Ultima giornata di gare individuali ai Campionati Italiani Master di Nuoto – domani si chiude con le staffette a stile sia miste che di genere – la mattina si parte con i 100 dorso in coperta e i 100 rana in esterna e si chiude con le staffette miste femminili. Al pomeriggio i 50 stile libero e le staffette miste maschili.

Sette i record individuali stabiliti oggi: 4 nel dorso, 1 nella rana e 2 a stile libero fra i quali spicca l’Europeo di Olessia Bourova, vediamoli nel dettaglio insieme alle vincitrici e ai due record di staffetta femminili.

Iniziamo dal dorso che porta in dote ben quattro record equamente distribuiti sui generi: negli M25 cadono i primati nazionali per mano di Valentina Lucconi con 1.07.01 (981.05) e Alessandro Marian con 58.93 (971.32), negli M50 Luca Vigneri con 1.04.35 (987.88) si migliora di 3 centesimi (anche record Europeo) e Maria Alwine Eder nelle M55 con 1.20.12 abbassa di due secondi il tempo della Tarantino (964.55).

La migliore prestazioni di specialità sono nuotate da Maurizio Tersar negli M40 vinti in 59.34 (1018.71) – che risulterebbe essere RE nonostante il RI sia pari a 59.26 – Silvia Parocchi M50 con 1.11.98 (1017.64), nella stessa categoria bene Maria Elena Rossi che chiude in 1.16.04 (963.31).

Podio di qualità negli M35: vittoria di Marco Maccianti con 1.00.49 e 986.44, alle sue spalle Giovanni Perulli con 1.01.74 e Leonardo Federici con 1.01.95 (966.47 e 963.20), bene negli M45 Raffaele Lococciolo vincente in 1.03.63 (971.87).

Il più veloce alle piastre è l’M30 Enrico Catalano alla vittoria M30 in 58.70 (985.01), segutio da Entoni Cantello con 1.00.27 (959.35), sotto il minuto anche l’argento M25 di Leonardo Belfioretti con 59.95 (954.80). Segnaliamo inoltre l’argento M50 di Alessio Germani con 1.05.45 (971.28).

Si prosegue con la rana con l’ennesimo record di Carlo Travaini che migliora se stesso portando il limite nazionale M50 a 1.08.66 e ottenendo la migliore prestazione maschile con 1022.87 punti, argento per Fabio Cavalli in 1.11.23 e bronzo per Stefano Pacini (985.96 e 955.51).

Monica Corò nuota la migliore prestazione assoluta vincendo le M55 in 1.20.97 e collezionando 1063.36 punti, seguono Carla Venice M25 al miglior crono di 1.15.97 (962.75), Liana Corniani oro M60 in 1.33.90 e  Monica Tripi argento in 1.34.76 (961.24 e 952.51).

In campo maschile ottime prove per Alberto Sica M70 che chiude in 1.28.58 (968.50), Stefano Garzonio M35 1.07.84 (961.38), Alberto Montini M45 1.10.42 (960.52), Claudio Negri M80 1.46.36 (958.63) e Stefano Rosettani M25 che realizza il tempo più veloce di 1.06.23 (955.16).

La mattinata si chiude con le staffette miste femminili dove cadono due RI: la formazione del Forum SC M240 composta da Monica Tripi, Priscilla Giglio, Liana Corniani e Susanna Sordelli chiude in 2.36.32 (964.18) migliorando di 4” il limite della stessa squadra nuotato a Riccione lo scorso anno. Nella categoria M280 ritroviamo portagonista il Malaspina SC: Luisa Maresca, Gabriella Tucci, Annarita Blosi e Laura Battistini con 3.08.83 (942.91) abbassano il precedente limite di oltre 10 secondi.

Di seguito le campionesse delle altre categorie:

M100 Coopernuto – Bonetti, Benetti, Tagliati, Guareschi – 2.11.56
M120 Aquatica Torino – Bichi, Virgilio, Gallimbeni, Vanzetti – 2.10.85 (966.37)
M160 NC Firenze – Floris, Kulis, Tocchini, Fucini – 2.09.91 (981.68)
M200 Roma Nuoto Master – Schiavoni, Petracchi D, Petracchi C, Castellani – 2.27.91 (936.65)

Caso Cina-doping: cosa dicono Istituzioni, Atleti, WADA

Le reazioni al caso Cina-Doping Del caso che ha sconvolto il nuoto abbiamo parlato qui, cercando di dare un punto di vista più obiettivo possibile su un tema che avrebbe bisogno di spazio quotidiano anche solo per essere spiegato bene. Inevitabilmente, vista la...

McKeown protagonista a Gold Coast, il Recap dei Campionati Australiani

Messaggi importanti in arrivo dalla terra dei canguri! In Australia infatti sono andati in scena i rispettivi Campionati nazionali, direttamente da Gold Coast dal 17 al 20 aprile. Non era un evento di qualificazione olimpica - i Trials Aussie saranno a giugno - ma le...

Caso Cina-doping: innocenti e colpevoli

Un pò di chiarezza nel caso che ha sconvolto il nuoto. Nel quale, spoiler, nessuno ci fa una bella figura.Partiamo dai fatti Un’inchiesta del New York Times e del network tedesco ARD rivela che ventitré nuotatori cinesi sono stati trovati positivi alla trimetazidina...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 farfalla

I 100 farfalla sono tra le pochissime specialità Olimpiche introdotte nel programma prima al femminile - Melbourne 1956 - che al maschile a Città del Messico 1968. Come risultato abbiamo 31 campioni olimpici, 14 uomini e 17 donne, distribuiti su 10 Nazioni, con gli...

Madeira 2024 | La Nazionale azzurra per gli Europei di nuoto paralimpico

Dopo le edizioni del 2016 e del 2021 l'isola di Madeira, torna protagonista ospitando la VII edizione dei Campionati Europei Open 2024. Solo una manciata di giorni dividono i 32 azzurri dall' Europeo che si terrà presso il Complexo de Piscinas Olimpicas do Funchal dal...

Fatti di nuoto Weekly: lo Spirito Olimpico

A 100 giorni esatti dai Giochi di Parigi, Fatti di nuoto weekly va alla ricerca dello spirito Olimpico, quell’impalpabile essenza che ci fa sentire sempre più vicini alle due settimane più belle per ogni sportivo che si rispetti. Pronti?Ancora abusi nel nuoto Prima...

Al pomeriggio si riparte con i 50 stile libero all’insegna del settore femminile che porta a casa due record e la migliore prestazione assoluta di Olessia Bourova che lima il suo primato M35 di 4 decimi portandolo a 26.58 (1005.64) e Laura Losito Faucci nelle M75 con 42.11 (887.20) che cancella il precedente 42.29 di Gabriella Tucci.

Segnaliamo le altre prestazioni eccellenti: l’argento di Giuseppa Zizzo nelle M35 con 27.43 (974.48), Monica Soro prima M45 in 28.29 (972.07), Monica Vaccari vincente nelle M55 in 30.87 (961.45), Carole Smith oro M60 con 31.89 (962.06) ed Elisa Bassi oro M25 in 27.63 (954.76).

Il più veloce è Nicolò Ceseri primo M25 in 23.60 (979.24), segue Michele Ratti alla vittoria M30 in 23.98 (960.80), argento per Patrizio Barbini con 24.09 (956.41). Podio eccellente negli M35 con Stefano Garzonio oro in24.18, alle sue spalle Gianluca Ermeti e Mario Iacovone (967.74, 950.83, 950.06).

Bella sfida negli M45 con Piergiorgio De Felice che la spunta su Mauro Lanzoni: 25.04 e 25.18 (977.64 e 972.20), Gianluca Giglietti vince gli M55 con 26.58 davanti a Stefano Vaghi in 26.99 (965.39 e 950.72) e William Careddu con 24.69 (969.22) si aggiudica gli M40.

(foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4.it)