Con una pioggia di podi e relative medaglie, prestazioni di assoluta qualità ed un gruppo numeroso, forte, compatto, in tutte le articolazioni della specialità, la Squadra Italiana di nuoto in Acque Gelide, IISA Italy, ha concluso la sua partecipazione ai Campionati Europei di Ice Swimming, ad Oradea (Romania) dal 2 al 4 di febbraio.

L’ Ice Swimming sta uscendo anche in Italia, come in tutto il mondo, dalla sua fase pioniera: e la notizia che l’Italia ospiterà i prossimi Campionati Mondiali di specialità a Molveno (TN) nel gennaio 2025, ha stimolato l’attenzione alla pratica su tutto il territorio nazionale.

Questo ha attirato un numero crescente di atleti dai settori delle piscine e delle acque libere; atleti capaci di affrontare la sfida che comporta nuotare in acque sotto i 5°C (ricordiamo che l’ Ice Swimming prevede tale soglia termometrica, da affrontare rigorosamente in abbigliamento da nuoto standard), una cosa che genera autostima e già vale l’impegno. Ma su tale base, ovvero la semplice voglia di confrontarsi con i propri limiti generando ammirazione, alcuni Ice Swimmers italiani sono stati ancora una volta in grado di costruire e regalare prestazioni di assoluta qualità.

Nel confronto con le altre nazioni Europee, in molte delle quali lo Ice Swimming è la naturale evoluzione delle tradizioni legate al nuoto invernale, l’Italia non ha sfigurato, anzi. La nostra Squadra Nazionale riporta in Italia valigie impreziosite da 13 ori, 7 argenti e 12 bronzi.

Ma bisogna anche menzionare i 4 record mondiali di categoria battuti dai nostri atleti: Walter D’Angelo che si conferma re nella rana con i suoi 50 rana, essendo già detentore di quello dei 100 rana, Egor Tropeano sui 100 dorso, Paolo Piscaglia, sui 50 stile libero, oltretutto alla sua prima uscita in una gara di ice swimming, e Natascha Heberstreit, che lo sigla nei 100 rana, anche lei alla sua prima esperienza agonistica nella disciplina.

Dal punto di vista numerico, vanno poi sottolineati due aspetti: anzitutto, la dimensione numerica e la compattezza della Nazionale, che ha messo in vasca ad Oradea ben 18 Atleti – 5 donne, 13 uomini – sui 323 totali impegnati nella competizione. È poi il caso di sottolineare la partecipazione numerosa alle distanze più lunghe ed impegnative, inclusa quella “regina”, i 1000 m, che ancora una volta ha visto in vasca ben 3 azzurri: Alex Rossi, che ha segnato il nuovo record nazionale, scendendo per la prima volta sotto il muro dei 15’ e registrando uno strepitoso 14’49’’, Simone Olivi e Federico Miot, e la magnifica “nonna del gruppo” Stefania Storace, Master di categoria 65-69, che riesce regolarmente a portare a termine e vincere sfide di questa portata.

Assoluti 2024 | Elenco iscritti, cosa possiamo aspettarci?

Sono uscite le entry list dei Campionati Assoluti Primaverili, che si svolgeranno allo Stadio del Nuoto di Riccione dal 5 al 9 marzo. Dopo aver provato a immaginare lo scenario e i duelli per i posti Olimpici disponibili, ora possiamo iniziare a ragionare su chi ci...

Fatti di nuoto Weekly: le acque mondiali e le acque della Senna

Nella settimana cuscinetto tra i Mondiali e gli Assoluti dobbiamo dare spazio ad alcune notizie sparse che vengono dal mondo del nuoto e dintorni. Perché Fatti di nuoto Weekly è qui anche per questo, giusto?La Senna A Parigi 2024 si nuoterà nella Senna, forse. Il...

Training Lab, tante strade una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Verso gli Assoluti 2024, il punto sui probabili Olimpici del Nuoto

Manca una settimana ai Campionati Assoluti Primaverili di Riccione, tappa fondamentale per l’avvicinamento del team italiano all’appuntamento Olimpico di Parigi 2024, ed è quindi arrivato il momento di fare un pò di chiarezza.Nel complicato intricarsi di regole,...

SwimStats, il Mondiale di Doha 2024 in 10 punti

Ultimo approfondimento Mondiale con 10 numeri da ricordare direttamente da Doha 2024.Gli atleti italiani qualificati per Parigi Se Doha doveva essere una prova generale, allora direi che è andata bene. L’Italia ne esce con diverse certezze, una su tutte la...

Speciale Master, Coopernuoto trionfa ai Regionali Emilia Romagna 2024

Archiviati i Campionati Regionali Emilia Romagna che si sono svolti domenica 11 e 18 febbraio 2024 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione che si conferma uno dei migliori impianti natatori a livello di ospitalità e logistica per le manifestazioni natatorie. Cinque i...

Come ha dichiarato Federico Miot, Presidente di IISA Italy e coordinatore della spedizione:

“Siamo felicissimi dei risultati, ed ancora di più della crescita della specialità in Italia, con una partecipazione che continua ad aumentare in numero e qualità; oltre alla notizia dei prossimi Mondiali in Italia, ci ha aiutato l’organizzazione di un primo evento, la Ice Xmas Cup ad Omegna, il 23 icembre – che ha messo ancora di più questo sport sotto i riflettori, generando ammirazione, curiosità, spirito di emulazione.

Stiamo registrando nuovi praticanti in tutta Italia (oltre a qualche italiano residente all’estero) e l’accompagnamento alla pratica che noi veterani della specialità stiamo assicurando consente loro di crescere in consapevolezza, e nella qualità delle prestazioni.

Qui sotto, l’elenco delle atlete e degli atleti azzurri che hanno affrontato la vittoriosa trasferta in Romania.

Per la prima volta in una competizione ufficiale, e già con eccellenti prestazioni:
Lara Ciceri, Chiara Negretti, Mattia Dellabiancia

Già a medaglia alla prima partecipazione:
Marco Nardo, Luca Valeriani, Cristian Civati

E i già citati:
Egor Tropeano, Paolo Piscaglia e Natascha Hebestreit

I veterani a medaglia:
Giovanna Barletta, Stefania Storace, Gerrit Curcio, Walter D’Angelo, Federico Miot, Simone Olivi, Alex Rossi, Vittorio Zanoni

Ottima prestazione, che purtroppo vede solo sfiorare la medaglia, anche per Aaron Curcio.

Per informazioni sullo Ice Swimming andare

sul gruppo Facebook IISA ITALY

oppure scrivere a: internationaliceswimmingitaly@gmail.com

Foto e articolo a cura di Federico Miot, Enzo Favoino | IISA Italy