Si riaprono le porte dello Stadio del Nuoto di Riccione! La beata gioventù è pronta all’arrembaggio, è il turno dei Criteria 2024!

Come di consueto le prime tre giornate sono dedicate al settore femminile, dalle “debuttanti” la classe 2011 delle Ragazze, alle veterane, le Cadette (2006-2007), guidate dalla nuova stella del nuoto italiano Sara Curtis. Come ogni anno sono fioccati primati della manifestazione e allora… scopriamo tutto quello che è successo del nuoto che verrà!

​Ragazze 2011

Nessuna paura per le neofite dei Criteria. Arrivano a testa alta e dimostrano che il futuro passerà dalle loro mani. Tutti i record individuali dei Campionati, cadono dallo nello stile libero. Se nelle due vasche è Arianna Morini (Coopernuoto) ad eguagliare con 26’’31 il primato datato 2006 di Silvia Di Pietro, a fare incetta di RC è Alessandra Mao (Team Veneto) che spazia in ordine temporale dai 400 vinti con 4’15’’51 cancellando il 4’16’’81 nuotato da Diletta Carli nel 2009 ai 100, chiusi in 55’’56, strappando il primato a Caterina Santambrogio che lo deteneva dal 2022 con 57’’01 infilando in mezzo anche il nuovo record dei 1500 chiusi in 16’48’’81, meglio del 17’05’’71 di Sofia Biagi del 2023. Per Morini e Mao altri successi: la prima vince i 100 farfalla in 1’02’’20 e i 200 misti in 2’22’’10 mentre la Mao completa il cerchio con gli ori anche nei 200 e 800 stile rispettivamente in 2’01’’08 e 8’51’’91.

Dorso e rana vengono dominate da Martina Masi (RN Florentia) che si aggiudica la doppietta 100 e 200 a pancia in su in 1’04’’21 e 2’18’’45 e Ylenia Rummolo (US Triestina Nuoto) imbattibile nello stile di famiglia con gli ori con i crono di 1’12’’25 e 2’34’’52.

Ragazze 2010

Categoria letteralmente dominata da un’atleta: Giorgia Barozzi (Coopernuoto) si aggiudica ben cinque ori partendo dai 200 e 400 misti vinti in 2’15’’39 e 4’50’’34, passando per i 200 stile chiusi in 2’01’’44 e chiudendo con la doppietta nei 100 e 200 dorso (1’01’’03 e 2’13’’23).

Doppiette anche per Federica Porro (Netium ssd) oro nei 100 e 200 rana con 1’08’’99 e 2’31’’70 e per Sofia Biagi (H.Sport ssd Firenze) che vince 400 e 800 stile con 4’16’’82 e 8’48’’06.

A limare qualche primato ci pensa Carlotta Giannini (Imolanuoto) prima nei 50 stile, vinti in 25’’39 meglio del 25’’58 di Emma Virginia Menicucci del 2016 e poi nei 100, con il 55’’24 che cancella il 55’’87 sempre della Menicucci di otto anni fa.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 misti

I 200 misti fanno parte del programma olimpico da dodici edizioni: inseriti nel 1968 sia al maschile che al femminile, hanno saltato le edizioni del 1976 e del 1980, anni nei quali si disputarono solo i 400 misti. Il club dei campioni è quindi ristretto a ventiquattro...

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Juniores 2009

Tre record e quattro protagoniste assolute! Caterina Santambrogio (In Sport Rane Rosse) è una di queste grazie ai successi nei 100 e 200 stile con 55’’43 e 1’59’’81, 200 misti in 2’14’’73 e 200 dorso con 2’10’’68.

Doppietta anche per Emma Arcudi (Unime ssd), che si impone nei 50 e 100 farfalla in 27’’04 e 59’’84, per Greta Rossi, prima nei 50 dorso in 27’’75 e nei 100, dove nuotando 58’’96 cancella il record dei campionati di Benedetta Boscaro di 59’’70 dello scorso anno e per Francesca Petrillo Giannini (Il Gabbiano Napoli) oro nell’accoppiata 50 rana, dove si prende il record dei campionati con 31’’62 (precedente Sara Morotti 31’’72 del 2014) e i 100 rana in 1’08’’63.

RC anche per Sara Pedemonte (Team Trezzo Sport) nei 1500, vinti in 16’13’’39, sette centesimi meglio di quanto nuotato nel 2023 da Valentina Procaccini, mentre negli 800 si accontenta del successo in 8’35’’64.

Juniores 2008

Più equilibrio e meno primati tra le future Cadette: gli unici li timbra Valentina Procaccini (CC Aniene) nei 1500, vinti in 16’10’’27 che cancella il 16’16’’20 di Sofia Dandrea del 2023 e negli 800 dove con 8’24’’51 migliora l’8’25’’02 di Giorgia Romei del 2016.

Tris d’oro per Benedetta Boscaro nel dorso: 50 (27’’90), 100 (59’’53) e 200 (2’09’’12), mentre Bianca Nannucci (Livorno Aquatics) e Lucrezia Domina (H.sport ssd Firenze) si dividono i successi nello stile libero: la prima vince 50 e 200 in 25’’65 e 1’57’’74 la seconda 100 e 400 con 55’’44 e 4’06’’43.

Doppiette anche per Chiara Savoldi (G.A.M team Brescia), che trova l’accoppiata 200 e 400 misti (2’12’’46 e 4’39’’44) e per Lucrezia Mancini (Avis Foligno Spoleto Nuoto) oro nei 100 e 200 rana (1’07’’85 e 2’26’’21).

Cadette

Ruba la scena a tutte Sara Curtis (CS Roero), ma non è una novità! Sei gare, sei vittorie e… otto record! Quattro li prende in un colpo solo grazie alla super prova dei 50 dorso, vinti in 26’’08 che le vale in ordine: record dei Criteria (prima suo in 26’’77 dal 2023), record italiano (cancellando il 26’’18 di Silvia Scalia del 2021), europeo junior (meglio del 26’’15 di Maria Kameneva del 2016) e mondiale junior (limando il 26’’13 di Olivia Smoliga del 2012. Altro?

Sì, certo: restando a dorso vince i 100 in 58’’05, e passando allo stile altri due ori con record: nei 50 vince in 24’’41 contro il 24’’50 nuotato lo scorso anno, nei 100 timbra 53’’13 che migliora il 53’’21 nuotato in staffetta pochi giorni prima. A farfalla infine elimina dall’albo dei record Elena Di Liddo: sia nei 50 vinti in 26’’15 (contro il 26’’44 del 2010) che nei 100 con 57’’98 (meglio del 58’’15 sempre del 2010). Esagerata!

Alle altre restano i 1500, vinti alla grande da Emma Vittoria Giannelli (RN Florentia) con 16’10’’91, nuovo record dei Criteria migliore del 16’28’’65 di Emma Randellini dello scorso anno oltre al successo anche negli 800 con 8’29’’98.

Martina Fanunza (Promogest Coop Cagliari) vince 50 e 100 rana in 31’’03 e 1’07’’56 mentre per Giada Alzetta (Leonsport Nice Foowear) arrivano gli ori nei 200 e 400 misti (2’09’’57 e 4’35’’97) e 200 farfalla (2’10’’42).

Staffette

Nella categoria Ragazze due ori per il Team Veneto, nella 4×100 e 4×200 stile e uno per la RN Florentia nella mista, con tanto di nuovo record dei Criteria di 4’15’62 (precedente 4’16’’22 Nuotatori Pugliesi del 2018).

Tra le Juniores CC Aniene davanti a tutte nella 4×100 stile e mista, mentre la 4×200 va al GAM team Brescia.

Discorso simile per le Cadette: Team Veneto che vince la stile e la mista, e H.Sport Firenze che domina la 4×200 con 8’’00’’01 trascinata da Lucrezia Domina che apre in 1’56’’75 (nuovo record dei Criteria, precedente 1’57’’61 di Giorgia Romei del 2016). Con questo crono per le toscane arriva il record dei Criteria (prima 8’03’’89 SMGM Team Lombardia del 2017), il record italiano di Società (8’02’’89 della DDS) e soprattutto il record europeo junior (in mano alla Gran Bretagna con 8’01’’07!).

Classifiche

Nella classifica assoluta vince il Team Veneto, unica Società sul podio in tutte le categorie, con 300 punti davanti a Rari Nantes Florentia (282) e Circolo Canottieri Aniene con 244 punti.

Ragazze
1. Team Veneto 106
2. Rari Nantes Florentia 105
3. Coopernuoto 82

Juniores
1. Circolo Canottieri Aniene 152.5
2. GAM team Brescia 101
3. Team Veneto 85

Cadette
1. Rari Nantes Florentia 120
2. Team Veneto 109
3. Circolo Canottieri Aniene 56

Cala il sipario dunque sulla sezione femminile dei Criteria.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4