Vola a quota 35 l’Italia nel medagliere del nuoto paralimpico di Tokyo – 11 ori, 15 argenti e 9 bronzi – che valgono la quarta posizione provvisioria prima della giornata conclusiva di domani.

Oggi sono arrivate altre sei medaglie, piazza d’onore per Simone Barlaam, Arjola Trimi, Antonio Fantin e Stefano Raimondi, bronzo per Luigi Beggiato e Francesco Bettella.

Vediamo tutti i risultati degli azzurri in gara.

 

Apre nuovamente le danze Antonio Fantin nei 400 stile libero S6, una gara nuotata a fianco al brasiliano Glock con un tentativo di soprasso a metà gara. Ma poi il brasiliano si invola alla vittoria in 4’54″52 e l’azzurro si aggiudica l’argento  in 4’55″70, completa il podio il russo Lenskii (5’04″84).

Dopo una ventina di minuti la finale dei 100 farfalla S9 con i due alfieri azzurri Simone Barlaam e Federico Morlacchi. Impressiona l’australiano Martin (declassato quest’anno da S10 a S9 non senza polemiche) che porta il WR della specialità a 57″19 quasi un secondo meno di quanto già nuotato in batteria, Simone si prende l’argento con una progressione nella seconda parte di gara e chiude in 59″43, scivola al terzo posto il russo Skaliukh (1’00″54). Federico tenta l’impresa recuperando dal settimo posto di metà gara, ma rimane ai piedi del podio per pochi decimi (1’00″75).

100 dorso S10, un’altra finale con due azzurri: Stefano Raimondi e Riccardo Menciotti. La gara è dominata dall’ucraino Krypak alla sua quarta vittoria individuale con il WR di 57″19. Argento indiscusso per Stefano che chiude in 59″36, podio sfiorato per Riccardo che con 1’01″46 si ferma a 16 centesimi dal bronzo del francese Marais.

Rimaniamo sul dorso ma vasca singola, nella categoria S1 grandioso Francesco Bettella bronzo in 1’14″87 alle spalle dell’israeliano Shalabi (1’11″79) e dell’ucraino Kol (1’13″78).

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Sempre nei 50 dorso classe S2 Angela Procida chiude quinta in 1’12″69 nella finale dominata dall’atleta di Singapore Yip in 1’02″04.

Passiamo quindi allo stile libero nei 50 classe S3 Vincenzo Boni è settimo in 47″68, vittoria per il messicano Lopez Diaz con 44″66.

Nei 50 stile libero S4 arriva la seconda medaglia per Luigi Beggiato, bronzo in 38″12 nella finale vinta dall’israeliano Dadaon con il recor dparalimpico di 37″21. Aregnto il giapponese Suzuki in 37″70.

Un’altra chiusura da incorniciare per Arjola Trimi unica S3 nella finale dei 50 stile libero S4 e capace di arrivare all’argento con record del mondo di 40″32, davanti a lei solo l’australiana Watson in 39″36.

Foto: Bizzi CIP/FINP