Il Mondiale in acque libere 2023 continua con la staffetta 4×1500, la gara a squadre composta da due maschi e due femmine che chiude questa edizione delle open water giapponesi.

Vediamo com’è andata nel nostro recap.

Il Seaside Momochi beach di Fukuoka è agitato e abbastanza sporco, in seguito all’azione del monsone che ha colpito la zona nella giornata di ieri, ed il percorso di gara presenta quindi qualche insidia in più rispetto alle prove singole.

Al via ci sono 21 Nazionali, ma il grande assente è Florian Wellbrock, il tedesco che in questa edizione Mondiale ha dominato sia la 10 che la 5 chilometri, e che ha deciso di risparmiare le energie in vista degli impegni in vasca. L’Italia è invece al completo, con la coppia Acerenza-Paltrinieri per il settore maschile e Taddeucci-Pozzobon per le donne. 

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Ogni atleta deve percorrere un giro del quadrilatero di gara, mentre l’ordine di partenza è deciso da ogni Nazionale. L’Italia adotta la tattica classica: partono prima le due donne e poi i due uomini. Barbara Pozzobon, reduce da un’ottima 5km, è la prima dei nostri, e se la deve vedere con la forte australiana Chelsea Gubecka, argento della 10km. Al cambio, Pozzobon è nona a 1’10″ dalla Spagna (che però nuota con i maschi in prima frazione) e a soli 10 secondi dall’Australia.

La seconda è Ginevra Taddeucci, che con la staffetta è stata argento Mondiale ed oro Europeo nel 2022,  che se la deve vedere con Leonie Beck, dominatrice delle prove individuali. Davanti ci sono Spagna, USA e Francia, che hanno però schierato i maschi in partenza, mentre Taddeucci conclude il suo giro in ottava posizione, con Germania ed Ungheria in scia.

La terza frazione è di Domenico Acerenza, che si trova a nuotare con l’ungherese Rasovszky e con il tedesco Muffels, sostituto di Wellbrock. Il bronzo della 5km è bravo a non mollare la scia dell’ungherese, che si invola per dare uno strappo alla gara allungando il gruppo delle nazioni favorite. All’ultimo cambio, Australia e Spagna sono in testa ma il treno Ungheria-Italia-Germania segue a pochi secondi.

Recuperata velocemente l’Australia, Gregorio Paltrinieri deve inseguire David Bethelem, e bracciata dopo bracciata il suo forcing diventa insostenibile per l’ungherese.

L’Italia conquista così il suo primo oro a questi Mondiali, e anche il primo oro iridato per una staffetta con questa modalità (in passato si premiava la squadra con la miglior somma tempi delle prove individuali). Argento all’Ungheria a +4 secondi, bronzo all’Australia che beffa la Germania allo sprint finale.

Paltrinieri: “Era la medaglia che ci mancava, ci tenevamo moltissimo a vincere come squadra perchè è la testimonianza che il progetto fondo sta funzionando. Peccato per il pass olimpico mancato, ma siamo sulla strada giusta.”

Rubaudo: “Il Mondiale è stato positivo e non solo per le medaglie. La 10km mi lascia comunque soddisfatto, perchè sia tra i maschi che tra le femmine abbiamo dimostrato di essere protagonisti, l’obiettivo rimane sempre avere quattro atleti qualificati per i Giochi Olimpici.”

Fukuoka 2023 – 4×1500 mista
 
🥇 Italia 🇮🇹 1h10’31.2
🥈 Ungheria 🇭🇺 1h10’35.3 (+4.1)
🥉 Australia 🇦🇺 1h11’26.7 (+55.5)
Foto: Fabio Cetti | Corsia4