La piscina da 50 metri e 8 corsie del Centro natatorio comunale di Treviso ha ospitato nello scorso fine settimane il 16° Memorial Andrea Bettiol. La manifestazione, che quest’anno è tornata sui livelli numerici dei 2014, arrivando a contare ben 1049 partecipanti in rappresentanza di 94 società, ed un totale di 1939 gare individuali disputate, si è dimostrata non solo un evento sportivo in grado di attirare un incredibile numero di atleti (a maggior ragione in considerazione della sua prossimità temporale con i Campionati europei Master di Londra), ma anche una grande festa per ricordare l’atleta di casa prematuramente scomparso nel 2000.

La “due giorni” di nuoto Master, che si svolge tradizionalmente il venerdì e il sabato ed è organizzata dalla società Natatorium Treviso in collaborazione con la famiglia Bettiol, ha visto uno straordinario Matteo Montanari stabilire il quarto record italiano M25 nel mezzofondo. Dopo aver già fatto suo quello degli 800 stile libero nel 2015 e quello dei 1500 in vasca corta lo scorso 9 aprile, l’atleta classe 1989 della ESC, ha infatti centrato, col tempo di 16’42”70 (991,04 p) il nuovo primato in vasca lunga, migliorando il precedente 16’47”90 di Andrea Marcato, fino a pochi giorni fa il più longevo limite nella categoria, risalente addirittura al 26 giugno 2002.
Se quella di Montanari è stata anche la migliore prestazione maschile della manifestazione, il punteggio più alto in assoluto è stato ottenuto da Monica Corò (Stilelibero), che nei 50 rana, al suo ultimo anno da M50, ha sfoderato un ottimo 35”22 e ottenuto ben 1038,90 punti.

Tre record italiani sono poi arrivati anche nelle Mistaffette 4×100 stile libero: nella categoria M100-119 gli staffettisti di casa della Natatorium Treviso (Barro, Benetton, Piovesan, Toniolo) hanno ritoccato di oltre cinque secondi, portandolo a 4’06”56 (927,48 p) il record di 4’11”68 fatto segnare dal Team Nuoto Siracusa il 22 marzo 2015, mentre nella categoria M160-199 la formazione del Città sport Vicenza (Dal Cortivo, Rigon, Battistini, Zannol), ha nettamente superato, grazie al tempo di 4’14”14 (939,76 p), il primato che apparteneva dal 22 maggio 2015 al Montenuoto (4’27”67). Infine, nella categoria M200-239, il 2001 Padova (Ungarelli, Catanzaro, Matterazzo, Cieri) ha limato, col crono di 4’46”76 (850,75 p), il limite del Tennis Club Matchball (4’47”40) del 22 marzo 2015.

Ad aggiudicarsi il trofeo è stata la società Acquaviva 2001, che con 58.170,93 punti ha superato i Nuotatori Padovani (49.158,21 p) e il Montenuoto (40.411,94 p).

TYR Pro Series #3 | A Mission Viejo ottima Ledecky, Dressel “in progress”

Il nuoto USA passa da Mission Viejo, California, per la tappa di aprile delle TYR Pro Swim Series 2021. Visto l’avvicinarsi del periodo più importante dell’anno, quello che porterà ai Trials e di conseguenza alle Olimpiadi, molti dei top swimmer americani si sono...

Trials Giappone, a Tokyo le sfide per le Olimpiadi di casa

Immaginatevi di essere tra gli atleti più forti del mondo e di poter disputare le Olimpiadi proprio a casa vostra. Una combinazione perfetta, che per i bimbi giapponesi non capitava dal 1964. Arriva però una pandemia mondiale che rinvia tutto di un anno. Resti tra i...

A Kazan Trials di Stato scoppiettanti per i nuotatori russi

Aprile dolce dormire… in qualche caso forse, non certo nel mondo del nuoto! Nel giro di una settimana come l’esplosione della primavera si sono prolificate manifestazioni in tutto il mondo, una dopo l’altra, tante da toglierci il fiato e darci una bella scorpacciata...

Aqua Sphere ‘una lente per ogni occasione’ con Kayenne

Che tu sia un nuotatore di acque libere o di piscina, sai benissimo quanto sia importante la scelta dell'occhialino giusto. Non solo per la forma anatomica che si deve adattare al tuo viso, per le possibili personalizzazioni dalla misura dell'elastico al "ponte sul...

Da Livigno a Siracusa per i collegiali pre-Europei di Budapest

Il prossimo evento internazionale per la Nazionale, che porta verso le Olimpiadi di Tokyo, sono i Campionati Europei di Budapest in programma dal 17 al 23 maggio prossimi. In attesa della formalizzazione ufficiale della Nazionale, oltre ai qualificati dei Campionati...

ItalNuoto e Olimpiadi | Sydney 2000, il primo argento di Massimiliano Rosolino

Basta guardare le immagini delle finali di Atlanta 1996 e, poi, quelle di Sydney 2000, per capire quanto il nuoto cambi nel quadriennio conclusivo del millennio. Non è solo l’apparizione dei primi body, su tutti quello totale di Ian Thorpe, a modificare l’impatto...

Nasce il Coordinamento associazioni gestori impianti natatori

Uniti per tutelare 4.000.000 di italiani che frequentano le piscine e 2000 imprese sportive che gestiscono impianti natatori AGISI, ASSONUOTO, Insieme si vince, Piscine del Piemonte e SIGIS per la sussistenza del settore che coinvolge più di 2.000 impianti natatori,...

Fatti di nuoto weekly: Hype

Mercoledì è arrivato e così anche Fatti di nuoto Weekly, il vostro rito settimanale per rimanere aggiornati sul nuoto e dintorni. Questa settimana c’è molto di cui parlare, quindi partiamo subito, inevitabilmente, dagli Assoluti.- 113 A TOKYO Trovatemi un aggettivo...

Swim Stats, l’analisi in numeri degli Assoluti 2021

Dopo due anni esatti di assenza, i Campionati Nazionali Assoluti sono tornati, pur con tutte le precauzioni e le limitazioni del periodo, a ravvivare il calendario natatorio italiano. Esattamente come previsto per l’edizione 2020, saltata poi a causa del Covid-19, la...

Assoluti 2021 day 4 | Alberto Razzetti illumina l’ultima giornata con record e pass olimpico

Siamo arrivati all’ultimo pomeriggio di finali degli Assoluti 2021, con gli ultimi posti disponibili per volare a Tokyo per i Giochi Olimpici o passare da Budapest per i Campionati Europei. Lo Stadio del Nuoto di Riccione, popolato di soli tecnici e atleti come usuale...

400 mx
M25 Marzia Di Giovanni (VV. FF.  Ravalico) – 5’51”74 e 877,30 p
M25 Matteo Montanari (Esc) – 4’46”51 e 961,26 p
M40 Fabio Piovesan (UOEI C. Cabbia) – 5’14”00 e 921,18 p

200 sl
M30 Martina Benetton (Natatorium Treviso) – 2’17”73 e 924,20 p
M25 Alessandro Doria (Gabbiano) – 2’04”75 e 906,53 p
M40 Fabio Piovesan – 2’08”37 e 915,40 p

200 ra
M25 Claudia Bevilacqua (Amatori N.) – 2’56”76 e 904,56 p
M50 Monica Corò (Stilelibero) – 2’53”59 e 1032,95 p
M25 Daniele Dissegna (N. Triestini) – 2’33”43 e 913,71 p
M40 Andrea Lucchese (Uisp  N. Cordenons) – 2’40”96 e 915,76 p

800 sl
M40 Laura Volpi (Sport Management Lombardia) – 10’34”70 e 892,99 p
M25 Marco Tuscano (Esc) – 9’22”70 e 912,42 p
M30 Davide Freschet (Ranazzurra Conegliano) – 9’12”80 e 918,55 p

1500 sl
M30 Gaia Petracca (Triestina N.) – 19’19”70 e 919,82 p
M25 Matteo Montanari – 16’42”70 e 991,04 p RI
M30 Davide Freschet – 17’55”30 e 926,06 p
M40 Massimo Gaudiano (Acquaviva 2001) – 18’31”90 e 909,91 p
M50 Riccardo Bucci (Riviera N.) – 19’21”40 e 922,51 p
M55 Gaetano Delli Guanti (Natatorium Treviso) – 19’28”90 e 946,74 p
M70 Luciano Cammelli (N. Padovani) – 23’29”30 e 930,79 p

400 sl
M60 Orietta Negri (Triestina N.) – 6’04”77 e 891,51 p
M30 Michele Modolo (Montenuoto) – 4’27”94 e 911,85 p
M35 Manuel Zugno (Padovanuoto) – 4’24”51 e 946,58 p
M40 Luca Viezzer (Sportivamente Belluno) – 4’41”48 e 903,15 p

200 mx
M35 Sara Cracco (Arca) – 2’42”10 e 911,41 p
M25 Stefano Romeo (Stilelibero) – 2’18”17 e 924,37 p
M30 Claudio Montano (Montenuoto) – 2’18”36 e 922,74 p
M55 Gaetano Delli Guanti – 2’39”77 e 914,56 p

100 fa
M25 Elisa Tomé (G – Udine) – 1’14”40 e 850,40 p
M40 Alberto Vianello (S.C. Noale) – 1’04”29 e 895,32 p 

100 do
M60 Orietta Negri (N. Triestini) – 1’31”29 e 889,69 p
M40 Alessandro Famà (UOEI C. Cabbia) – 1’06”54 e 908,48 p 

Mistaffetta 4×100 SL
M100-119 Natatorium Treviso (Barro-Benetton-Piovesan-Toniolo) – 4’06”56 e 927,48 p RI
M120-159 Arca (Frappa-Piccolo-Marchesin-Cracco) – 4’09”57 e 947,03 p
M160-199 Città Sport Vicenza (Dal Cortivo-Rigon-Battistini-Zannol) – 4’14”14 e 939,76 p RI
M200-239 2001 Padova (Ungarelli-Catanzaro-Matterazzo-Cieri) – 4’46”76 e 850,75 p RI

50 sl
M25 Silvia Pavan (C.N. Le Bandie) – 28”86 e 919,96 p
M35 Barbara Zannol (Città Sport Vicenza) – 28”97 e 922,68 p
M50 Monica Vaccari (Padovanuoto) – 31”14 e 915,54 p
M25 Alessandro Marian (Gymnasium Spilimbergo) – 24”41 e 949,61 p
M35 Stefano Barro (Natatorium Treviso) – 25”71 e 910,93 p
M40 Lorenzo Cecchinato (N. Veneziani) – 26”66 e 902,10 p
M45 Fabio Pianca Spinadin (Nottoli N.) – 26”43 e 926,22 p 

50 ra
M50 Monica Corò – 35”22 e 1038,90 p
M25 Alessandro Doria – 29”73 e 957,95 p
M35 Marco Volpe (UOEI C. Cabbia) – 31”55 e 928,37 p
M50 Giovanni Pivato (C.N. Stra) – 33”11 e 948,66 p

50 fa
M50 Monica Vaccari – 33”01 e 934,57 p
M25 Alessandro Marian – 26”29 e 937,24 p
M30 Enrico Catalano (Serenissima N.C.) – 25”74 e 966,98 p
M35 Simone Zulian (C.N. Rosà) – 27”89 e 902,83 p
M40 Andrea Marcato (C.N. Stra) – 28”14 e 912,58 p
M45 Fabio Pianca Spinadin – 28”61 e 917,51 p
M50 Flavio Bucci (Riviera N.) – 29”71 e 903,74 p

50 do
M35 Sara Cracco – 34”08 e 914,32 p
M30 Enrico Catalano – 27”72 e 962,12 p

Mistaffetta 4×50 mx
M200-239 Stilelibero (Murgia-Corò-Zaja-Vanin) 2’16”99 e 892,91 p

(foto copertina: Patrizia Piovesan)

Share and Enjoy !

0Shares
0