In scena nella notte italiana il secondo atto delle acque libere Mondiali con la 10 km maschile.

Come per la gara femminile, anche in quella maschile vengono messi in palio tre pass olimpici: la medaglia vale quindi doppio.

I pronostici completamente a favore degli atleti Europei. Gli italiani li conosciamo bene; la nostra coppia d’oro: Domenico Acerenza, campione europeo e vicecampione del mondo in carica. Gregorio Paltrinieri, campione del mondo in carica e bronzo olimpico.

Florian Wellbrock si presenta come uno dei favoriti. Dopo aver conquistato l’oro alle Olimpiadi di Tokyo 2021 si è messo al collo il bronzo ai mondiali dello scorso anno. Kristóf Rasovszky argento olimpico in carica, è sempre un cliente scomodo da avere in gara. I francesi non sono da sottovalutare anche se il più titolato Olivier non prenderà parte alla gara a causa di una sospensione disciplinare imposta dalla sua Federazione.

La gara parte su ottimi ritmi dettati dal tedesco Wellbrock. Paltrinieri parte molto nascosto nel gruppo mentre Acerenza sempre nella top 10. Il ritmo sale di giro in giro, si alternano in testa il tedesco e il magiaro Rasovszky. Proprio l’ungherese è autore di un cambio di ritmo importante durante il penultimo giro che mette in difficoltà tutti gli atleti e disegna un gruppo sottile e sfilacciato.

Questo strappo mette tutti in difficoltà, Acerenza si mette sui piedi del tedesco meno titolato il quarta posizione, in quinta troviamo il francese Fontaine e dietro di lui Paltrinieri. Inizia l’ultimo giro e Wellbrock prende la testa della gara, il ritmo sale ancora. Sui piedi del tedesco troviamo Rasovszky e il secondo atleta tedesco Klemet autore di una gara notevole quest’anno in coppa del mondo a Golfo Aranci. Acerenza battezza la quarta piazza ma perde contatto con il terzetto di testa.

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il passo del campione olimpico è devastante. Si stacca l’ungherese dalla scia del tedesco e la gara diventa un assolo. Negli ultimi 400 m, nonostante un piccolo errore di traiettoria da parte del campione tedesco, la gara per l’oro sembra chiusa mentre Rasovszky e Klemet si giocano le altre due medaglie.

Wellbrock arriva in solitaria con quasi 20″ di vantaggio sulla coppia inseguitrice. Lo sprint per la seconda piazza viene vinto d’astuzia da Rasovszky che schiaccia il tedesco meno esperto sul galleggiante vicino al tabellone d’arrivo. Acerenza chiude quarto a poco più di 30″, per lui una buona gara sempre agganciato al terzetto del podio; quinto Paltrinieri con un distacco di un minuto che nonostante alcuni problemi fisici riesce comunque ad arrivare nei primi 5.

Nulla di chiuso per le qualifiche Olimpiche. Rimangono 4 posti in palio per l’Italia. Ci si giocherà tutto ai Mondiali di Doha a febbraio 2024.

Fukuoka 2023 – 10 km uomini
 
 
🥇 Florian Wellbrock 🇩🇪 1h50’40.3
🥈 Kristof Rasovszky 🇭🇺 1h50’59.0 (+18.7)
🥉 Oliver Klemet 🇩🇪 1h51’00.0 (+20.5)
 
4 Domenico Acerenza 🇮🇹 1h51’16.7 (+36.4)
5 Gregorio Paltrinieri 🇮🇹 1h51’40.7 (+1’00.4)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4