Sono uscite le entry list dei Campionati Assoluti Primaverili, che si svolgeranno allo Stadio del Nuoto di Riccione dal 5 al 9 marzo.

Dopo aver provato a immaginare lo scenario e i duelli per i posti Olimpici disponibili, ora possiamo iniziare a ragionare su chi ci sarà davvero.

Il più atteso

Inutile dire che il nuotatore più atteso sarà Thomas Ceccon, iscritto in 50 e 100 stile, 200 dorso, 50 e 100 farfalla e 200 misti. Quali saranno le gare che l’atleta veneto nuoterà davvero lo scopriremo solo a poche ore dall’inizio degli Assoluti, o forse proprio durante gli Assoluti stessi, ma la curiosità per vederlo in acqua dopo lo stop dovuto all infortunio alla mano è tanta.

Se dovessi scegliere, in chiave soprattutto Olimpica, mi piacerebbe che nuotasse 100 stile e 100 farfalla, per motivi sia individuali che di staffetta. Nei 100 stile troverebbe Miressi e tutti i compagni della 4×100, compreso quel Frigo che in realtà ha già nuotato il tempo limite per Parigi e che gli sta tenendo in caldo il posto. Nei 100 farfalla ci saranno anche Federico Burdisso e Alberto Razzetti – iscritto anche nei 50 stile e nei 50 farfalla – oltre al reduce dai Mondiali Sansone, e la gara potrebbe essere anche molto divertente. A occhio, sembrano meno scontate le partecipazioni di Ceccon nei 200, distanze che magari considereremo nel prossimo quadriennio.

Road to Parigi, il Recap dei Campionati Ungheresi: Milak c’è!

Budapest ospita i Campionati Ungheresi, nuotatori in vasca dal 9 al 12 aprile. In acqua ci sono tutti i big magiari, tra cui il latitante più famoso tricolore Kristóf Milák e la neo mamma Katinka Hosszú. Presente anche una piccola delegazione azzurra che si è distinta...

TYR Pro Series 2024, Huske vola a San Antonio. Bene Dressel e Marchand

Finita la stagione collegiale, negli Stati Uniti si inizia a nuotare in vasca lunga, e si inizia a fare sul serio anche in vista degli appuntamenti più importanti della stagione. Per questo la tappa di San Antonio delle TYR Pro Swim Series era molto attesa: vediamo...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 dorso

I 100 dorso fanno parte del programma Olimpico fin dagli albori dei giochi, cioè dal 1908 per i maschi e dal 1924 per le femmine, con l’unica eccezione di Tokyo 1964, quando gli uomini non li disputarono a favore dei 200. Si tratta di una distanza ampiamente dominata...

SwimStats, che segno hanno lasciato i Criteria 2024: scopriamolo con i numeri!

Come ogni primavera che si rispetti, il caldo si fa attendere ma quando esplode si fa sentire. Nello stesso modo, il nuoto italiano attende i Criteria per mettere in mostra tutta la sua salute, che in questo 2024 sembra particolarmente ricca e fiorita.Criteria da...

Criteria 2024, il Recap del Settore Maschile

Dopo le ragazze, sotto con i maschi! Saranno riusciti i ragazzi a far meglio delle colleghe? Allo Stadio del Nuoto di Riccione non c’è un attimo di respiro! Di nuovo tutti in vasca! Scopriamo subito cos’è successo nella sezione maschile dei Criteria 2024! PS: extra...

Fatti di nuoto Weekly: Giochi potenziati e Giochi valorizzati

Nella Fatti di nuoto weekly di oggi parliamo di un paio di argomenti sui quali la discussione è molto animata. Polemiche? No grazie. Commenti costruttivi? Sì, quanti ne volete, qui sotto o sui nostri social. Pronti?Enhanched Games Tradotto significherebbe i Giochi...

I reduci dai Mondiali

La migliore azzurra ai Mondiali di Doha, Simona Quadarella, è iscritta nelle quattro distanze dello stile, 200-400-800-1500, mentre Nicolò Martinenghi, presente solo nei 200 rana, lascia spazio a Poggio, Viberti e Cerasuolo per la lotta Olimpica. Benedetta Pilato c’è sia nei 50 che nei 100 rana, dove iscritte ci sono tutte le migliori in cerca del secondo pass per Parigi: Castiglioni, Carraro e Angiolini su tutte. Sara Franceschi è presente nei 200 rana – dove Francesca Fangio e Martina Carraro sono le migliori in graduatoria – e nei 200 e 400 misti, dove invece manca ancora Ilaria Cusinato. Assente invece Gregorio Paltrinieri, che più avanti nel mese nuoterà la prova in acque libere di World Cup in Egitto.

Tutta da guardare la lotta femminile nei 100 e 200 stile, distanze che restano aperte sia per la vittoria del Campionato che per l’obbiettivo Parigi. I primi nomi della lista da tenere d’occhio: Morini, Tarantino, Di Pietro, Cocconcelli, Menicucci, Curtis, D’Innocenzo nei 100; Morini, D’Innocenzo, Cesarano Noemi e Antonietta, Ramatelli, Biagiotti, Menicucci, Caponi nei 200.

Giovani e ritorni

Ritorna in acqua, come ampiamente anticipato, Margherita Panziera, alla caccia nei 200 dorso (ma anche nei 100) del tempo che la qualificherebbe per Parigi 2024. C’è grande attesa per vedere finalmente in azione Lorenzo Galossi, che è iscritto sia nei 200 che nei 400 stile, e sperare di ritrovare in lui la scintilla che sembrava essersi accesa nell’estate di Roma 2022.

Sono presenti ovviamente anche tutti i talenti usciti dalle nazionali giovanili, da Ragaini (100-200-400 stile) a Mantegazza (100-200 rana, 200-400 misti), da Bacico (50-100-200 dorso) a Bertoni (200-400-800-1500), da Di Giacomantonio (400-800-1500) a Scotto Di Carlo (50-100 farfalla e stile). Mancherà invece la sorpresa degli Europei in vasca corta, Jasmine Nocentini, impegnata nei confronti universitari negli States.

Come hot take, solo per curiosità ma senza alcuna pressione, occhio alla giovanissima (2011) Alessandra Mao, stileliberista già ripetutamente segnalata nei radar del nostro immortale forum. I meno giovani della lista, invece, sono quattro fenomenali reduci della grande annata 1989: Piero Codia, Luca Pizzini, Edoardo Giorgetti e Matteo Milli.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4