Amanti del nuoto? Amanti del freddo?

Ice Swim Xmas Cup è il regalo di Natale apposta per voi!

Per la prima volta in Italia un evento di nuoto in acque gelide, sabato 23 dicembre al Golfo di Omegna, organizzato dalla società Senza Limiti A.S.D. e dal referente organizzativo Andrea Vietti e quelli tecnici ed esperti gelidisti Enzo Favoino e Federico Miot

Abbiamo fatto due chiacchere proprio con Federico che ci ha spiegato come nasce quest’evento e qual è il suo obbiettivo.

Una location speciale, con la ricreazione di una vasca da 50 metri e cinque corsie nel Golfo di Omegna, con un ringraziamento particolare che va al Comune per la possibilità di organizzare un evento così particolare.

Sarà una prima volta in Italia di un evento in acque gelide, anche se probabilmente la temperatura dell’acqua non sarà proprio da gelidisti, ma dovrebbe aggirarsi intorno ai 5-6 gradi.

Il nuoto in acque gelide sta avendo un grande incremento di popolarità negli ultimi anni, specialmente in Italia, dove nel 2025 si terranno per la prima volta i Campionati Mondiali IISA (la federazione che gestisce questi eventi), a Molveno.

L’evento di Omegna nasce proprio con uno scopo dimostrativo, per attirare più persone possibili verso questa disciplina.

Ice Swim Xmas Cup è infatti aperta a tutti, agonisti e master ed in più offre la possibilità, esclusa nelle gare ufficiali in acque gelide, di indossare la muta. Insomma, un’occasione per provare la sensazione di nuotare al freddo anche per chi è giustamente un po’ intimorito.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Un programma ricco quello che vedremo a Omegna, che offre 50 di stile, rana e farfalla, 100 stile e rana, 250 stile e i 1000 stile libero, questi ultimi riservati solamente a chi è gelidista certificato IISA, ovvero ha già svolto tale distanza in prove ufficiali. Il tutto sempre senza tuffo di partenze e virate con capriola.

Il Mondiale di Molveno sarà il primo evento aperto sia a master che agonisti con due distinte categorie. Per questo speriamo che qualche big del nuoto azzurro, l’anno dopo i Giochi, abbia voglia di buttarsi in vasca, rigorosamente gelata, per aiutare ad accrescere la visibilità di questo movimento.

Agli scorsi Mondiali che si sono svolti in Francia erano presenti per esempio, diversi agonisti transalpini. Tutto ciò perché il vero obbiettivo del movimento in acque gelide è quello di far riconoscere tale sport come disciplina olimpica e il passo sembra davvero ormai prossimo. Già la LEN – European Aquatics, la Federazione Natatoria Europea, ha riconosciuto il nuoto in acque gelide come attività di interesse, il passo successivo è quello di portarla proprio ai Giochi. Sicuramente non a Milano e Cortina 2026, speriamo nei successivi…”

Una speranza motivata anche dal grande impegno che il movimento di IISA Italy sta muovendo. Potete seguire ogni aggiornamento sulla pagina Facebook dedicata, ma specialmente in acqua!

Ai recenti Mondiali di Samoens che si sono tenuti in a inizio 2023 il gruppo azzurro è tornato a casa con ben 14 ori, 4 argenti e 3 bronzi. Insomma, un bel bottino. Il prossimo step sarà il primo Campionato Europeo che si svolgerà a Oradea in Romania dal primo al 4 febbraio.

Ma prima tutti a Omegna, dove vi aspetta oltre al freddo anche un bel gruppo di amici e soprattutto un caldo vin brulè a fine competizione. Il tutto potrebbe essere seguito in live via social e non sono escluse altre soprese alle quali sta lavorando il comitato organizzatore!

Foto: Fabio Cetti | Corsia4