NUOTO e STUDIO. IL RECORD ITALIANO NON L’AVEVO MINIMAMENTE IMMAGINATO

Quasi sconosciuto fino ad oggi, per lo più ai grandi palcoscenici, Matteo Restivo, l’atleta classe 1994 della FlorentiaNuotoClub, ha fatto sobbalzare il pubblico dello stadio del nuoto di Riccione, compiendo un’impresa straordinaria.

Il 23enne dorsista, con una gara perfetta, ha stabilito il nuovo record dei 200 dorso con 1’56”55, cancellando addirittura il primato stabilito con il costume “gommato” da Damiano Lestingi, nel 2009, destino vuole proprio in questo impianto romagnolo.

“Studio medicina al 3 anno in pari. In primis vorrei passasse il messaggio che conciliare lo studio con il nuoto è una cosa assolutamente possibile.”

Cosi, un raggiante Matteo Restivo, inizia il suo racconto seduto al nostro fianco al termine delle gare sulla tribuna dello stadio del nuoto di Riccione.

“Poco prima della gara, il mio coach mi ha detto che il tempo per il pass di Budapest era 1’57”09 e che io avrei potuto fare 1’57”10”.

Fantastica l’ironia, la spensieratezza e sfrontatezza di Matteo.

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...
Read More

Assoluti 2021 confermati a Riccione dal 31 marzo al 3 aprile. Il 29 marzo fondo indoor

Il Campionato Assoluto primaverile di nuoto si svolgerà dal 31 marzo al 3 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione con la formula delle batterie e delle finali, eccetto che per gli 800 e 1500 stile libero che si disputeranno a serie. Il Campionato Italiano indoor di...
Read More

Raduni Nazionale: continua il lavoro a Cervinia e Roma. Il Salvamento riparte da Milano

Gli azzurri di interesse nazionale continuano la loro preparazione stagionale con diversi raduni. A Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti vede alternarsi diversi gruppi - qui i precedenti convocati - sono al lavoro da domenica una selezione di...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Stefano Battistelli la prima medaglia olimpica maschile

1988, Seul, Giochi della XXIV Olimpiade estiva, la Nazionale Italiana ripone la maggior parte delle speranze nel talentuoso Giorgio Lamberti. Il nuoto azzurro troverà invece la sua prima medaglia maschile grazie ad un 18enne romano. Ed eccoci al sesto appuntamento con...
Read More

Il sogno Olimpico di un bambino

Cosa accade nella testa di un piccolo atleta durante una Olimpiade? Stiamo pensando a tutti quei bambini che sono in età di poter sognare con un minimo di concretezza. Spesso, ogni sportivo individua il proprio modello a cui ispirarsi, una icona, insomma un’atleta che...
Read More

Idoneità alla attività agonistica per atleti non professionisti guariti dal Covid-19

“Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura” sentenziava ottimisticamente Sun-Tzu nell’Arte della Guerra. E non c’è dubbio che da un anno a questa parte, il nemico pubblico numero uno per la società in generale, e per la comunità dei nuotatori in...
Read More

“Detto questo, mi sono buttato in acqua, con la convinzione di poter centrare il primo posto e diventare campione italiano della specialità. Non avevo nessun tipo di sogno cronometrico anzi, speravo di fare almeno 1’59”99, tempo che mi avrebbe permesso di disputare le universiadi. Invece, oggi ho capito subito dal primo 50 che poteva venire fuori una bella prestazione. Ho sentito subito le gambe e quando mi sento così, vado a tutta.”

Bellissimo l’abbraccio a fine gara tra Matteo e la sua famiglia, che lo stringe a cerchio nella prima fila delle tribune stipate in ogni ordine di posto, dove un emozionantissima mamma Mariangela, con le lacrime agli occhi, ci racconta di un figlio al settimo cielo.

“Matteo è così come lo vedete, sempre sorridente e solare. Sicuramente mi aveva confidato di credere nel titolo italiano, ma il tempo da lui nuotato oggi ha dell’incredibile. Sono contenta per lui, per tutti i sacrifici che fa quotidianamente in vasca, se lo merita”.

Impossibile non chiedergli cosa si aspetta ora dal futuro.

“Non lo so neanche io credimi. Ora mi voglio gustare questo risultato con la mia famiglia e con i miei amici che sono venuti a vedermi dal vivo per la prima volta. Non potevo fare loro e a me stesso un regalo migliore.”

(Foto Copertina: Fabio Cetti | Corsia4.it)