Select Page

Autore: Arturo Mugnai

#Settecolli2018 Giorno 2 – CusinatoPower, Blume ancora regina dello stile veloce

La seconda giornata del Settecolli ci restituisce segnali positivi dalla squadra azzurra, su tutti il 4’34” di Ilaria Cusinato nei 400 misti con tanto di lacrime di gioia all’arrivo. Ma anche il buon 800 stile libero di Gregorio Paltrinieri proprio sul finire di giornata. Miressi rovina la festa a Fratus nei 100 stile libero, così come la Pernille Blume continua a toccare davanti a Sarah Sjostrom per quanto riguarda lo stile libero veloce, ma andiamo con ordine. Pronti via, subito Sarah Sjostrom protagonista nel pomeriggio con la vittoria nei 100 farfalla con 56″29. Dietro di lei le nostre Elena...

Read More

#Settecolli2018 Giorno 1 – Scalia e Burdisso protagonisti, le star incantano il Foro Italico

La prima giornata del Settecolli, nella sua edizione numero 55, è andata in archivio: dall’acclamatissimo Adam Peaty, ai giovani italiani in forma smagliante, passando per prestazioni interessanti ad un mese e poco più dall’appuntamento più importante della stagione. Pronti via, si parte con i 50 dorso femminili. Le batterie della mattina hanno restituito un risultato completamente diverso rispetto a quanto poi visto in tardo pomeriggio nella finale. A toccare per prima è stata la brasiliana Etiene Medeiros (27.87), ma da segnalare c’è soprattutto il nuovo record italiano di Silvia Scalia (28.01), che ha chiuso al quarto posto. Nella versione al...

Read More

Swimvortex chiude: la sconfitta dei media acquatici

Io non sono un giornalista. Era una delle tante strade che si erano parate davanti, poi ho scelto la mia. Liz Byrne è una giornalista: la conosco perché durante i Mondiali di Budapest dello scorso anno me la ritrovavo spesso accanto in zona mista o in sala stampa. Fu una delle poche persone che, nonostante non si potessero raccogliere immagini durante le interviste, riusciva a fare un ottimo lavoro. Tutti gli altri, me compreso, si lamentavano. Perché per noi l’immagine è tutto. Per lei, per SwimVortex potremmo dire, la cosa importante erano le parole, i tempi, le sfumature, ma...

Read More

EuroSwim 2017, Azzurri ok. Kolesnikov ancora devastante

Le batterie dei 50 stile libero femmine danno l’ultimo buongiorno a questo campionato europeo in vasca corta. Sarah Sjöström ha il primo tempo in vista della semifinale di oggi pomeriggio (23.84), seguita a ruota dalla padrona di casa Blume, poi Kromovidjojo e così via. Erika Ferraioli e Aglaia Pezzato conquistano la semifinale con il 10° e 16° piazzamento. Fuori la terza azzurra in gara, Lucrezia Raco. L’appuntamento è per la doppia sfida di oggi pomeriggio. Kolesnikov non si ferma più e stampa il record mondiale juniores nelle batterie dei 50 dorso (23.10). Il giovanissimo russo precede Stravious (23.36) e...

Read More

EuroSwim2017, Scozzoli sul tetto d’Europa con record. 4×50 maschi argento

Dalla gara più tirata arriva la miglior notizia di questa prima giornata di Campionato Europeo in vasca corta: Fabio Scozzoli si mangia la concorrenza, sia quella di Prigoda, sia soprattutto quella di Peaty e si incorona campione d’Europa nei 50 rana con il nuovo record europeo. Dopo le semifinali in apertura del pomeriggio scommettere su chi avrebbe vinto i 50 rana sembrava difficile quanto pronunciare correttamente Schwingenschlögl, ma alla fine Fabio Scozzoli, grazie anche all’aver aggiustato la lunghezza della seconda subacquea, stampa il 25”62 che gli vale il trono europeo. Sono molto contento. Dalla semifinale ho aggiustato qualcosa, ho accorciato un po’ la virata e sono arrivato perfetto sulla piastra. Dedico a Mattia questo oro, mancato questa estate, è stata una persona importante per me. Lo dedico a lui”. Resta il rammarico per l’ottavo posto di Martinenghi in finale. Un po’ di rammarico anche per la prova in finale di Arianna Castiglioni nella stessa gara al femminile, alla fine sesta. Rimane il buonissimo crono nuotato in semifinale, 30”01, nonché nuovo record italiano. L’abbattimento del muro è solo rimandato. Rūta Meilutytė (29”36) si prende l’oro davanti alla finlandese Jenna Laukkanen e alla svedese Sophie Hannson. La prima medaglia d’oro della manifestazione se l’aggiudica un millenial (anno di nascita 2000) che nuota con la collanina al collo: il russo Kliment Kolesnikov nuota i 200 dorso in 1.48.02. Significa record del mondo juniores e record...

Read More
  • 1
  • 2

Ultimi Tweet