Napoli, piscina Scandone! Il settimo Gran Prix Città di Napoli – Trofeo Vecchio Amaro del Capo è stato protagonista nel fine settimana, con tanti big azzurri scesi in acqua per continuare l’avvicinamento al Sette Colli prima e ai Giochi poi.

Pilato & Miressi

Due protagonisti su tutti sono proprio la ranista pugliese e il velocista di Torino. Per Benny segnali positivi dopo le difficoltà degli Assoluti. Vince nei 50 in 30’’15 e soprattutto nei 100, dove nuota in 1’06’’61 la finale, cinque centesimi più veloce di quanto già fatto in batteria.

Bene anche Alessandro Miressi: si aggiudica i 100 stile in 48’’97 davanti a Luca Dotto (oro nei 50 in 22’’59) e Stefano Ballo, mentre chiude terzo nei 100 farfalla in 54’’01.

Nuovi primati

Nomi nuovi si aggiungono all’importante albo d’oro dei primati del Gran Prix Città di Napoli, specialmente al femminile: già nella prova più veloce, i 50 stile, Costanza Cocconcelli strappa con 25’’41 il nuovo primato alla padrona di casa Viola Scotto di Carlo, che lo scorso anno aveva nuotato appena un centesimo di più.

Una Cocconcelli in palla si prende anche quello dei 50 dorso, vinti in 28’’66 due decimi meglio di Martina Biasioli seconda e circa mezzo rispetto al 29’’13 di Federica Toma del 2022.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 misti

I 200 misti fanno parte del programma olimpico da dodici edizioni: inseriti nel 1968 sia al maschile che al femminile, hanno saltato le edizioni del 1976 e del 1980, anni nei quali si disputarono solo i 400 misti. Il club dei campioni è quindi ristretto a ventiquattro...

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Nella gara regina il record se lo prende invece Chiara Tarantino, con un buon 54’’81 con il quale prima beffa Sofia Morini seconda in 54’’86, poi migliora il suo 55’’03 nuotato nel 2023. Morini che si consola cancellando il primato storico dei 200 stile, datato addirittura 2005 e in mano a Federica Pellegrini. Con 1’59’’11 vince toccando davanti a Antonietta Cesarano, anche lei sotto al vecchio primato con 1’59’’92.

In campo maschile nuovo record per Federico Burdisso, che vince i 200 farfalla in 1’58’’11 decisamente più veloce del 2’00’’05 di Giacomo Carini del 2018.

L’ultimo primato se lo prende il giovanissimo Domenico De Gregorio, classe 2007, nei 400 misti, vinti in 4’26’’19, che cancella il 4’27’’87 di Antonio La Rocco di sei anni prima.

Giovani e meno giovani

Si vede un po’ di tutto alla Scandone: tra il futuro che avanza brilla senza dubbio Daniele Del Signore, classe 2007 che si impone nel treble a dorso. Firma 50, 100 e 200 rispettivamente con 25’’85, 55’’84 e 2’02’’65. Qualche anno in più per Ludovico Viberti (2002) oro nei 50 rana in 27’’52 e nei 100 in 1’01’’08.

Tra le ragazze è l’atleta di casa Viola Scotto di Carlo (2003) a brillare con l’oro nei 50 farfalla in 26’’29 nello scontro generazionale con Silvia Di Pietro, seconda in 26’’69. Restando a farfalla ecco arrivare l’esperienza: Alessia Polieri si impone nei 200 farfalla in 2’12’’16 vincendo poi anche i 400 misti con 4’50’’50.

Infine zampata nei 200 rana di Edoardo Giorgetti che con 2’16’’52 regola tutta la ben più giovane concorrenza.

Foto: Ferdinando Sodano