La piscina del Centro Federale Lampugnano di Milano ha ospitato la terza Festa dell’Acqua della quarta edizione di “arena Acquamica”, testimonial di questa tappa la campionessa dei tuffi Tania Cagnotto.

Terza tappa a Milano per l’iniziativa arena Acquamica, il progetto scolastico nazionale dedicato all’avvio all’acquaticità sviluppato da arena in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto e Kinder+Sport.

Protagonisti i bambini della scuola primaria che hanno incontrato la campionessa dei tuffi Tania Cagnotto.

La terza Festa dell’Acqua della edizione 2016/2017 del progetto “arena Acquamica” ha visto tuffarsi in acqua circa 50 bambini, i piccoli della classe IIA elementare dell’Istituto Comprensivo Borsi plesso via Visconti di Milano vincitori del progetto e IIF della scuola primaria Leonardo da Vinci di Milano già protagonista di alcuni progetti con il Comitato Regionale FIN Lombardia.

I bambini, affiancati dagli istruttori federali, hanno avuto il piacere di conoscere e divertirsi in acqua con la campionessa dei tuffi Tania Cagnotto. Qualche esercizio per prendere confidenza con l’acqua e muoversi in sicurezza, ma soprattutto tanti giochi per scoprire il piacere di divertirsi facendo attività motoria.

Tante le attività proposte per avvicinare i piccoli alle discipline acquatiche fra le quali il nuoto per salvamento al fine di scoprire come il vero giubbotto di salvamento sia saper nuotare così da poter aiutare chi rischia di annegare.

Un’occasione speciale per i bambini per festeggiare la migliore tuffatrice italiana di tutti i tempi, che lo scorso 13 maggio a Torino in occasione dei Campionati Assoluti ha chiuso la sua carriera vincendo l’oro nel trampolino da 1m.

Tania Cagnotto:

arena Acquamica è un progetto fondamentale per avvicinare i bambini agli sport acquatici e allo sport in generale. Grazie a questa iniziativa i più piccoli possono prendere confidenza con l’acqua e questo è un aspetto importante in tantissime situazioni, ad esempio in vacanza.

Avere un buon rapporto con l’acqua porta tantissimi benefici sotto diversi punti di vista, quello fisico innanzitutto, ma penso anche agli aspetti psicologici ed emotivi.

Trials Olimpici, il Canada a trazione femminile

Anche il Canada ha la sua squadra olimpica! Sono stati Trials piuttosto complicati, non tanto una volta cominciati ma per quanto riguarda la sua genesi: le problematiche legate al Covid-19 hanno costretto la Federazione Canadese a rivederne la formula, invitando...

58° Sette Colli | Roma pronta per gli Internazionali di Nuoto

Da domani 25 giugno al via il 58° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, "nella piscina più bella del mondo". Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi pass...

Fatti di nuoto weekly: il successo dei Trials, perché?

Bentornati a Fatti di Nuoto Weekly, il vostro appuntamento fisso del mercoledì con il nuoto vissuto come va vissuto. Chiaramente ognuno ha il suo modo, ma quello di guardare le gare la notte, con la tranquillità ed il silenzio intorno a me, si avvicina molto alla mia...

Campionati di Francia, da Chartres la selezione olimpica per Tokyo

Vive la France! No, non sono diventato un simpatizzante degli odiati cugini d’oltralpe ma quando scendono in vasca sono comunque sempre oggetto di attenzione. Certo, lo squadrone che ha dominato l’Europa e il mondo intero nella seconda metà dei primi anni 2000 è un...

Trials Olimpici, il Teams USA da Omaha per Tokyo

Al termine di una settimana intensa, spettacolare ed emozionante, Team USA è finalmente pronto: 25 uomini e 28 donne per contrastare Australia e resto del mondo ai Giochi Olimpici. Sarà la prima squadra dal 2000 senza Phelps, la prima dal 2004 senza Lochte, con...

ItalNuoto e Olimpiadi | Pechino 2008: Pellegrini e il primo oro olimpico al femminile

L’Olimpiade di Pechino 2008 è un evento, per molti versi, strano. Organizzata in un Paese così lontano da noi, per distanza geografica e culturale, è stata per una generazione intera l’occasione per conoscere la Cina, che si è svelata al mondo con una maestosa...

Arena Acquamica – quest’anno aperta anche ai più piccoli che frequentano le scuole materne – mette al centro la
relazione tra l’identità dei bambini e l’acqua. Il focus di questa quarta edizione è quello di coinvolgere l’intera famiglia e avvicinarla al mondo delle piscine e del nuoto.

1000 le classi coinvolte fra scuole materne e primarie (I e II) pari a un totale di 25.000 famiglie raggiunte; tutti gli istituti partecipanti hanno ricevuto il kit didattico contenente i poster interattivi e il materiale di promozione dell’iniziativa per
l’insegnante e le famiglie.

Ai bambini è stato chiesto di illustrare “La mia prima volta in acqua” attraverso un disegno e un breve testo: tantissimi
gli elaborati ricevuti, i più meritevoli selezionati da un’apposita giuria verranno premiati con la partecipazione alle Feste
dell’acqua, in occasione delle quali riceveranno la t-shirt dell’iniziativa oltre alla cuffia arena Acquamica distribuita a tutti i bambini partecipanti.

(Foto: arena water instinct)

Share and Enjoy !

0Shares
0