Eccoci al primo pomeriggio di finali e semifinali di un mondiale senza precedenti nella storia del nuoto essendo stato collocato nell’anno olimpico. Per tale motivo sono da segnalarsi assenze importanti un po’ in tutte le gare. Ciononostante, non mancano i protagonisti del nuoto mondiale a coinvolgere l’attenzioni degli amanti di questo sport per assistere alla prova generale del vero spettacolo che inizierà a fine luglio in quel di Parigi.

Pomeriggio subito ad alta intensità per l’Italia con due carte importanti come Nicolò Martinenghi nei 100 rana e la staffetta veloce maschile dello stile libero.

400 stile libero uomini

Si apre con l’assegnazione del primo titolo di questa edizione. Il sudcoreano Kim Woomin dopo una gara sempre in fuga riesce a resistere alla rimonta e spunta la vittoria con il tempo di 3’42”71. L’australiano Elijah Winnington e il tedesco Lukas Martens sono subito attaccati con crono da 3’42”86 e 3’42”96.

Podio: Kim Woomin (KOR) – Elijah Winnington (AUS) – Lukas Martens (GER)


100 farfalla donne – semi

Si aprono anche le semifinali con la farfalla femminile, gara purtroppo senza italiane. La tedesca Angelina Kohler con un crono da 56”11 ipoteca seriamente il titolo in palio domani. Secondo crono di qualificazione per la statunitense Claire Curzan in 57”06; infine terzo tempo per l’australiana Brianna Throssell in 57”22.

Finale: Angelina Kohler (GER) – Claire Curzan (USA) – Brianna Throssell (AUS) – Louise Hansson (SWE) – Anna Ntountounaki (GRE) – Erin Gallagher (RSA) – Chiharu Iitsuka (JPN) – Alexandria Perkins (AUS)

50 farfalla uomini – semi

Si prosegue con le semifinali, purtroppo sempre con i colori azzurri assenti. Miglior tempo di qualificazione stabilito dall’amercano Michael Andrew in 22”94 sull’atleta di Trinidad e Tobago Dylan Carter (23”15) e lo spagnolo Mario Yanes Molla (23”17).

Finale: Michael Andrew (USA) – Dylan Carter (TTO) –Mario Yanes Molla (ESP) – Diogo Matos Riberiro (POR) – Isaac Cooper (AUS) – Cameron McEvoy (AUS) – Shaine Casas (USA) – Inchul Baek (KOR)


400 stile libero donne

In una gara che vede assenti le protagoniste Titmus e Ledecky è la neozelandese Erika Fairwather, bronzo in carica, a vincere in 3’59”44 sulla cinese Li Bingjie (4’01”62) e la tedesca Isabel Gose (4’02”39).

Podio: Erika Fairwather (NZL) – Bingjie Li (CHN) – Isabel Gose (GER)

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

100 rana uomini – semi

Primo appuntamento di giornata da seguire con estrema attenzione per noi italiani. Il rientrante Adam Peaty vince la seconda semifinale in 58”60. Seguono lo statunitense Nic Fink (58”73) e l’olandese Arno Kamminga (58”87). Nicolò Martinenghi con una gara molto controllata nel passaggio, ottiene in quarto tempo in 59”13. Il debuttante azzurro Ludovico Viberti chiude al decimo posto in 59”61.

Finale: Adam Peaty (GBR) – Arno Kamminga (NED) – Nic Fink (USA) – Nicolo Martinenghi (ITA) – Lucas Matzerath (GER) – Caspar Corbeau (NED) – Sam Williamson (AUS) – Ilya Shymanovich (NIA)


200 misti donne – semi

Proseguono le semifinali per i colori azzurri con la presenza di Sara Franceschi. Purtroppo, la nostra atleta risulta la prima delle escluse dalla finale con il non tempo di 2’12”34. Migliori tempi di qualificazione dell’americana Kate Douglass (2’08”41), della canadese Sydney Pickrem (2’08”76) e della cinese Yu Yiting (2’08”83)

Finale: Kate Douglass (USA) – Sydney Pickrem (CAN) – Yu Yiting (CHN) – Anastasia Gorbenko (ISR) – Charlotte Boonet (FRA) – Marrit Steenbergen (NED) – Abbie Wood (GBR) – Ashley McMillan (CAN)

4×100 stile libero donne

Finale molto particolare che vede l’assenza degli Stati Uniti d’America. Vittoria dell’Olanda in 3’36”61. Seguono l’Australia in 3’36”93 e il Canada in 3’36”95. Le nostre atlete chiudono al quinto posto con il tempo di 3’38”67, che vede la nostra staffetta ufficialmente qualificata per le prossime Olimpiadi. Di seguito le frazioni  delle azzurre: Chiara Tarantino (54”60) – Sofia Morini (54”49) – Virginia Menicucci (54”97) – Costanza Cocconcelli (54”63).

Podio: Olanda – Australia – Canada


4×100 stile libero uomini

Chiusura di giornata molto attesa per l’Italia che vede la conquista della prima medaglia. Ennesimo argento con il crono di 3’12”08 dietro una Cina imprendibile (3’11”08) che vede una frazione d’apertura devastante in 46”80 da parte di Pan Zhanle, nuovo record del mondo. Completano il podio gli Stati Uniti in 3’12”29. Di seguito le frazioni dei nostri azzurri: Alessandro Miressi (47”90) – Lorenzo Zazzeri (47”99) – Paolo Conte Bonin (47”83) – Manuel Frigo (48”36).

Podio: Cina – Italia – USA

Tabella Tempi Limite Parigi 2024

Foto: Fabio Cetti | Corsia4