Un ricca giornata, la sesta dei Campionati del Mondo di nuoto paralimpico in corso a Funchal, l’Italia conquista altri 11 podi – 3 ori, 5 argenti e 3 bronzi – salendo a quota 53 medaglie totali.

Nel medagliere sale a quattro ori il vantaggio sugli USA e a cinque sul Brasile, insegue la Gran Bretagna, si deciderà tutto nell’ultima giornata di gare, forza azzurri!

La sesta giornata si apre con il bronzo di Carlotta Gilli (4’39”45) che torna finalmente sul podio nella finale diretta dei 400 stile libero S13 vinta dalla ucraina  Stetsenko (4’34”56) davanti all’australiana Dedekind (4’34”68). “Sono molto contenta, meglio di così proprio non potevo fare tenuto conto del mio stop forzato dovuto all’operazione al collo – dice la Gilli – sono arrivata a questa manifestazione senza troppe aspettative quindi porto a casa tutto quello che mi sono guadagnata”.

Arriva la seconda medaglia internazionale per Martina Rabbolini che bissa l’argento dei misti nei 100 dorso S13 con il crono di 1’23”84. L’oro va alla giapponese Ono (1’22”80), il bronzo alla messicana Alcazar (1’25”50).

Ed è invece il terzo argento individuale per Giulia Terzi che si mette al collo la medaglia nei 50 stile libero S7 (33”93) preceduta solo dalla americana Coan (32”97), a completare il podio la tedesca Grahl (34”09).

 

Federico Bicelli aggiunge al suo palmares la medaglia di bronzo nei 50 stile libero S7 chiusi in 28″65, la finale è stata dominata dall’ucraino Trusov (27″57), seguito dal colombiano Serrano (28″23).

Dopo due bronzi Angela Procida riesce a conquistare l’argento nei 50 dorso S2 nuotando la finale diretta in 1’11″42, prima di lei solo l’atleta di Singapore Yip (1’03″04), bronzo invece alla messicana Ramirez (1’12″39). 

Ed è una ormai inarrestabile Xenia Francesca Palazzo a vincere il primo titolo azzurro di giornata nella finale dei 200 misti SM8 (2’51”54) non ce n’è per nessuno, argento per la tedesca Maack (3’00″04) e bronzo per la colombiana Gonzalez Rodriguez (3’03″84).

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Seta medaglia iridata per Monica Boggioni che aggiunge un altro argento nei 200 stile libero S5 (2’54”20). Il titolo mondiale va alla britannica Kearney (2’42”36), il bronzo invece alla giapponese Yui (3’12”11).

Nella stessa distanza al maschile sale sul tetto del mondo il nostro Francesco Bocciardo, nella sua gara chiude con un 2’27″39 che sbaraglia la concorrenza, argento per lo spagnolo Ponce Bertran (2’33″12) e bronzo per il turco Kutlu (2’41″56).

Sempre nei 200 stile libero classe S3 arriva il bronzo per Vincenzo Boni che ferma il crono a 3’34″13, titolo al messicano Hernandez Hernandez (3’29″08) e argento all’ucraino Ostapchenko (3’30″04).

Non smette di stupire Simone Barlaam che fa poker di titoli mondiali aggiungendo loro nei 100 dorso S9 stabilendo il nuovo record mondiale scendendo sotto il minuto e con il tempo di 59″72. Argento per il francese Didier (1’00″42) e bronzo per l’australiano Hodge (1’01″88), chiude al settimo posto Simone Ciulli in 1’07″54.

Nella tiratissima finale dei 100 stile libero S10 Stefano Raimondi (51″17) cede lo scettro all’australiano Crothers che con una progrssione incredibile si prende l’oro in 50″70, terzo il brasiliano Melo Rodrigues in 52″90.

 

Foto: Augusto Bizzi | FINP