La novità del nuoto di questa estate sono stati indubbiamente gli Europei Under 23, la cui prima edizione si è svolta a Dublino tra l’11 ed il 13 agosto, con circa 600 atleti provenienti da tutto il continente (e rappresentative da USA e Sudafrica ad arricchire il campo partenti).

Un buon motivo per vedere all’opera alcuni dei giovani emergenti del momento, alcuni dei quali appena rientrati da Fukuoka.

Vediamo com’è andata nel nostro recap.

La spedizione italiana torna a casa con sei medaglie (un oro, due argenti e tre bronzi) ed il decimo posto nel medagliere vinto dai padroni di casa dell’Irlanda, che hanno messo in mostra i talenti Ellen Walshe (doppietta d’oro nei misti), Mona McSharry (tripletta d’oro nella rana) e soprattutto Daniel Wiffen, autore di un superbo 14.35.79 nei 1500.

Sugli scudi anche la tedesca Isabel Gose, autrice di tre trionfi nello stile libero (400-800-1500), e l’inglese Jonathon Adam, vincitore di 50 e 100 dorso.

Il titolo azzurro è di Simone Cerasuolo, che nella giornata inaugurale svetta nei 50 rana in 26.94, unico sotto i 27 secondi; l’allievo di Cesare Casella conferma la sua costante crescita nella velocità approdando alla finale anche nei 100, nei quali è stato però squalificato per falsa partenza.

Ottima anche la rassegna dell’altra ranista già finalista Fukuoka, Anita Bottazzo, che fa doppietta di argenti nelle due gare veloci (30.59 nei 50, 1.07.17 nei 100, personal best). 

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Tre le medaglie provenienti dal mezzofondo, tutte di bronzo: la doppietta di Luca De Tullio che chiude terzo sia negli 800 (7.48.20) che nei 1500 (14.54.31, personal best), e il terzo posto di una ritrovata Giulia Salin negli 800 (16.26.10), che ha fatto la finale anche nei 1500 (quinta, 8.39.43).

In chiusura, la novità degli Swim-off, le sfide ad eliminazione nei 50 stile libero, vinte al maschile dall’ucraino Vladyslav Bukhov e al femminile dalla slovena Neža Klančar, piccola ma buona iniziativa per dare una scossa ad una manifestazione ancora tutta da costruire.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4