Il nuoto si rituffa nella vasca dell’Aspire Dome di Doha per la seconda giornata di gare.

Dopo aver visto cadere il record della Gara Regina, quali altre sorprese ci aspettano nella settimana Mondiale?

100 dorso donne

Solo in tre sotto il minuto nelle batterie dei 100 dorso donne,  non certo la gara con il livello più alto del Mondiale. A guidare la graduatoria è Claire Curzan, 59.72, seguita da Ingrid Wilm e Iona Anderson, mentre il sedicesimo posto è a 1.01.80. L’esordio di Francesca Pasquino ai Mondiali è premiato da passaggio in semifinale con il 14° tempo, 1.01.54, crono che va necessariamente migliorato questo pomeriggio. 

Semi: Curzan (USA), Wilm (CAN), Anderson (AUS), BARCLAY (AUS), COX (GBR), Dawson (GBR), Weiler Sastre (ESP), Toussant (NED), de Waard (NED), Piskorska (POL), Rosvall (SWE), Shkurdai (NIA), Rebelo (POR), Pasquino (ITA), Georgieva (BUL), Au (HKG)


100 dorso uomini

Ci sono molti assenti anche nei 100 dorso maschi, il migliore delle batterie è Pieter Coetze, 53.32, ma passano il turno tutti i favoriti. L’ultimo posto utile è del giovane Oleksandr Zheltiakov, 54.24, che esclude l’altro giovane Ksawery Masiuk. Molto bene Michele Lamberti, che nuota già il personale e con 53.73 entra in semifinale con il quinto tempo.

Semi: Coetze (RSA), Makrygiannis (GRE), Gonzalez (ESP), Armstrong (USA), Lamberti (ITA), Woodward (AUS), Christou (GRE), Lee (KOR), van Westering (NED), Aikins (USA), Ferguson (IRL), Mityukov (SUI), Braunschweig (GER), Knedla (CZE), Stokowski (POL), Zheltiakov (UKR)

Assoluti 2024 | Elenco iscritti, cosa possiamo aspettarci?

Sono uscite le entry list dei Campionati Assoluti Primaverili, che si svolgeranno allo Stadio del Nuoto di Riccione dal 5 al 9 marzo. Dopo aver provato a immaginare lo scenario e i duelli per i posti Olimpici disponibili, ora possiamo iniziare a ragionare su chi ci...

Fatti di nuoto Weekly: le acque mondiali e le acque della Senna

Nella settimana cuscinetto tra i Mondiali e gli Assoluti dobbiamo dare spazio ad alcune notizie sparse che vengono dal mondo del nuoto e dintorni. Perché Fatti di nuoto Weekly è qui anche per questo, giusto?La Senna A Parigi 2024 si nuoterà nella Senna, forse. Il...

Training Lab, tante strade una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Verso gli Assoluti 2024, il punto sui probabili Olimpici del Nuoto

Manca una settimana ai Campionati Assoluti Primaverili di Riccione, tappa fondamentale per l’avvicinamento del team italiano all’appuntamento Olimpico di Parigi 2024, ed è quindi arrivato il momento di fare un pò di chiarezza.Nel complicato intricarsi di regole,...

SwimStats, il Mondiale di Doha 2024 in 10 punti

Ultimo approfondimento Mondiale con 10 numeri da ricordare direttamente da Doha 2024.Gli atleti italiani qualificati per Parigi Se Doha doveva essere una prova generale, allora direi che è andata bene. L’Italia ne esce con diverse certezze, una su tutte la...

Speciale Master, Coopernuoto trionfa ai Regionali Emilia Romagna 2024

Archiviati i Campionati Regionali Emilia Romagna che si sono svolti domenica 11 e 18 febbraio 2024 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione che si conferma uno dei migliori impianti natatori a livello di ospitalità e logistica per le manifestazioni natatorie. Cinque i...

100 rana donne

Clamorosa eliminazione di Rūta Meilutytė, la campionessa in carica che sbaglia completamente gara (e arrivo) e si piazza al 17° posto con un tempo, 1.07.79, per lei improponibile. Batterie comunque abbastanza lente, con la cinese Tang Qianting che scende a 1.06.16 e guida la graduatoria provvisoria. Non brillantissime nemmeno le italiane: Benedetta Pilato è decima in 1.07.24, Arianna Castiglioni 13ª in 1.07.48. Per la finale servirà migliorarsi e non poco. 

Semi: Tang (CHN), Schouten (NED), McSharry (IRL), Zmushka (NIA), Yang (CHN), Teterevkova (LTU), Sim (SGP), Sztandera (POL), Hansson (SWE), Pilato (ITA), Angus (CAN), Haughey (HGK), Castiglioni (ITA), Ceballos (ARG), van Niekerk (RSA), Mamie (SUI)


200 stile libero uomini

Due tedeschi a guidare la classifica della mattinata, con Lukas Martens in 1.45.74 e Rafael Miroslaw in 1.45.89. passano anche Rapsys, Scott, Winnigton e Hwang, il sedicesimo crono è di Loktev in 1.47.37. Male i due azzurri, entrambi fuori dalle semifinali con tempi incolore e prestazioni negative: Matteo Ciampi 24° in 1.47.65, Marco de Tullio 29° in 1.48.46.

Semi: Martens (GER), Miroslaw (GER), Rapses (LTU), Scott (GBR), Hobson (USA), Winnington (AUS), Taylor (AUS), Matsumoto (JPN), Henveaux (BEL), Lee (KOR), Hwang (KOR), Ji (CHN), Sieradzki (POL), Costa (BRA), Auboeck (AUT), Loktev (ISR)

1500 stile libero donne

Nessun problema per Simona Quadarella, che si qualifica alla finale dei 1500 con una batteria nuotata fino ai 700 con con Isabel Gose e poi in completa solitaria: il suo tempo è il primo della mattinata, 16.02.96. 

Finale: Quadarella (ITA), Gose (GER), Li Bingjie (CHN), Gough (AUS), Kirpichnikova (FRA), Yang (CHN), Thomas (NZL), Kobrich (CHI) 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4