Select Page

#Buda-best: il meglio di Budapest fuori dalle vasche dei Mondiali

#Buda-best: il meglio di Budapest fuori dalle vasche dei Mondiali

“La mia casa è Budapest, la mia cassa del tesoro nascosta” cantava George Ezra nel suo pezzo “Budapest” dove l’autore raccontava il suo amore per la città. E non c’è da stupirsi considerando le numerose sfaccettature che questo luogo mette a disposizione dei suoi visitatori.

Budapest sorge sul fiume Danubio, sulle cui sponde è quasi pronto l’impianto che dal 7 al 20 Agosto ospiterà i Mondiali di nuoto master, la Dagály Aquatics Arena; sarà invece nel lago Balaton, 100 chilometri a sud della capitale ungherese, che si svolgerà la gara di 3 chilometri in acque libere.

Partecipare a questo imperdibile evento sarà per molti l’occasione di visitare Budapest con la scusa di una vacanza o di una più breve “fuga”.

Budapest offre attrazioni per tutti i gusti e per questo abbiamo deciso di selezionare per voi ciò che davvero non potrete perdere durante la vostra meravigliosa esperienza ungherese: il Buda-best!

Great Market Hall | www.bonappetour.com

Un pre-gara al sapore di paprika

In occasione di un Mondiale di nuoto l’alimentazione riveste sicuramente un ruolo fondamentale ed anche i più curiosi assaggiatori di cucine esotiche dovranno frenare la propria fame di nuovi sapori per far posto al cibo salutare. Per fare ciò non c’è, a mio parere, posto migliore che il Great Market Hall.

I vostri accompagnatori potranno gustare le tipiche làngos, grandi frittelle che come una pizza si possono condire a piacimento con formaggio, wurstel, panna acida o verdure mentre voi atleti testerete carni e verdure di ogni tipo ed acquistare, come souvenir un po’ di paprika, spezia molto utilizzata nella cucina ungherese.

Se decidete di visitare questo mercato il consiglio è quello di non fermarvi al primo piano ma di arrivare fino al terzo per gironzolare tra ristoranti e banchetti di ogni sorta.

Brody House | brodyhouse.com

Dormire: sì, ma con “style”

Il riposo prima delle gare è essenziale ma se state cercando un’esperienza in un soggiorno unico a metà tra arte e design, il Brody House è quello che fa per voi.

Ce lo racconta in qualche riga Paola, creatrice di The Style Lovers, il portale che suggerisce indirizzi di classe al viaggiatore esigente:

“Il Brody House è un bed and breakfast giovane e cool. La sua personalità si contraddistingue per il suo inconfondibile incontro tra arte contemporanea e urban creativity. Gli arredi sono costituiti da un mix tra design nordeuropeo e pezzi di recupero che si integrano perfettamente nella cornice dei muri grezzi dell’hotel”.

Non fatevi sfuggire l’opportunità di soggiornare in questo fantastico B&B che con le sue 11 stanze dal prezzo “budget” trasformerà le vostre notti ungheresi in un tuffo nell’arte contemporanea.

Andrea Vergani vola al Mondiale di Gwangju

Andrea Vergani risulta iscritto nei 50 stile libero ai prossimi 18th FINA World Championships di Gwangju, in programma dal 12 al 28 luglio prossimi. La notizia non è ancora stata ufficializzata, ma dalle pagine del sito ufficiale FIN l'atleta risulta iscritto nella...

Swim Stats, cosa resta del Mondiale di Budapest 2017

Mancano davvero pochi giorni a Gwangju 2019, una delle edizioni dei Mondiali di nuoto più attese di sempre e di sicuro l’evento più importante del quadriennio in previsione delle Olimpiadi. Se Tokyo 2020 sarà la conclusione naturale del percorso di moltissimi atleti,...

Universiadi Napoli 2019, l’Italia chiude sesta nel medagliere del nuoto

Con la giornata di mercoledì 10 luglio si è conclusa la settimana di nuoto tra le corsie della trentesima edizione delle Universiadi. La rinnovata piscina Felice Scandone di Napoli è stata splendido teatro delle competizioni dedicate agli studenti universitari, alle...

Training Lab, la velocità nel nuoto: come e dove indirizzare l’allenamento

La sfida che da anni rappresenta un po’ una costante in tutto il nuoto mondiale da parte di atleti e allenatori riguarda la continua ottimizzazione della performance, che da un punto di vista pratico consiste nel cercare di trovare continuamente nuovi strumenti e...

Campionati Mondiali di nuoto paralimpico, i convocati per Londra

Ufficializzata la Nazionale che volerà a Londra per la IX edizione dei Campionati del Mondo di Nuoto Paralimpico, l'Aquatics Centre sede dei Giochi Olimpici e Paralimpici nel 2012 ospiterà la competizione dal 9 al 15 settembre prossimi. Saranno 22 atleti - 12 maschi e...

EuroJunior Kazan 2019, Italia terza in classifica e nel medagliere

In archivio anche i Campionati Europei juniores di nuoto che si sono svolti dal 3 al 7 luglio presso l'Aquatics Palace di Kazan (Russia). I 32 azzurrini - 19 ragazze e 13 ragazzi - convocati dal tecnico federale delle squadre nazionali giovanili Walter Bolognani hanno...

Gellert Spa | gellertspa.com

In piscina, ma non a gareggiare!

Visitare uno dei numerosi bagni termali non è soltanto una tappa fondamentale durante un viaggio a Budapest, ma si rivelerà il modo migliore per riprendere forze dopo le gare dei Mondiali.

Budapest offre una grandissima scelta in termini di spa ma la Gellert Spa vi lascerà assolutamente senza fiato; costruita nel 1918 e decorata in stile Art Nuveau, questa spa vi stupirà con i suoi affascinanti tetti in vetro e vi racconterà, attraverso le proprie vasche, la cultura dei bagni termali tramandata dai Turchi.

Le tredici vasche interne ed esterne potranno coccolarvi con vera acqua termale a differenti temperature ma, a disposizione degli utenti, ci sono anche saune, bagni di vaporearomaterapia.

Attenzione! Se è vero che le acque termali ricche di calcio e magnesio sono un toccasana per le vostre articolazioni, dovrete invece aver cura nella scelta del costume: indossatene uno vecchio, a cui non tenete particolarmente perchè i tessuti ne assorbiranno le componenti chimiche e il tipico odore di zolfo… difficile da rimuovere.

360 bar | www.therooftopguide.com

Festeggiamenti con vista

Quando si pensa a Budapest, la prima immagine che sovviene nelle nostre menti abituate alle temperature mediterranee, è quella di una città fredda, grigia, da vivere con guanti sempre a portata di mano e sciarpe XXL. Ma, se è vero che il clima della capitale ungherese si rivela particolarmente rigido in inverno, nella stagione estiva dei Mondiali saprà mostrarvi un lato nascosto ed inaspettato.

Budapest in agosto – e per tutta la stagione calda – archivia cappotti e piumini, tira fuori dagli armadi le mezze maniche e si lascia vivere sui rooftop bar. Dopo la celebre scena del film Una Notte da Leoni 2 infatti, in cui i protagonisti si lanciavano in un selvaggio weekend a Bangkok con un aperitivo con vista mozzafiato in uno dei locali più “alti” della città, è letteralmente esplosa la mania degli sky bar o, appunto, dei rooftop bar.

Se quello che cercate è una visione completa della città non potrete perdervi il 360 il locale situato più in alto di Budapest, grazie a cui non dovrete neppure scegliere quale parte di Budapest preferite osservare dall’alto!
Alla sera, vi consigliamo di sedere ad Ovest, il lato del tramonto in cui potrete sorseggiare un calice di vino o un delizioso cocktail guardando il sole che lentamente si nasconde dietro alle cupole della città capitale.

Al Gozsdu Sky Terrace la parola d’ordine è invece “cultura”, e non dovrete scegliere neppure il giorno in cui visitarlo!
Aperto 7 su 7 e situato nel quartiere ebraico, questo rooftop bar propone appuntamenti culturali dal lunedì al mercoledì e musica elettronica il resto della settimana!

Budapest non è un posto qualunque dove soggiornare durante i Mondiali di nuoto master, ma una Capitale da vivere con le sue mille sfaccettature.

Budapest vi racconterà la sua storia durante il giorno e diverrà regina della festa e della musica elettronica la notte. Vi invoglierà a fare lunghe passeggiate lungo il “Bel Danubio Blu” e ad osservare le sue cupole dall’alto.

Se siete ancora indecisi se partecipare ai Mondiali di nuoto master sappiate che Budapest è tutto questo e molto altro e noi non vediamo l’ora di visitarla!

(Foto copertina: www.silverkris.com)

About The Author

Valeria Molfino

Appassionata di nuoto e running ma soprattutto innamorata della scrittura. Blogger da sempre, ama osservare e descrivere persone e relazioni cogliendone le sottili connessioni e le sfumature più nascoste.

Ultimi Tweet

?>