La meglio gioventù è arrivata al ballo di primavera di questo 2018.

Con i “Criteria” di Riccione il nuoto giovanile arriva al suo primo grande appuntamento stagionale, in attesa di Mediterranean Cup, EuroJunior, Youth Olimpics Games e ovviamente Italiani Estivi.

Come di consueto crollano record e non mancano prestazioni da lasciare a bocca aperta. Troppe volte però, tempi da primato a livello giovanile non si sono poi ripetuti quando contava. Quindi, brave ragazze, ma i conti si fanno più avanti. Il potenziale c’è, indubbiamente, state tranquilli.

Le protagoniste

Cosa ci resta dopo tre giorni di gare? Sicuramente il dorso di Giulia D’Innocenzo: la sedicenne romana del Centro Sportivo Carabinieri regala tre gemme nelle distanze del dorso e altrettanti primati. È il suo il primo record dei campionati in apertura di Criteria. 50 dorso in 27″42, un centesimo meglio di Martina Cenci, e cinque meglio di Costanza Cocconcelli per un podio Junior tutto sotto il vecchio record di Tania Quaglieri fermo in 27″65 dal 2016.

Equamente suddiviso per giornate ecco il secondo record, il giorno dopo nei 100 dorso. Con 58″57 polverizza il primato di 1’00″36 della Quaglieri 2016, nuotando più veloce della stessa carpigiana anche qui, e di conseguenza di tutte le Cadette. Discorso simile per Cenci e Cocconcelli, che replicano il podio dei 50 nuotando sotto al minuto e al vecchio record dei campionati.

 

Si replica anche nei 200 dorso, dove la D’Innocenzo vince in 2’07″91 cancellando il 2’10″09 di Alessia Bianchi del 2016, tallonata da Martina Cenci seconda in 2’09″04. Anche qui, le giovani 2002 si sbarazzano della concorrenza interna ma anche di quella esterna, risultando entrambe più veloci delle Cadette.

Il dorso promette bene perché anche nella categoria Ragazze c’è qualcuna che va fortino: è Erika Gaetani, già protagonista qualche settimana fa con due record italiani di categoria in vasca lunga. La pugliese cancella il vecchio record dei campionati di Veronica Montanari sia nei 100 nuotando in 1’00″73, che nei 200 dove vince in 2’11″22.

Altro nome da segnare sul taccuino è quello di Karen Asprissi. Già lo scorso anno si era messa in luce, e aveva continuato in estate. Un crescita continua per l’atleta di coach Gianni Leoni che a questi Criteria mette il timbro sulla farfalla togliendo dagli annali due big del nuoto azzurro di questi tempi.

Elena Di Liddo nel 2009 aveva nuotato 27″13 nei 50 farfalla Junior secondo anno, crono che la lombarda del 2002 ha letteralmente cancellato, vincendo in 26″54. Buttata giù dalla torre la Di Liddo, nel pomeriggio Karen fa fuori anche Silvia Di Pietro, che nel 2009 vinceva i 100 farfalla in 59″28, contro il 58″73 della Asprissi che con questo crono mette dietro anche le avversarie più grandi della categoria Cadette!

PS: non contenta si prende anche l’oro nei 50 rana, vinti in 32″00, così per gradire!

La classe 2002 è la più ricca di prestazioni di livello, e tra queste ecco le prove di Costanza Cocconcelli: se nel dorso la concorrenza la costringe al gradino più basso del podio, i misti sono terra di rinascita. Record dei campionati nei 200, nuotati in 2’10″32, meglio del 2’11″15 di Anna Pirovano del 2016. Niente record ma grande prova anche nei 400 misti, dove la vittoria arriva in 4’39″77.

Road to Parigi | il Recap dei Trials USA

L’Australia chiama e gli USA rispondono! Tempo di Trials, I TRIALS per eccellenza quelli made in United State of America. Spettacolari come sempre, come solo gli statunitensi sanno fare, nei nove giorni di gare di Indianapolis ne abbiamo viste di ogni, sorprese,...

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Le Cadette

Discorso a parte per la categoria Cadette: molto di loro hanno già avuto a che fare con il mondo delle più grandi, e l’obbiettivo primario pare essere senza dubbi l’Assoluto di aprile. Una di queste è Tania Quaglieri (foto Vapori di Cloro), spesso battuta a distanza dalle più piccole ma comunque plurivincente nella propria categoria. Tris di ori nei 50 e 100 dorso e 50 farfalla: l’aspettiamo tra qualche settimana sempre qua, ma in vasca lunga.

Altra plurivittoriosa è Anna Pirovano. La classe 2000 del Team Nuoto Lombardia viaggia forte a rana nuotando a circa un secondo dal record della Castiglioni nei 100 (1’06″87) e di Erica Donadon nei 200 (2’24″55) oltre a nuotare il tempi migliori di questi Criteria nei 200 misti (2’09″98) e nei 400 misti (4’38″23).

Da non dimenticare poi Giorgia Romei: la ligure esplosa qualche anno fa proprio ai Criteria, torna a casa con ben quattro ori tra 200, 400, 800 stile e 100 farfalla, battuta a livello cronometrico da Giulia Salin, che tra le Junior 2002 si conferma fondista doc vincendo gli 800 stile in 8’27″22.

Gli altri Record dei Campionati

Nella prima giornata record dei Campionati per Benedetta Pilato nei 100 rana Ragazzi 2005, nuotati in 1’08″99, sotto il precedente di 1’10″59 di Pamela Gabrieli del 2014, tempo che risulta essere più veloce anche delle annate 2004, 2003 e 2002.

Altro primato se lo prende Carola Valle, Junior 2003, nei 50 stile nuotati in 25″24, migliore del 25″27 di una certa Giorgia Biondani, non proprio una sconosciuta. Questo 50 è anche più veloce delle 2002 e delle Cadette.

Nella mattina finale la torinese Virginia Emma Menicucci cancella Rachele Ceracchi nei 100 stile Junior secondo anno, nuotando in 55″17, meglio del 55″28 della romana nel 2014.

Figli d’arte

L’edizione 2018 dei Criteria verrà ricordata anche come l’edizione dei figli d’arte. Sul podio è salita Virginia Consiglio, oro tra le Ragazze 2005 e figlia degli ex nazionali Andrea Consiglio e Paola Cavallino.

Ma la ligure non è la sola: la coetanea Noemi Lamberti vince i 200 stile, per la gioia di papà Giorgio e mamma Tania Vannini.

Matricola

Terminati gli anni di pettinature imbarazzanti e “tatuaggi” di ogni tipo, da qualche anno la matricola è una cosa seria.

Talmente seria di ricevere un premio dopo il sondaggio lanciato dalla pagina Facebook della Federazione Italiana Nuoto.

I prodotti Kinder+Sport e Arena vanno a Aurora Abbruscato, atleta della SS9 che si è vestita da Dory, personaggio del film Disney “Alla ricerca di Dory”.

Da oggi spazio ai maschi: ne vedremo delle belle!!!

(Foto: Fabio Cetti | Corsia4)