Dopo la settimana di acque libere, tuffi e nuoto artistico, ai Mondiali di Doha è finalmente il turno del nuoto in piscina.

Tutto è pronto all’Aspire Dome di Doha per le batterie della giornata inaugurale: vediamo come sono andate nel nostro recap.

200 misti donne

Si parte con i 200 misti donne e le batterie scivolano via abbastanza tranquille. Il miglior tempo è di Kate Douglass (2.10.01), una delle poche campionesse uscenti che difendono il titolo Mondiale qui a Doha, seguita da Sydney Pickrem e Marrit Steenbergen. Per l’Italia in acqua Sara Franceschi, che, al rientro nelle competizioni dopo l’infortunio alla spalla, passa il turno con il nono tempo (2.13.66).

Semi: Douglass (USA); Pickrem (CAN), Steenbergen (NED), Yu (CHN), Wood (GBR), Bonnet (FRA), McMillan, Gorbenko (ISR), Franceschi (ITA), Kim (KOR), Kreundl (AUT), Romano (PUR), Sim (SGP), Sebestyen (HUN), Duhamel (FRA), Potocka (SVK)


400 stile libero uomini

Campo gara molto affollato per i 400 stile maschi, ma non mancano comunque le sorprese. A guidare le batterie è Elijah Winnington (3.44.37), che precede di pochi decimi Lukas Martens e Kim Woomin. Tra i big, fuori dai qualificati per la finale il tunisino Ahmed Hafnaoui e lo svizzero Antonio Djakovic, ma anche entrambi gli italiani, autori di due prove non brillanti: 14° Matteo Ciampi, 3.47.23, 24° Marco de Tullio, 3.49.44. 

Finale: Winnington (AUS), Martens (GER), Kim (KOR), Wiffen (IRL), Auboeck (AUT), Costa (BRA), Henveaux (BEL), Johansson (SWE)

100 farfalla donne

La tedesca Angelina Kohler piazza l’unico crono sotto i 57 (56.41), davanti a Louise Hansson e alla sudafricana Gallagher, che fa il record africano (57.59). Esordio negativo per Sonia Laquintana, 27esima in 1.01.31 e ben al di sopra dei suoi migliori tempi. 

Semi: Kohler (GER), Hansson (SWE), Gallagher (RSA), Trossel (AUS), Curzan (USA), Perkins (AUS), IItsuka (JPN), Seemanova (CZE), Bach (DEN), Ntountounaki (GRE), Ikemoto (JPN), Kuliashova (NIA), Osman (EGY), Katja (CRO), Savard (CAN), Park (KOR)


50 farfalla uomini

Altra gara con una buona densità di partenti, che come al solito si gioca sui centesimi (e infatti sono ben in tre a dover disputare lo spareggio per il sedicesimo posto). Il migliore della mattina è l’olandese Korstanje (23.02), che precede di 1 centesimo Michael Andrew, autore di un arrivo di faccia. Seguono tutti i favoriti, Cooper, Carter, Matos Ribeiro e McEvoy. Federico Burdisso scioglie il ghiaccio con un discreto 23.92 e l’atteggiamento giusto per iniziare un bel campionato.

Semi: Korstanje (NED), Andrew (USA), Cooper (AUS), Carter (TTO), Matos Ribeiro (POR), Lia (NOR), McEvoy (AUS), Baek (KOR), Szabo (HUN), Casas (USA), Molla (ESP), Miljenic (CRO), leClos (RSA), Gracik (CZE), Knox (CAN),  

Assoluti 2024 | Elenco iscritti, cosa possiamo aspettarci?

Sono uscite le entry list dei Campionati Assoluti Primaverili, che si svolgeranno allo Stadio del Nuoto di Riccione dal 5 al 9 marzo. Dopo aver provato a immaginare lo scenario e i duelli per i posti Olimpici disponibili, ora possiamo iniziare a ragionare su chi ci...

Fatti di nuoto Weekly: le acque mondiali e le acque della Senna

Nella settimana cuscinetto tra i Mondiali e gli Assoluti dobbiamo dare spazio ad alcune notizie sparse che vengono dal mondo del nuoto e dintorni. Perché Fatti di nuoto Weekly è qui anche per questo, giusto?La Senna A Parigi 2024 si nuoterà nella Senna, forse. Il...

Training Lab, tante strade una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Verso gli Assoluti 2024, il punto sui probabili Olimpici del Nuoto

Manca una settimana ai Campionati Assoluti Primaverili di Riccione, tappa fondamentale per l’avvicinamento del team italiano all’appuntamento Olimpico di Parigi 2024, ed è quindi arrivato il momento di fare un pò di chiarezza.Nel complicato intricarsi di regole,...

SwimStats, il Mondiale di Doha 2024 in 10 punti

Ultimo approfondimento Mondiale con 10 numeri da ricordare direttamente da Doha 2024.Gli atleti italiani qualificati per Parigi Se Doha doveva essere una prova generale, allora direi che è andata bene. L’Italia ne esce con diverse certezze, una su tutte la...

Speciale Master, Coopernuoto trionfa ai Regionali Emilia Romagna 2024

Archiviati i Campionati Regionali Emilia Romagna che si sono svolti domenica 11 e 18 febbraio 2024 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione che si conferma uno dei migliori impianti natatori a livello di ospitalità e logistica per le manifestazioni natatorie. Cinque i...

400 stile libero donne

Non parte Simona Quadarella, che ha deciso di optare per le due prove del mezzofondo saltando i 400, dove tra l’altro era accreditata di uno dei migliori tempi di iscrizione. Viste le numerose assenze, la finale è molto abbordabile, con l’ottavo posto dell’argentina Hein fissato a 4.08.86. miglior tempo per la cinese Li Bingjie, 4.04.65, che precede di soli 5 centesimi la neozelandese Erika Fairweather.

Finale: Li Bingjie (CHN), Fairweather (NZL), Cose (GER), de Oliveira (BRA), Thomas (NZL), Roncatto (BRA), Yang Peiqi (CHN), Hein (ARG)


100 rana uomini

A Doha ci sono tutti i ranisti più forti al mondo tranne Qin Haiyang, che dopo l’exploit del 2023 si prende un giro di pausa in vista di Parigi. Una delle migliori impressioni della mattinata è per Nicolò Martinenghi, che è secondo nella graduatoria con un bel 59.27, nuotato in sicurezza e con una seconda parte di gara in buona crescita. Guida Nic Fink, 59.19, mentre Adam Peaty è terzo in 59.34. Bene anche Ludovico Blu Art Viberti, 12° in 59.86.

Semi: Fink (USA), Martinenghi (ITA), Peaty (GBR), Corbeau (NED), Matzerath (GER), Foster (USA), Kamminga (NED), Imodu (GER), Shymanovich (NIA), Williamson (AUS), Sidlauskas (LTU), Viberti (ITA), Dong (CHN), Choi (KOR), Ogretir (TUR), Petrashov (KGZ)

4×100 stile libero donne

Senza gli States e la Gran Bretagna, l’Australia la fa da padrone è mette già a segno il primo tempo delle batterie in 3.38.33. Le ragazze italiane sono appena dietro, con un interessante secondo posto provvisorio (3.39.20) e una bellissima frazione finale di Chiara Tarantino. Nel pomeriggio si può sognare la medaglia; i passaggi: Morini 55.02, Cocconcelli 55.18, Menicucci 55.12, Tarantino 53.88.

Finale: AUS, ITA, CAN, NED, POL, BRA, CHN, SLO


4×100 stile libero uomini

Anche senza grandi nomi in formazione, primo tempo delle batterie per gli USA, che con 3.12.32 si guadagnano la corsia 4 per il pomeriggio. Secondo tempo dell’Italia, 3.12.96, che in finale si giocherà podio e vittoria (nonostante l’assenza di Thomas Ceccon): Zazzeri 48.33, Conte Bonin 48.16, Deplano 48.59, Miressi 47.88.

Finale: USA, ITA, GBR, CHN, GRE, SRB, ESP, HUN 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4