Select Page

Assoluti Giorno 3: che Panziera! Miressi jet, Ceccon bis d’oro, Cusinato c’è!

Assoluti Giorno 3: che Panziera! Miressi jet, Ceccon bis d’oro, Cusinato c’è!

Terza giornata di gare a Riccione, che vedono un programma molto denso, chiuso dalle due staffette miste.

Tra tutti i risultati, il meglio si ha in chiusura con il Record della Panziera, prima donna sotto il minuto nelle due vasche a dorso, anticipate dal primo oro assoluto di Miressi, dallo straordinario 200 misti della Cusinato che sfiora il Record Italiano di Alessia Filippi, dalla riconferma di Ceccon, del miglior crono stagionale al mondo di Simona Quadarella nei 1500 stile e da un buon 800 stile uomini che fa vedere del movimento dietro la punta indisscussa di Greg.

Il pomeriggio inizia con gli 800 stile. Assente Gabriele Detti per il riacutizzarsi del dolore alla spalla, Gregorio Paltrinieri (7’45”53) non deve faticare troppo per mettere l’ennesimo titolo in bacheca. Interessante il duello per le altre medaglie, che vedono la conferma di Acerenza (7’57”60), in grande crescita, ma soprattutto la prima medaglia Assoluta per Callon, anche lui sotto gli 8′: in Italia trova casa nell’Assonuoto Caserta ma negli USA garaggia per Stanford.

Si procede con i 200 misti donne: una splendida Ilaria Cusinato arriva a 1 centesimo dal RI di Alessia Filippi (2’11″25 – 2009 – gommato): 2’11”26. Seconda Franceschi che in 2’13”36 arriva vicina al limite per Glasgow ma ben lontana dalla sua migliore condizione. Chiude il podio la Toni, lasciano le due arrembanti 2002 – Circi e Cocconcelli – avere la meglio su una spenta Pirovano.

Stessa gara al maschile e bis di Thomas Ceccon, di 43 centesimi sopra i 2′. Ci sarà tempo per abbattere la soglia dell’eccellenza, ma è una bella conferma del valore assoluto del giovane della Leosport. Dietro di lui si scatena una bagarre interessentissima, che vede praticamente tutto il resto del plotone compresso in poco più di mezzo secondo. Secondo arriva Capitan Turrini, terzo l’ex primatista Juniores Razzetti.

Non ci vuole la migliore Pellegrini per aver ragione del parterre dei 100 donne: con 54”42 controlla agevolmente le sue compagne di tante staffette Ferraioli (55”33) e Letrari (55”63). Trova spazio sotto la barriera dei 56” anche la fresca vincintrice dei 100 rana, Arianna Castiglioni.
Federica, ai microfoni di Elisabetta Caporale, si dimostra non assolutamente soddisfatta del suo tempo, anzi, non comprende il perché e sicuramente ci sarà una profonda analisi assieme a Coach Giunta. Vedremo.

Meravigliosi 2018, un martedì da Campioni stasera a Roma

Gli Atleti protagonisti dei recenti Europei di Glasgow, Loch Lomond ed Edimburgo saranno al centro della festa organizzata dalla Federazione Italiana Nuoto allo Spazio Novecento di Roma nella serata di martedì 18 settembre. Fra gli invitati tecnici, dirigenti, cariche...

29 settembre, a San Michele di Pagana Le Tre Prie 2018 chiudono il circuito

La manifestazione organizzata dalla Rapallo Nuoto - Le Tre Prie - 7ª Coppa Head - chiude come di consueto la stagione in acque libere del circuito di mezzofondo Master FIN con la sua 3 km che si disputerà nel pomeriggio di sabato 29 settembre. Il ritrovo per gli...

Special Marathon: la raccolta fondi acquatica per la Valpolcevera

Il crollo del Ponte Morandi ha rappresentato una tragedia che ha creato un’enorme crepa nel cuore di tutti i genovesi. Ma, come insegna lo sport, dopo una caduta bisogna sempre rialzarsi! Foltzer, in collaborazione con MySport S.S.D. a R.L. e Stelle nello Sport, vuole...

SwimOut, la Preparazione atletica per il Nuotatore Master | Workshop 2018

In data 1-2 settembre, presso l’impianto sportivo Gestisport di Bresso (Milano) è andato in scena il 2° Workshop annuale targato SwimOut. L’evento, che avevamo introdotto in questo nostro articolo, presentato da Alessandro Demaria, co-fondatore del progetto SwimOut, è...

#Settecolli2018 Giorno 2 – CusinatoPower, Blume ancora regina dello stile veloce

La seconda giornata del Settecolli ci restituisce segnali positivi dalla squadra azzurra, su tutti il 4'34" di Ilaria Cusinato nei 400 misti con tanto di lacrime di gioia all'arrivo. Ma anche il buon 800 stile libero di Gregorio Paltrinieri proprio sul finire di...

#Settecolli2018 Giorno 1 – Scalia e Burdisso protagonisti, le star incantano il Foro Italico

La prima giornata del Settecolli, nella sua edizione numero 55, è andata in archivio: dall'acclamatissimo Adam Peaty, ai giovani italiani in forma smagliante, passando per prestazioni interessanti ad un mese e poco più dall'appuntamento più importante della stagione....

Tra i maschi è Miressi a festeggiare il suo primo titolo assoluto: 48”36, con un ritorno clamoroso. Secondo a 2 decimi Luca Dotto, chiude il podio Vendrame in 48”98. Prova a spaventare tutti dalla corsia 7 Vergani, con un passaggio televisivo in 22”77. Purtroppo per lui non gli riesce il ritorno della mattinata e chiude la finale A all’ottavo posto.

SuperSimo Quadarella inarrestabile, nuota il suo 1500 sotto i 16 minuti (15’54″66) che trasformato nelle graduatorie mondiali equivale a dire il miglior crono stagionale, sicuramente la sua maturità agonistica, dopo quella scolastica ottenuta l’anno scorso, è esplosa in questa giovane e brillante atleta e coach Minotti ne è ben cosciente. Dietro di lei il vuoto. Ne approfitta con un buon 16’15” la De Memme, anche lei a 3 decimi dal pass per Glasgow; terzo posto per la Gabrielleschi.

Si chiude con le staffette miste. Tra i maschi vince Fiamme ORO, grazie ad una ottima ultima frazione di Miressi e anche a uno scellerato ultimo cambio dell’Esercito con Vendrame, che sciupa comunque un risicato margine. Segnaliamo la buona prestazione di Scozzoli (sotto i 60) e la buona conferma di Ciccarese.

Doppietta Fiamme ORO che bissano il primo posto dei maschi con le donne. Tra tutte spicca il Record Italiano della Panziera che abbatte di 4 centesimi il muro, storico per il dorso Italiano, dei 60 secondi. Sicuramente questo risultato è importante per Margherita che le renderà ancora più fiducia nei suoi mezzi e l’aiuterà, speriamo, a trovare quella costanza necessaria per diventare una grande atleta del nuoto italiano. Aniene al secondo posto, bronzo per le Fiamme Gialle.

(Foto: Fabio Cetti | Corsia4)

About The Author

Ultimi Tweet

?>