La piscina da 50 metri e 8 corsie del Centro natatorio comunale di Treviso ha ospitato nello scorso fine settimane il 16° Memorial Andrea Bettiol. La manifestazione, che quest’anno è tornata sui livelli numerici dei 2014, arrivando a contare ben 1049 partecipanti in rappresentanza di 94 società, ed un totale di 1939 gare individuali disputate, si è dimostrata non solo un evento sportivo in grado di attirare un incredibile numero di atleti (a maggior ragione in considerazione della sua prossimità temporale con i Campionati europei Master di Londra), ma anche una grande festa per ricordare l’atleta di casa prematuramente scomparso nel 2000.

La “due giorni” di nuoto Master, che si svolge tradizionalmente il venerdì e il sabato ed è organizzata dalla società Natatorium Treviso in collaborazione con la famiglia Bettiol, ha visto uno straordinario Matteo Montanari stabilire il quarto record italiano M25 nel mezzofondo. Dopo aver già fatto suo quello degli 800 stile libero nel 2015 e quello dei 1500 in vasca corta lo scorso 9 aprile, l’atleta classe 1989 della ESC, ha infatti centrato, col tempo di 16’42”70 (991,04 p) il nuovo primato in vasca lunga, migliorando il precedente 16’47”90 di Andrea Marcato, fino a pochi giorni fa il più longevo limite nella categoria, risalente addirittura al 26 giugno 2002.
Se quella di Montanari è stata anche la migliore prestazione maschile della manifestazione, il punteggio più alto in assoluto è stato ottenuto da Monica Corò (Stilelibero), che nei 50 rana, al suo ultimo anno da M50, ha sfoderato un ottimo 35”22 e ottenuto ben 1038,90 punti.

Tre record italiani sono poi arrivati anche nelle Mistaffette 4×100 stile libero: nella categoria M100-119 gli staffettisti di casa della Natatorium Treviso (Barro, Benetton, Piovesan, Toniolo) hanno ritoccato di oltre cinque secondi, portandolo a 4’06”56 (927,48 p) il record di 4’11”68 fatto segnare dal Team Nuoto Siracusa il 22 marzo 2015, mentre nella categoria M160-199 la formazione del Città sport Vicenza (Dal Cortivo, Rigon, Battistini, Zannol), ha nettamente superato, grazie al tempo di 4’14”14 (939,76 p), il primato che apparteneva dal 22 maggio 2015 al Montenuoto (4’27”67). Infine, nella categoria M200-239, il 2001 Padova (Ungarelli, Catanzaro, Matterazzo, Cieri) ha limato, col crono di 4’46”76 (850,75 p), il limite del Tennis Club Matchball (4’47”40) del 22 marzo 2015.

Ad aggiudicarsi il trofeo è stata la società Acquaviva 2001, che con 58.170,93 punti ha superato i Nuotatori Padovani (49.158,21 p) e il Montenuoto (40.411,94 p).

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

EA Open Water Cup 2024 | Oro Acerenza, argento Taddeucci a Piombino

Riparte da Piombino la EA Open Water Cup 2024, il circuito europeo di cinque tappe che vede in acqua tutti i migliori interpreti del nuoto di fondo continentale, bellissimo antipasto dell’estate Olimpica.  Con il sole splendente, ma un’acqua ancora abbastanza...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

EA Open Water Cup 2024 | Prima tappa a Piombino nel segno della ricerca

La nuova stagione della LEN Open Water Cup 2024 è alle porte, sabato 18 maggio ci sarà l'apertura del cirucito con la tappa di Piombino . Tanti gli azzurri in gara in questa tappa italiana che vede oltre 140 partenti, si gareggerà con temperatura dell'acqua intorno ai...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Raduni nazionali: velocisti a Ostia, Mezzofondisti e mististi al CPO di Livigno

Continuano i raduni per gli atleti di interesse nazionale in avvicinamento al Sette Colli: un gruppo di velocisti parteciperà a tre giorni di monitoraggio presso il Centro Federale di Ostia, mentre il Centro di Preparazione Olimpica di Livigno opsiterà una selezione...

Pilato e Miressi protagonisti al Gran Prix Città di Napoli

Napoli, piscina Scandone! Il settimo Gran Prix Città di Napoli – Trofeo Vecchio Amaro del Capo è stato protagonista nel fine settimana, con tanti big azzurri scesi in acqua per continuare l’avvicinamento al Sette Colli prima e ai Giochi poi.Pilato & Miressi Due...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Brasiliani

Da Brasilia direzione Parigi! È tempo Trials Brasiliani, vediamo subito cosa è venuto fuori dai Campionati Nazionali carioca! Al via manca qualche atleta, quelli coinvolti nell’alluvione che ha colpito la zona del Rio Grande du Sol, mentre una parte di team olimpico è...

400 mx
M25 Marzia Di Giovanni (VV. FF.  Ravalico) – 5’51”74 e 877,30 p
M25 Matteo Montanari (Esc) – 4’46”51 e 961,26 p
M40 Fabio Piovesan (UOEI C. Cabbia) – 5’14”00 e 921,18 p

200 sl
M30 Martina Benetton (Natatorium Treviso) – 2’17”73 e 924,20 p
M25 Alessandro Doria (Gabbiano) – 2’04”75 e 906,53 p
M40 Fabio Piovesan – 2’08”37 e 915,40 p

200 ra
M25 Claudia Bevilacqua (Amatori N.) – 2’56”76 e 904,56 p
M50 Monica Corò (Stilelibero) – 2’53”59 e 1032,95 p
M25 Daniele Dissegna (N. Triestini) – 2’33”43 e 913,71 p
M40 Andrea Lucchese (Uisp  N. Cordenons) – 2’40”96 e 915,76 p

800 sl
M40 Laura Volpi (Sport Management Lombardia) – 10’34”70 e 892,99 p
M25 Marco Tuscano (Esc) – 9’22”70 e 912,42 p
M30 Davide Freschet (Ranazzurra Conegliano) – 9’12”80 e 918,55 p

1500 sl
M30 Gaia Petracca (Triestina N.) – 19’19”70 e 919,82 p
M25 Matteo Montanari – 16’42”70 e 991,04 p RI
M30 Davide Freschet – 17’55”30 e 926,06 p
M40 Massimo Gaudiano (Acquaviva 2001) – 18’31”90 e 909,91 p
M50 Riccardo Bucci (Riviera N.) – 19’21”40 e 922,51 p
M55 Gaetano Delli Guanti (Natatorium Treviso) – 19’28”90 e 946,74 p
M70 Luciano Cammelli (N. Padovani) – 23’29”30 e 930,79 p

400 sl
M60 Orietta Negri (Triestina N.) – 6’04”77 e 891,51 p
M30 Michele Modolo (Montenuoto) – 4’27”94 e 911,85 p
M35 Manuel Zugno (Padovanuoto) – 4’24”51 e 946,58 p
M40 Luca Viezzer (Sportivamente Belluno) – 4’41”48 e 903,15 p

200 mx
M35 Sara Cracco (Arca) – 2’42”10 e 911,41 p
M25 Stefano Romeo (Stilelibero) – 2’18”17 e 924,37 p
M30 Claudio Montano (Montenuoto) – 2’18”36 e 922,74 p
M55 Gaetano Delli Guanti – 2’39”77 e 914,56 p

100 fa
M25 Elisa Tomé (G – Udine) – 1’14”40 e 850,40 p
M40 Alberto Vianello (S.C. Noale) – 1’04”29 e 895,32 p 

100 do
M60 Orietta Negri (N. Triestini) – 1’31”29 e 889,69 p
M40 Alessandro Famà (UOEI C. Cabbia) – 1’06”54 e 908,48 p 

Mistaffetta 4×100 SL
M100-119 Natatorium Treviso (Barro-Benetton-Piovesan-Toniolo) – 4’06”56 e 927,48 p RI
M120-159 Arca (Frappa-Piccolo-Marchesin-Cracco) – 4’09”57 e 947,03 p
M160-199 Città Sport Vicenza (Dal Cortivo-Rigon-Battistini-Zannol) – 4’14”14 e 939,76 p RI
M200-239 2001 Padova (Ungarelli-Catanzaro-Matterazzo-Cieri) – 4’46”76 e 850,75 p RI

50 sl
M25 Silvia Pavan (C.N. Le Bandie) – 28”86 e 919,96 p
M35 Barbara Zannol (Città Sport Vicenza) – 28”97 e 922,68 p
M50 Monica Vaccari (Padovanuoto) – 31”14 e 915,54 p
M25 Alessandro Marian (Gymnasium Spilimbergo) – 24”41 e 949,61 p
M35 Stefano Barro (Natatorium Treviso) – 25”71 e 910,93 p
M40 Lorenzo Cecchinato (N. Veneziani) – 26”66 e 902,10 p
M45 Fabio Pianca Spinadin (Nottoli N.) – 26”43 e 926,22 p 

50 ra
M50 Monica Corò – 35”22 e 1038,90 p
M25 Alessandro Doria – 29”73 e 957,95 p
M35 Marco Volpe (UOEI C. Cabbia) – 31”55 e 928,37 p
M50 Giovanni Pivato (C.N. Stra) – 33”11 e 948,66 p

50 fa
M50 Monica Vaccari – 33”01 e 934,57 p
M25 Alessandro Marian – 26”29 e 937,24 p
M30 Enrico Catalano (Serenissima N.C.) – 25”74 e 966,98 p
M35 Simone Zulian (C.N. Rosà) – 27”89 e 902,83 p
M40 Andrea Marcato (C.N. Stra) – 28”14 e 912,58 p
M45 Fabio Pianca Spinadin – 28”61 e 917,51 p
M50 Flavio Bucci (Riviera N.) – 29”71 e 903,74 p

50 do
M35 Sara Cracco – 34”08 e 914,32 p
M30 Enrico Catalano – 27”72 e 962,12 p

Mistaffetta 4×50 mx
M200-239 Stilelibero (Murgia-Corò-Zaja-Vanin) 2’16”99 e 892,91 p

(foto copertina: Patrizia Piovesan)