1500 stile libero F

Una terza giornata che si apre con una splendida doppietta azzurra: se la cavalcata di Simona Quadarella verso l’oro in 15.53.59 sembrava quasi scontata, meno il ritorno sul podio di Martina Caramignoli che conquista il bronzo 16.05.81. Fra le azzurre la giovane russa Kirpichnikova all’argento in 16.01.06.

50 farfalla M

Finale tiratissima con l’ungherese Szabo che ha la meglio per un solo centesimo sul primatista del mondo Andriy Govorov 23.00 vs 23.01, bronzo per il russo Andrey Zhilkin con 23.08.

I due azzuri chiudono la finale con Piero Codia a 23.54 e Thomas Ceccon 23.56.

200 dorso M – semifinale

Nella prima semi il russo Rylov veleggia a 1.55.11, chiude settimo – 12° in totale – ma soddisfatto del suo crono Lorenzo Mora con 1.58.13. Ma è nella seconda semi che il britannico Luke Greenbank nuota il miglior crono di accesso in finale con 1.54.53.

100 stile libero F – semifinale

Dalla prima semi esce il miglior tempo di qualificazione della francese Marie Wattel con 53.34, Silvia Di Pietro non riesce a migliorarsi e chiude la prova in 54.87 14° tempo totale. Nella seconda semi dominio olandese con Femke Heemskerk che chiude in 53.49 un decimo preciso davanti alla Kromowidjojo.

Fatti di nuoto weekly: Professionismo, pro e contro

Bentornati su Fatti di Nuoto weekly, la rubrica del mercoledì che arriva anche in piena lotta Trials USA / Australia, più puntuale di un World Record di Kaylee McKeown. Rispondete a questa domanda: guardando le gare di Adelaide e Omaha, definireste i nuotatori...

Luca Dotto Swim Academy, la tecnica del nuoto e tanta passione

Quante volte ci è capitato di dare un’occhiata ad un’iniziativa, magari ben presentata ed organizzata, ed avere la sensazione che si tratti di un’operazione puramente commerciale? Chiariamoci subito: non c’è nulla di male nel voler ricavare un profitto da un...

Swim Stats, perchè i Trials USA definiscono il Nuoto “Olimpico”

Una volta ogni quattro anni c’è un evento che catalizza l’attenzione di tutti gli appassionati di nuoto. Una piscina viene costruita in un palazzetto dello sport, la gente fa la coda per acquistare un biglietto e godersi lo spettacolo e, per una settimana, il mondo...

ItalNuoto e Olimpiadi | Atene 2004, la prima medaglia olimpica di staffetta

Non c'è nemmeno il tempo per riprendersi dallo stupore di aver visto una ragazza di sedici anni arrivare dove quasi nessun italiano era mai arrivato, che il programma gare di Atene 2004 ci mette davanti ad un'altra finale mozzafiato. Per l'Italia, si tratta di...

Training Lab, l’Indice di Nuotata: questo sconosciuto

Ogni volta che ci si trova a discutere di tecnica del nuoto in contesti differenti e a livelli anche molto diversi le statistiche delle domande più ricorrenti che ne scaturiscono non si discostano molto dalle seguenti: Qual è la frequenza di bracciata giusta per un...

Fatti di nuoto weekly: ho visto “Ultima Gara” di Raoul Bova e…

Giovedì scorso, le mie timeline social e le chat di Whatsapp erano invase di commenti sul docufilm di Raoul Bova, Ultima Gara, trasmesso in prima serata da Canale 5 e con protagonisti l'attore romano ed i nuotatori Manuel Bortuzzo, Massimiliano Rosolino, Emiliano...

50 rana M – semifinale

Azzurri protagonsiti della prima semi con Nicolò Martinenghi vincitore in 26.49 e Alessandro Pinzuti terzo con il primato personale di 27.11. Nella seconda semi duello spalla a spalla fra Adam Peaty e Ilya Shymanovic che chiudono in 26.38 e 26.47. Terzo e quinto posto per gli italiani, domani sarà tutta da giocare.

200 rana F

La britannica Molly Renshaw prende il comando a meta gara e resiste al rientro di Lisa Mamie vincendo in 2.21.34, 2.22.05 per l’argento dell’elvetica. Sul podio ritroviamo la russa Efimova che con 2.22.16 regola di un centesimo la giovane connazionale Chikunova. L’azzurra Francesca Fangio è sesta in 2.24.26 uguagliando al centesimo il suo personale.

200 stile maschi

Finalmente una bella finale dei 200 stile uomini, dopo qualche anno di livello non entusiasmante in campo europeo. Parte forte Kristof Milak, che al passaggio a metà gara precede il russo Martin Malutyn di 25 centesimi. L’azione dell’ungherese si spegne però nella terza vasca, ed il russo emerge con un finale sfavillante, nonostante una nuotata zoppa e poco bella a vedersi.

L’oro è suo in 1.44.79, mentre gli inglesi si accontentano dell’argento, Duncan Scott 1.45.19, e del bronzo, Thomas Dean 1.45.34.

200 misti donne – semifinale

La prima semi è soporifera, con la sola Katinka Hosszu che mette in sicuro la finale con 2.10.66. Nella seconda semi, molto combattuta, si impone la greca Gorbenko, ma passano il turno anche le italiane.

Ilaria Cusinato, ritrovata, con 2.10.72 ha il terzo tempo, mentre Sara Franceschi ha il sesto, con il personal best di 2.11.41.

4×200 stile F

La Gran Bretagna è di un livello superiore (unica nazione con tutte le atlete sotto i 2 minuti) e si impone con un margine di più di tre secondi sull’Ungheria. Bronzo per le italiane, con una buona prestazione di gruppo: Pirozzi 1.59.63, Gailli 1.59.94, Quadarella 2.00.61 e Pellegrini 1.56.54.

100 dorso F

Nella prima finale rimane ai piedi dei podio l’azzurra Margherita Panziera con 59.65, gara dominata dalla britannica Kathleen Dawson che nuota il nuovo record dei campionati in 58.18. seconda piazza per l’olandese Kira Toussaint con 59.02 che precede di 9 centesimi la russa Maria Kameneva.

Ma è tutto da rifare per un problema tecnico allo start che aveva penalizzato la svedese Hansson (che ha presentato ricorso).

Una ripetizione che sorride alla nostra azzurra che conquista la seconda posizione con 59.01 sostituendo la campionessa dei 50 Kira Toussaint che scivola fuori dal podio. Kathleen Dawson si conferma al titolo in 58.49 e Maria Kameneva al bronzo in 59.22.

 

Tutte le medaglie dell'ItalNuoto a Budapest

Day 1
bronzo – 4×100 sl M Italia: 3.11.87 Miressi 47.75 #RI Zazzeri 48.30 Ceccon 47.98 Frigo 47.85

Day2
oro – 800 sl Simona Quadarella 8.20.23
bronzo – 4×200 sl MIX Italia: 7.29.35 Ballo 1.46.96, Di Cola 1.46.16, Pellegrini 1.55.66, Panziera 2.00.57 #RI

Day3
argento – 1500 sl Gregorio Paltrinieri 14.42.91
argento – 100 sl Alessandro Miressi 47.45 RI
argento – 100 ra Arianna Castiglioni 1.06.14
argento – 200 fa Federcio Burdisso 1.54.28 RI
bronzo – 1500 sl Domenico Acerenza 14.54.36
bronzo – 100 ra Martina Carraro 1.06.21
bronzo – 4×200 sl Italia 7.06.05 Ballo 1.47.30 Ciampi 1.46.17 De Tullio 1.46.02 Di Cola 1.46.56

Day4
argento – 200 sl Federica Pellegrini 1.56.29
bronzo – 200 mx Alberto Razzetti 1.57.25
bronzo – 4×100 mx MIX Italia 3.42.30 Panziera  59.55, Martinenghi 58.05, Di Liddo 57’’74, Miressi 47.16

Day5
oro – 1500 sl Simona Quadarella 15.53.59
argento – 100 do Margherita Panziera 59.01
bronzo – 1500 sl Martina Caramignoli 16.05.81
bronzo – 4×200 sl Italia 7.56.72 Pirozzi 1.59.63, Gailli 1.59.94, Quadarella 2.00.61, Pellegrini 1.56.54

Foto: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

0Shares
0