Mancano 3 giorni al via della 19ª edizione dei Campionati Europei in vasca corta di Copenaghen, i lavori per la trasformazione della Royal Arena da sito per concerti a stadio del nuoto sono iniziati poco più di una settimana fa!

Due piscine in 10 giorni questo l’obiettivo dell’eccellenza italiana Myrtha Pools per allestire le due piscine che ospiteranno gli Europei di corta dal 13 al 17 dicembre e che potranno ospitare fino a 6500 spettatori.

Myrtha Pools ha portato a Copenaghen l’esperienza acquisita in questi anni dove si è ritorvata ad allestire gli stadi del nuoto in occasione dei Giochi Olimpici, Campionati Mondiali ed Europei.

E proprio ieri è arrivata la comunicazione che le vasche per le competizioni sono state ultimate e riempite: oltre 2 milioni di litri d’acqua.

Fatti di nuoto weekly: danzando e polemizzando

Fatti di nuoto weekly torna alla sua versione old school, le notizie del nuoto una volta alla settimana, con calma, il mercoledì. E quale miglior argomento per riprendere se non il protagonista del primissimo numero di questa newsletter?Klete Keller Il pluri...

Coppa Comen 2021 | l’Italia vince classifica e medagliere a Belgrado

​La Coppa Comen è tornata! Dopo l’annullamento dell’edizione del 2020 e il rinvio nell’estate di quest’anno, a Belgrado il meglio del nuoto giovanile europeo si è riunito per iniziare alla grande la nuova stagione. Competizione riservata alla categoria Ragazzi, dove...

Storie di Nuoto: László Cseh, working class hero

Immaginate per un momento di avere un dono eccezionale, una dote naturale che vi rende incredibilmente bravi a nuotare. Immaginate che questa capacità sia scoperta da un allenatore estremamente lungimirante e capace, che affina la vostra tecnica in modo perfetto,...

Training Lab, La prestazione nel Nuoto in funzione del recupero attivo e passivo di varie durate

All’interno di una competizione natatoria così come di un allenamento intenso fatto di prove di sforzo massimali, l’andamento delle stesse può essere fortemente influenzato da diversi fattori. Primo fra tutti di sicuro è lo stato di forma o di affaticamento pregresso...

Storie di Nuoto: Ian Thorpe, il gigante australiano

È il nuotatore più famoso d’Australia, tutti conoscono le sue imprese. Ricordo di averlo visto nuotare ad Atene 2004 ed aver pensato cavoli il nuoto è uno sport fico, voglio farlo anche io. Kyle Chalmers, oro olimpico nei 100 stile libero a Rio 2016 Nel corso della...

World Cup 2021 #2 | A Budapest il saluto ufficiale a Laszlo Cseh

È Budapest a ospitare la seconda tappa della FINA Swimming World Cup 2021! Dopo Berlino si vola in Ungheria, dove la lotta per conquistare il primo posto nel ranking della Coppa del Mondo si accende sempre di più. Spettacolo, nuovi primati e un ultimo saluto al mitico...

La Royal Arena è quindi pronta ad ospitare i 548 atleti iscirtti in rappresentanza delle 46 Nazioni: la squadra ospite la più numerosa con 38 nuotatori, seguita da Italia (36 – LEGGI i nomi dei convocati), Ungheria (32) e Russia (31).

Saranno 40 gli eventi in programma, le batterie inizieranno alle 9.30 e le sessioni di semi-finali e finali alle 17.00.

Circa i 500 i volontari impiegati in quello che sarà il primo evento sportivo ospitato dalla Royal Arena che è stata inaugurata nel febbraio del 2017.

La LEN metterà in palio 220.000 € di premi in denaro con i bonus aggiuntivi per gli eventuali record individuali: 10.000 € per record del mondo e 5.000 € per europeo.

(Foto copertina: EC press release)

Share and Enjoy !

Shares