L’attesa per il primo pomeriggio di finali agli Assoluti primaverili è già elevatissima: quanti pass per i Mondiali verranno staccati allo Stadio del Nuoto di Riccione?

50 dorso uomini

Il primo titolo italiano lo vince Thomas Ceccon, che con un tocco alla piastra migliore batte di due centesimi Michele Lamberti (24.93 vs 24.95). Per il Campione del Mondo dei 100 niente pass Mondiale, ci riproverà domani nella sua gara. Il bronzo va a Simone Stefanì, 25.16.


800 stile libero donne

Il primo pass Mondiale lo stacca Simona Quadarella, che nei suoi 800 non sbaglia gara e chiude in 8.21.14, abbondantemente sotto all’8.25 richiesto dalla Federnuoto. Per la romana è stata una gara in solitaria, visto che le rivali sono a più di dieci secondi: Noemi Cesarano 8.34.55, Giulia Gabbrielleschi 8.38.43; ora l’obiettivo è il Giappone.


400 stile libero uomini

Grandissima gara di Marco De Tullio, che intorno ai 300 metri cambia marcia e lascia i rivali al palo, chiudendo con un ottimo 3.44.69, tempo che lo qualifica al Mondiale di Fukuoka. L’argento va a Matteo Lamberti (3.46.03), il bronzo a Matteo Ciampi (3.46.58). Niente da fare per Gabriele Detti, solo quinto in 3.47.76. Si qualificano per i Mondiali junior Alessandro Ragaini e Filippo Bertoni.


100 rana donne

La sfida più interessante della giornata va a Lisa Angiolini, che si intromette nella battaglia tra le compagne di allenamento Martina Carraro e Arianna Castiglioni e va a vincere il titolo con 1.06.18, tempo valido per la qualificazione ai Mondiali. Poco più alto il tempo delle altre pretendenti (1.06.37 e 1.06.38) che si giocheranno il tutto per tutto al Settecolli.

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

200 farfalla uomini

Anche Alberto Razzetti vola a Fukuoka, e lo fa attraverso la vittoria nella gara con più concorrenza interna, ovvero i 200 farfalla. Il ligure si aggiudica titolo e pass con il tempo di 1.54.98, davanti al bronzo Olimpico Federico Burdisso (1.55.61) e a Giacomo Carini (1.55.67), che sfiorano il pass ma non lo ottengono.


400 misti donne

È un pass sofferto e fortemente voluto quello di Sara Francheschi, che vince i 400 misti e dedica medaglia e qualificazione al caro nonno mancato qualche mese fa. La livornese vola in Giappone grazie a una bella prova ed al tempo di 4.35.98, conferma del suo status di forza mondiale nella distanza. Seconda ma lontana dal limite Ilaria Cusinato, 4.41.66. 


50 stile libero uomini

L’ultimo biglietto per i Mondiali della giornata 1 è per Leonardo Deplano, che vince  con determinazione i suoi 50 stile scendendo a 21,89 e assicurandosi un posto in squadra. Sopra i 22 secondi sia Miressi che Zazzeri, per i quali il discorso qualificazione è rimandato. 


4×100 stile libero donne

La giornata si chiude con la staffetta veloce donne, nella quale i Carabinieri mettono a segno il record italiano di società con il tempo di 3.38.73. la formazione: Biagioli 55.42, D’Innocenzo 54.66, Toma 54.77, Di Pietro 53.88. 

Foto: Fabio Cetti | Corsia4