Nel pieno centro di Milano, e nel cuore del Campus Universitario Bocconi, è sorto un centro sportivo che dal 2021 rappresenta un’eccellenza assoluta sul suolo italiano e non solo.

L’Aquamore Bocconi Sport Center è un concentrato di innovazione tecnologica, progettazione e gestione davvero unico, la vasca da 50 metri che Milano aspettava da tempo, “aperta al pubblico e utilizzabile da tutti a tutti i livelli”, come ci tiene a sottolineare Paolo Monguzzi, Club Manager del complesso sportivo.

Vogliamo creare un punto fermo non solo per gli sportivi, per chi vuole allenarsi o tenersi in forma, ma anche per tutte quelle persone che vogliono migliorare la propria tecnica natatoria, o semplicemente imparare a nuotare.

Il centro ha infatti una completezza assoluta: una vasca da 50 metri a dieci corsie con doppia profondità, ideale per il nuoto agonistico, master, nuoto libero e corsi apnea ed una vasca didattica da 25 metri per cinque corsie, dove si svolgono i corsi di nuoto di adulti e bambini e di fitness aperti a tutto il pubblico.

La Scuola Nuoto Aquamore Milano Bocconi è riconosciuta come Scuola Nuoto Federale coordinata è composta da istruttori certificati FIN che con grande pazienza e professionalità insegnano le basi dell’acquaticità ai più piccoli, per poi continuare con la scuola nuoto vera e propria il cui obiettivo è perfezionare la tecnica nei 4 stili e far stare bene dai bimbi agli adulti nell’ambiente “acqua” rendendoli sicuri e confidenti.

​Al primo impatto, l’Aquamore Bocconi Sport Center si presenta come un impianto davvero peculiare: l’innovazione tecnologica coinvolge tutti gli ambiti impiantistici, dai sistemi di filtrazione, con capacità decuplicata rispetto agli standard, alla produzione onsite di cloro, grazie ad un sistema che trasforma sale ed energia elettrica, fino alla disinfezione e sanificazione dell’acqua tramite le lampade UV, che distruggono batteri e virus.

Ma le migliorie di Myrtha Pools, azienda leader nella costruzione di piscine, non si fermano all’impiantistica e vanno anche nella sicurezza, con il nuovo ed unico AngelEye, un sistema di telecamere subacquee ed aeree che permette di rilevare situazioni anomale e di pericolo in vasca.

Quando il corpo di una persona staziona per 15 secondi nella stessa posizione tutto il personale è avvisato tramite gli smartwatch e in questo modo si riduce il tempo di intervento, è un sistema anti annegamento unico nel suo genere.

dice Monguzzi,

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Inoltre, come abbiamo potuto constatare di persona in occasione della SWIM.Mi.CUP Nigh Edition, la vasca è ideale per ospitare manifestazioni ed atleti di alto livello, grazie ad un’ampia gradinata per il pubblico, ad un’area accoglienza e food e, soprattutto, ad una vasca che nulla ha da invidiare a quelle costruite per i grandi eventi internazionali.

Sono installati, infatti, blocchi di partenza di ultima generazione, device per il dorso, bocchette Stralenturbolenz che evitano ogni tipo di turbolenza ai nuotatori per garantire la perfetta circolazione dell’acqua in ogni punto della vasca, silenziatori nei canali di sfioro, tutti accessori derivati da una lunga e costante esperienza internazionale.

​E non è tutto:

Abbiamo anche un pontone mobile sdoppiato, che ci permette di usare la vasca a varie lunghezze contemporaneamente e il futuristico Virtual Trainer, un sistema a led posizionato sul fondo delle due corsie centrali che offre la possibilità di avere una lepre visiva per scandire i ritmi di allenamento, utilizzabile fino a 12 nuotatori contemporaneamente.

Qualcosa di visionario, viene da dire, che ci proietta nel futuro dello sport ma che soddisfa le esigenze del presente:

In un mondo sempre più competitivo, crediamo di avere l’offerta giusta per dare a tutta la comunità milanese qualcosa di unico e diventare un punto di riferimento per chi ama l’acqua a tutti i livelli.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4