Select Page

Autore: andreaciccone

Training Lab, i segreti della Resistenza dell’acqua – Drag

Quando riflettiamo sui nostri allenamenti in piscina, con lo scopo di valutarne la loro bontà ed efficacia, è bene verificare il tipo di adattamento che essi generano su noi atleti. Ovvero le numerose esercitazioni effettuate, quindi le vasche percorse, stanno migliorando la sensibilità tecnica, o stanno invece aumentando solo gli errori nella nuotata? Questo perché il nuoto non è uno sport ciclico come gli altri, e qui viene fuori un altro suo aspetto messo in luce più volte, che lo differenzia fortemente dalle altre discipline: il mezzo in cui avviene la propulsione è un fluido, quindi non fornisce mai...

Read More

Training Lab, tante strade e una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che si presentano in ogni realtà acquatica. Questa diversificazione può sembrare ovvia, dal momento che pur restando in un ambito agonistico, si verifica ciò perché a essere varie e piuttosto eterogenee sono proprio le categorie stesse, si passa dai nuotatori master, alle categorie giovanili, fino agli assoluti, e la diversità è data prima di tutto dalla differenza di obiettivi....

Read More

Training Lab, le dita della mano nella nuotata: la distanza ottimale

La storia del nuoto insegna che la continua evoluzione delle tecniche di nuotata è costituita da tanti step, che sono stati resi possibili da determinati feedback ottenuti tramite un relativo metodo di studio. La differenza è stata nel diverso tipo di feedback e, di conseguenza, nel diverso tipo di risultato ottenuto: tutto è iniziato già nella seconda metà del secolo scorso con una sorta di “reverse engineering” allo stato puro. A partire dalla semplice osservazione delle nuotate degli atleti di élite si è riusciti a consolidare degli schemi ottimali da applicare per ottenere un’azione propulsiva abbastanza efficiente. Dopo uno...

Read More

Training Lab, speciale Gwangju2019 | L’analisi tecnica del mondiale

Un altro Campionato del mondo in vasca lunga è appena terminato e, come tutte l’edizioni preolimpiche, ha già delineato un quadro ben preciso in alcune specialità, come allo stesso tempo mostra molte carte ancora da scoprire in altre. Di sicuro è stato un campionato dove soprattutto il settore maschile ha mostrato i muscoli, e ci ha insegnato ulteriormente il concetto di nuoto moderno. Un concetto semplice, in quanto si tratta di ottimizzare al massimo tutto il lavoro con l’unico obiettivo di nuotare il più veloce possibile l’intera gara. Semplice, ma estremamente difficile da mettere in pratica, soprattutto quando proviamo...

Read More

Training Lab, la velocità nel nuoto: come e dove indirizzare l’allenamento

La sfida che da anni rappresenta un po’ una costante in tutto il nuoto mondiale da parte di atleti e allenatori riguarda la continua ottimizzazione della performance, che da un punto di vista pratico consiste nel cercare di trovare continuamente nuovi strumenti e metodi di allenamento per conseguire tale obiettivo. Ed ecco che emerge la prima complessità nel caratterizzare uno sport come il nuoto: la velocità che viene espressa dall’atleta all’interno di un’intera gara non è mai costante. Si verifica ciò innanzi tutto perché si presentano delle forti variazioni di velocità nelle fasi di partenza e di virata; quest’ultima...

Read More

Ultimi Tweet