnston, 3.45.75, personal best di quasi 4 secondi, seconda piazza per Kieran Smith in 3.46.11.

Road to Parigi | il Recap dei Trials USA

L’Australia chiama e gli USA rispondono! Tempo di Trials, I TRIALS per eccellenza quelli made in United State of America. Spettacolari come sempre, come solo gli statunitensi sanno fare, nei nove giorni di gare di Indianapolis ne abbiamo viste di ogni, sorprese,...

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....
100 rana donne

Lilly King non sbaglia un colpo e vince anche i 100 rana, con il miglior tempo del 2023 in 1.04.75. Dopo essere passata terza ai 50 metri, King recupera fino allo sprint finale e batte Lydia Jacoby, seconda in 1.05.16, e Kaitlyn Doblerei, terza in 1.05.48.


100 rana uomini

In una finale in cui vanno in sei sotto il minuto, è Nick Fink a vincere con 58.36, miglior tempo dell’anno fin qua, davanti a Josh Matheny, che mette a segno il personale in 59.20.

100 dorso donne

Regan Smith fa francamente paura, e vince il suo terzo titolo con il tempo di 57.71, record dei campionati e a 14 centesimi dal suo personal best. Ai 50, Smith era al di sotto del world record, ed in generale la sua nuotata sembra tornata quella dei giorni migliori: al Mondiali ne vedremo delle belle. Argento per Katharine Berkoff, 58.01, che dopo la vittoria nei 50 aggiunge anche i 100 al suo programma per Fukuoka.


100 dorso uomini 

Con un ritorno da 26.49, Hunter Armstrong non sbaglia la gara e si assicura il posto in squadra Mondiale, precedendo Ryan Murphy di soli 6 centesimi (52.33-52.39). Terzo Justin resa, che scende anche lui sotto i 53 secondi.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4