Nella seconda sessione di gare agli Assoluti Invernali 2021 si assegnano 10 titoli, i pass per il Campionato Mondiale ma, soprattutto, si renderà onore alla infinita carriera di Federica Pellegrini, che saluta le gare ed il nuoto agonistico nell’abbraccio del suo pubblico.

200 farfalla uomini
Finale serratissima con Giacomo Carini 1.55.07 che la spunta per un solo centesimo su Filippo Berlincioni, terzo Matteo Ciampi 1.55.28.


200 dorso donne
Ennesimo titolo per Margherita Panziera 2.03.49, insidiata da vicino da Martina Cenci 2.05.13, bronzo per Erika Gaetani con 2.08.37.


200 rana uomini
Alessandro Fusco conquista il primo titolo assoluto in 2.05.28 secondo crono all-time italiano dopo il record gommato di Giorgetti, argento per Luca Pizzini con il personale di 2.05.57 così come per Andrea Castello terzo in 2.06.32. 

50 stile libero donne
Scettro della velocità che torna a Silvia Di Pietro oro in 24.12, davanti ad Aglaia Pezzato 24.53 – che si migliora di 4 centesimi – e Costanza Coconcelli 24.54. Rimane ai piedi del podio Elena Di Liddo che chiude con il personale di 24.59, ultime gare anche per Erika Ferraioli che chiude nona in 25.09.


100 dorso uomini
Lorenzo Mora conferma il suo buon momento prendendosi il titolo nelle quattro vasche in 50.38, un altro podio per il fresco campione dei 50 farfalla Simone Stefanì argento che porta il suo personale a 50.93, bronzo per Simone Sabbioni in 51.58. Chiude quinto Alessandro Miressi in 52.30 che in questo campionato non gareggerà nello stile libero (lo vedremo ancora nei 50 dorso e 100 farfalla).


800 stile libero donne
Simona Quadarella con 8.12.76 contiene una buona Martina Caramignoli 8.14.71, sul podio al bronzo Giulia Gabbrielleschi 8.25.40.

Road to Parigi | il Recap dei Trials USA

L’Australia chiama e gli USA rispondono! Tempo di Trials, I TRIALS per eccellenza quelli made in United State of America. Spettacolari come sempre, come solo gli statunitensi sanno fare, nei nove giorni di gare di Indianapolis ne abbiamo viste di ogni, sorprese,...

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

100 misti uomini
Una prova di forza quella di Giovanni Izzo che si prende il titolo assoluto in 51.73 migliorandosi di oltre un secondo, argento per la versione sprint di Alberto Razzetti 53.12, mentre Lorenzo Glessi ritocca di 2 centesimi il personale portandolo a 53.32. Rimane questa volta fuori dal podio Simone Stefanì autore comunque di un altro primato personale con 53.62.


200 misti donne
Ilaria Cusinato vince senza preoccupazioni in 2.07.46, sul podio Anna Pirovano 2.09.63 e Anita Gastaldi 2.11.02 che butta giù quasi un secondo dal suo personale.


100 stile libero uomini
Gara regina orfana del primatista azzurro Miressi, la spunta Thomas Ceccon in 46.60, tenendo a bada il rintrante Ivano Vendrame dalla corsia 1 in 47.27, sale sul podio dalla terza serie Luca Serio in 47.48.

200 stile libero donne
Non si poteva che concludere con una vittoria la carriera della Divina Federica Pellegrini oro senza discussioni in 1.54.95, argento per Rachele Ceracchi che nuota il personale di 1.56.49 e terza Margherita Panziera 1.57.08.

Ma il saluto a Federica si conclude con una bellissima passerella con alcune delle amiche-rivali che hanno avuto l’onore di incrociare la sua carriera: Camelia Potec, Sarah Sjostrom, Femke Heemskerk, Sara Isaković, Evelyn Verraszto, Alice Mizzau e la cuffia sul blocco numero 1 a ricordo di Camille Muffat.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4