L’Ice Swimming – nuoto in acque gelide – sta interessando parecchi atleti Assoluti e Master in tutto il mondo, ed è in crescita anche in Italia, anche se ancora in fase embrionale.

Ai Campionati Europei di Oradea, in Romania, a febbraio 2024 hanno partecipato 323 atleti di cui 18 italiani, che hanno conquistato 32 medaglie – 13 ori, 7 argenti e 12 bronzi – con 4 record mondiali di categoria.

Il Board di International Ice Swimming Association – IISA – nella figura del suo Presidente Ram Barkai, con il supporto di Petar Stoychev (atleta di fama mondiale e pluri-Campione Mondiale nel nuoto in acque libere) ha già siglato accordi importanti per portare questa disciplina a essere riconosciuta come specialità olimpica, in primis con la European Aquatics, ora con il CIO.

Un obiettivo è di portare, alle prossime Olimpiadi Invernali, l’ Ice Swimming almeno come disciplina dimostrativa.

Gli atleti iscritti sul sito IISA hanno quasi raggiunto le 5500 unità, con circa 2500 che svolgono regolarmente le gare internazionali, master e/o assoluti; agli ultimi Europei a Oradea, come pure agli scorsi Mondiali di Samoens 2023 in Francia, ha partecipato il francese Axel Reymond, campione mondiale di nuoto di fondo.

In previsione dei prossimi Campionati Mondiali, che si terranno in Italia a Molveno, in Trentino, dal 13 al 19 Gennaio 2025, IISA Italia sta pensando a diverse iniziative per attirare più praticanti tra i nuotatori italiani.

Stanno dunque organizzando degli appuntamenti nel Nord Italia nel prossimo inverno, al fine di far provare la disciplina e portare gli atleti a praticarla con regolarità, guidandoli anche nell’acclimatamento progressivo al calo della temperatura.

Potrete rimanere informati sui canali social sulle varie iniziative: IISA Italia su Facebook

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Le gare di nuoto in acque gelide, si svolgono con temperatura dell’acqua al di sotto dei 5° in piscina, lago o fiume, “vestiti” solo con costume, cuffia, occhialini, eventuali tappi nelle orecchie e sono vietati oli e creme.
Le regole delle nuotate sono identiche al nuoto tradizionale, cambiano per la partenza che viene effettuata dall’acqua e senza virate (capovolta) e senza subacquee lunghe (sono consentiti 5 metri).

Però per dare maggiore lustro ai “nostri” Campionati, esortiamo gli atleti Master e Assoluti che si vogliono cimentare in questa nuova disciplina a contattare IISA Italy mediante la mail internationaliceswimmingitaly@gmail.com per avere informazioni e mandare le proprie candidature.

Le gare dai 50 metri fino ai 250 metri non richiedono particolari selezioni, mentre per le gare più lunghe 500 stile libero e 1000 stile libero bisogna affrontare la prova della nuotata qualificante come da Regolamento IISA Italy e IISA International al fine di dimostrare la propria tempra nel resistere sotto i 5° dai 6 minuti in su, anche se i posti sono a numero chiuso, in quanto essendo gare lunghe, che richiedono tempo nello svolgimento, a ogni Nazione vengono rilasciati un numero di posti limitati.

Record

Come nel nuoto tradizionale anche nell’Ice Swimming è data molta importanza anche al settore Para, che non ha ancora molti iscritti e non è codificato come il tradizionale, ma con un aumento progressivo degli atleti, sicuramente comincerà ad avere le sottocategorie.

Al fine di chiarire che le gare sono di alto livello, considerando le temperature e le limitazioni alle nuotate e per lanciare una sfida a tutti ecco di seguito i record Mondiali Open e Para femminili e maschili (ci sono anche di categoria).

Comunicato e foto IISA Italy