In una estate carica di eventi come non mai – e non è ancora finita, ci sono i Mondiali Junior – ci sono anche delle manifestazioni che passano sotto traccia delle quali però è giusto parlare.

Di questo e di qualche altra piccola stranezza si occupa oggi Fatti di nuoto Weekly, la rubrica che ci tiene a non lasciarvi da soli nella settimana del rientro più pesante dell’anno.

Duel In The Pool

È passato stranamente quasi inosservato, il Duel in the Pool, la sfida in vasca corta tra USA e Australia che è stata rispolverata dopo diversi anni, alla ricerca di un evento che potesse coprire la voglia di nuoto-spettacolo di tutti i fan orfani della ISL. La manifestazione è stata poco pubblicizzata e, a quanto sembra di capire sbirciando i social di molti appassionati USA, anche poco facile da vedere, il che ha un po’ spento le attenzioni e smorzato gli entusiasmi.

La vittoria è andata al Team USA, 309 vs 284 punti, e a giudicare da quanto si può leggere in giro sembra essere stato un evento divertente: staffette strane (2×200 vs 4×100 stile), un sacco di skins race ad eliminazione e punteggi abbastanza pazzi, con possibilità di giocarsi il jolly da doppio score in una prova scelta in precedenza.

Peccato non averla vista.

Vasca Corta in Australia, Vasca Lunga in Russia

Il Sydney Olympic Park Aquatic Center ha ospitato i Campionati Australiani in vasca corta, e qualche bel tempino è venuto fuori. Su tutti, Kaylee McKeon, che ha nuotato la quinta prestazione all-time nei 200 dorso in 1.59.48, ma anche Kyle Chalmers, che ha vinto i 100 stile in 45.55 e i 200 in 1.40.98, e Lani Pallister al record Australiano nei 1500 con 15.24.63. registriamo anche la prima medaglia nazionale per Cody Simpson, che è giunto secondo nei 100 misti

In Russia, invece, si sono svolte la Spartakiadi, manifestazione multi-sport organizzata in risposta all’esclusione degli atleti russi dalla maggioranza degli eventi sportivi di quest’anno, a causa dei noti motivi politici. Tra i risultati più interessanti, c’è la prova di Kiril Prigoda, che è sceso a 2.07.86 nei 200 rana battendo Anton Chupkov.

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Premi in Australia

Sono stati assegnati i premi di Swimming Australia, in un’annata che ha visto i dolphins protagonisti sia ai Giochi del Commonwealth che, anche se in formazione ridotta, ai Mondiali. La nuotatrice dell’anno è Mollie O’Callaghan, la giovanissima velocista che nel 2022 ha vinto i 100 stile sia a Birmingham che a Budapest, candidandosi come grande star emergente del nuoto mondiale.

Nella stessa cerimonia è avvenuta l’induzione nella Hall of Fame di alcuni grandissimi del passato di down under, tra i quali Freddie Lane, il primo australiano vincitore dei Giochi, Shane Gould, tre volte oro Olimpico nei 100 stile, e Ian Thorpe. Allenatore dell’anno è Dean Boxall, tecnico di Ariarne Titmus

Ryan Lochte e Twitter 

Se siete utenti di Twitter e vi state chiedendo perché la vostra timeline è intasata di notizie su criptovalute e NFT – quando voi ne ignoravate perfino l’esistenza – potrebbe esserci una spiegazione logica: sembra che Ryan Lochte abbia venduto il suo account da circa di 1 milione di follower ad una pagina di criptovalute, o che lo stesso sia stato hackerato. Per il momento non ci sono conferme o smentite di nessun genere, l’unico dato è che l’account stesso sta perdendo gradualmente i follower e, quindi anche il suo eventuale valore commerciale.

Matrimoni e Superteam

Si sono sposate tutte in pochi giorni, Federica Pellegrini (per chi non lo sapesse con Matteo Giunta), Katinka Hosszù e Boglarka Kapas, la prima ritirata e le altre due in preparazione verso Parigi.

Simone Manuel ha comunicato che ritorna ad allenarsi dopo un periodo di stop forzato, e lo farà con Bob Bowman: notizia molto interessante e positiva, che rilancia le quotazioni della più forte velocista americana proprio in vista di Parigi 2024. Al gruppo dell’ex mentore di Michael Phelps si aggiunge anche il neo campione europeo Hubert Kos: all’Università dell’Arizona si alleneranno oltre a Kos e Manuel, Leon Marchand, Chase Kalisz, Jay Litherand, Regan Smith, Olivia Smoliga, Hali Flickinger e Allison Schmidt. Mamma mia.

See you later!  

Iscriviti alla newsletter

Foto: Fabio Cetti | Corsia4