Siamo al penultimo giorno di batterie e ci sono ancora diverse chance per lItalia di sognare la medaglia Mondiale. Vediamo come andata nel nostro recap.

50 stile libero donne

La regina dello sprint Sarah Sjöström si prende la testa delle batterie con l’unico crono sotto i 24 secondi: 23.91. Per l’Italia fuori Chiara Tarantino che con 26.09 chiude al 39° posto.

Semifinali: Sjöström (SWE), Douglass (USA), Jack (AUS), Wasick (POL), Hopkin (GBR), Coleman SWE), Ruck (CAN), Fiedkiewicz (POL), Henique (FRA), Steenbergen (NED), Jensen (DEN), Osamn (EGY), Klancar (SLO), Busch (NED), Lyu (CHN), Antoniou (CYP)

50 dorso uomini

Il primo della fila è Ksawery Masiuk, 24.58, che precede il campione in carica Hunter Armstrong e Hugo Gonzalez. Qualifica agile per Michele Lamberti che totalizza il settimo tempo in 24.88. 

Semifinali: Masiuk (POL), Armstrong (USA), Gonzalez (ESP), Cooper (AUS), Coetze (RSA), Andrew (USA), Lamberti (ITA), Braunschweig (GER), Yoon (KOR), Saravia (ARG), Christou (GRE), Seeliger (SWE), Knedla (CZE), Santos (ESP), Jeffcoat (NZL), Markygiannis (GRE)

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 farfalla

I 100 farfalla sono tra le pochissime specialità Olimpiche introdotte nel programma prima al femminile - Melbourne 1956 - che al maschile a Città del Messico 1968. Come risultato abbiamo 31 campioni olimpici, 14 uomini e 17 donne, distribuiti su 10 Nazioni, con gli...

Madeira 2024 | La Nazionale azzurra per gli Europei di nuoto paralimpico

Dopo le edizioni del 2016 e del 2021 l'isola di Madeira, torna protagonista ospitando la VII edizione dei Campionati Europei Open 2024. Solo una manciata di giorni dividono i 32 azzurri dall' Europeo che si terrà presso il Complexo de Piscinas Olimpicas do Funchal dal...

Fatti di nuoto Weekly: lo Spirito Olimpico

A 100 giorni esatti dai Giochi di Parigi, Fatti di nuoto weekly va alla ricerca dello spirito Olimpico, quell’impalpabile essenza che ci fa sentire sempre più vicini alle due settimane più belle per ogni sportivo che si rispetti. Pronti?Ancora abusi nel nuoto Prima...

Road to Parigi, il Recap dei Campionati Ungheresi: Milak c’è!

Budapest ospita i Campionati Ungheresi, nuotatori in vasca dal 9 al 12 aprile. In acqua ci sono tutti i big magiari, tra cui il latitante più famoso tricolore Kristóf Milák e la neo mamma Katinka Hosszú. Presente anche una piccola delegazione azzurra che si è distinta...

TYR Pro Series 2024, Huske vola a San Antonio. Bene Dressel e Marchand

Finita la stagione collegiale, negli Stati Uniti si inizia a nuotare in vasca lunga, e si inizia a fare sul serio anche in vista degli appuntamenti più importanti della stagione. Per questo la tappa di San Antonio delle TYR Pro Swim Series era molto attesa: vediamo...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 dorso

I 100 dorso fanno parte del programma Olimpico fin dagli albori dei giochi, cioè dal 1908 per i maschi e dal 1924 per le femmine, con l’unica eccezione di Tokyo 1964, quando gli uomini non li disputarono a favore dei 200. Si tratta di una distanza ampiamente dominata...

50 rana donne

Solita batteria in grande spolvero per Benedetta Pilato, che con 29.89 è la prima della graduatoria, davanti anche alla cinese Tang, che in 29.93 fa anche il record asiatico. Meilutyte segue in 30.05, mentre si qualifica con il 12° tempo Anita Bottazzo, con 30.94. 

Semifinali: Pilato (ITA), Tang (CHN), Meilutyte (LTU), van Niekerk (RSA), Hulk (FIN), Kivirinta (FIN), McSharry (IRL), Hansson (SWE), Angus (CAN), Slyngstadli (NOR), Sztandera (POL), Bottazzo (ITA), Yang (CHN), Vermeiren (BEL), Enge (USA), Pinho Rodriguez (POR)

4×100 stile libero mista

La Cina si conferma in un momento ottimo e fa il record asiatico in batteria, ccupando così la prima piazza. L’Italia si qualifica con il quarto tempo: Zazzeri 48.51, Frigo 48.62, Morini 54.66, Tarantino 54.27.

Finale: CHN, CAN, AUS, ITA, USA, NED, SVK, HKG


1500 stile libero uomini

A chiusura di giornata succede quello che non ti aspetti, Greg fuori dalla finale del 1500. Nella terza batteria è un redivivo Florian Wellbrock a nuotare il miglior crono in 14.48.43 portandosi dietro Aubry, Betlhem e Romanchuk tutti intorno al 14.50.

Nell’ultima batteria Paltrinieri detta il passo nel primo terzo di gara, ma rallenta nella parte centrale e viene superato dal campione irlandese degli 800 Wiffen che vince in 14.54.29. Greg non riesce a scrollarsi di dosso il giovane turco Tuncelli che proprio nell’ultima vasca sprinta e precede l’azzurro di 21 centesimi. Deluso anche Luca De Tullio che chiude la sua prova in 15.00.22 al tredicesimo posto.

Finale: Wellbrock (GER), Aubry (FRA), Betlehem (HUN), Romanchuk (UKR), Schwarz (GER), Wiffen (IRL), Fei (CHN), Tuncelli (TUR)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4