Domenica 24 luglio una classica di Marina di Ravenna, il Trofeo Gianni Gambi giunto alla sua XXVIII edizione. Il programma prevedeva la mattina due diverse distanze: alle 9 partenza per la 5 km e alle 12 il miglio marino.

La gara di mezzofondo in acque libere sulla distanza del miglio marino è stata istituita nel 1990 in onore di Gianni Gambi, nuotatore ravennate ricordato sul sito FIN come “il più grande fondista d’acque aperte e gelide“. Gianni fu autore di memorabili prestazioni in ogni parte del mondo: nel 1948 traversò la Manica in 12h46′ e a quarant’anni compiuti si aggiudicò la Napoli-Capri, nuotando per quindici ore lungo le 21 miglia del percorso.
Infatti il Trofeo Gambi viene assegnato, per una sola volta, al vincitore della categoria Master più anziana o nel caso in cui lo stesso abbia già vinto in una precedente edizione, al secondo classificato.

Promossa l’organizzazione della Associazione Nazionale Marinai d’Italia con campo gara ben visibile e buona assistenza, peccato solo per la fine pioggerellina che ha accompagnato entrambe le prove.

Protagoniste indiscusse, a detta dei social, le meduse! Ma anche un’atleta di eccezione l’azzurra Aurora Ponselè tesserata per l’Aniene che in entrambe le prove chiude terza nella classifica generale (23’10.3 e 1:01’08.0).

Il podio assoluto è il medesimo per entrambe le distanze: Francesco Bianchi (CC Aniene) la mattina vince in 22’43.5 con un netto distacco su Simone Ercoli (Team N Toscana Empoli) argento in 23’07.7, mentre al pomeriggioil successo nella 5 km è decisamente più “sudata” con la chiusura di Bianchi a 1:00’24.0 che anticipa di un solo secondo Ercoli.
Il bronzo maschile del miglio va a Fabrizio Bassi (CN UISP Bologna) che completa la gara in 23’15.1, mentre nei 5 km è Matteo Paoloni del team Insubrika a chiudere in 1:02’43.0.

Nella prima prova dei 5 km (63 classificati), dietro ai quattro Senior già citati a inizio report, tiene banco la sfida tutta Master fra gli M45 Guido Cocci (Imolanuoto) che sopravanza all’arrivo Riccardo Barbanti (Lerici Nuoto) rispettivamente 5° e 6° in 1:06.32.0 e 1:06.34.0. Nelle prime dieci posizioni l’M25 Filippo Cocco (Pol com Riccione) che termina 8° in 1’06’35.0 e 10° Luca Monolo (N milanesi) primo fra gli M50 in 1:06’43.0.
Segnaliamo quindi la vittoria Junior di Andrea Meazzo, il rappresentante dell’Adria Nuoto chiude 7° nella generale con il tempo di 1’06’35.0.

Al femminile buona prova per la Junior Maya Bordugo (Swim Pro SS9) che chiude 12ª in 1:06’44.0 e le due Ragazze Giulia Lelli (Swim Pro SS9) e Giada Valisi (CN UISP Bologna) rispettivamente 14ª e 22ª in 1:05’51.0 e 1:15’18.0. Solo quattro rappresentanti “rosa” anche nelle Master, miglior risultato a pari tempo – 1:24’01.0 – per l’M50 Elena Dall’Olio (Molinella N) e l’M35 Cristina Raineri (Fanatik Team Forlì), la M55 Beatrice Inghilleri della Genova Nuoto porta a termine la sua prova in 1:48’53.0 e Giuliana Pregnolato (Adria Nuoto) chiude in 1:55’38.0.

Fatti di nuoto Weekly: Tutto cambia, anche Michael Andrew e le dati dei Mondiali!

Welcome back to Fatti di nuoto Weekly, la rubrica grazie alla quale potete appurare che, nonostante vi sembri impossibile, anche a gennaio accadono cose che hanno a che fare col mondo del nuoto e che vale la pena sapere. Tipo?La classifica della coppa brema Mi è...

Corsia Master, Regionali Emilia Romagna 2022: 6 e 13 febbraio a Riccione

Tra mille difficoltà e restrizioni che cambiano di giorno in giorno il Comitato Regionale Emilia Romagna mantiene il suo impegno nella prosecuzione dell'attività Master con l'organizzazione dei Campionati Regionali. La manifestazione si disputerà a Riccione in due...

Acque gelide ed eco-nuotate per l’ambiente, da Mandello al Naviglio

"Lo sport ha sempre un potenziale di attrazione e curiosità, fa notizia, ed è bello scendere in campo - in questo caso in acqua - per una causa in cui crediamo". Queste sono le parole di Enzo Favoino atleta di nuoto in acque gelide, attivista e ricercatore ambientale...

Fatti di nuoto Weekly: C’è chi cambia squadra, chi il lavoro e chi purtroppo lo perde

Bentornati su Fattidinuoto Weekly, che dopo qualche numero speciale di approfondimento (su temi che riaffronteremo nelle prossime edizioni) torna nella versione originale, quella delle news sul mondo del nuoto e dintorni. Pronti?Nuotomercato USA In un periodo avaro di...

Corsia Master, tutto pronto per il 25° Forum Master Sprint

Il 2022 del movimento Master laziale riparte dal 25° Trofeo Forum sprint in programma il 16 gennaio presso la piscina coperta del Circolo Forum Roma Sport Center. Nonostante i tanti eventi annullati a causa del perdurare della pandemia, il trofeo organizzato dalla...

Corsia4 Awards: i nostri premi al 2021 del nuoto

​Il 2022 è appena iniziato ed ha mandato definitivamente in archivio un anno solare che, sportivamente parlando, è stato ricco di emozioni e di grandi avvenimenti, alcuni dei quali francamente indimenticabili. Nelle ultime settimane dell’anno, la tradizione vuole che...

Road to… gli appuntamenti da non perdere in questo 2022

​Buoni propositi per il nuovo anno? Non perdersene una! Di cosa? Delle tante e più gare che il programma del nuoto mondiale è pronto a sfornare (speriamo) in questo 2022 che ci proporrà tra le altre cose, l’accoppiata Mondiale ed Europeo (a Roma!) Nemmeno il tempo...

Fatti di nuoto Weekly: Lia Thomas e gli atleti transgender

Ve lo avevo anticipato e mantengo la promessa: oggi vorrei provare a parlare di Lia Thomas e del caso atleti transgender. Disclaimer: non troverete qui nessuna opinione personale. Sono un maschio, bianco ed etero, nella vita non ho conosciuto discriminazioni e mi...

Caeleb Dressel, il fenomeno che non ti aspetti

Domenica 1 agosto, Caeleb Dressel ha attraversato per l’ultima volta la zona mista del Tokyo Aquatics Centre insieme ai compagni di squadra con i quali ha vinto la gara conclusiva delle Olimpiadi in piscina, la staffetta 4x100 mista. Intorno a lui, che ha nuotato la...

Un Anno di Fatti di nuoto Weekly

La rubrica che state leggendo è nata un anno fa. Durante le vacanze di Natale del 2020 abbiamo pensato che sarebbe stato interessante ed utile avere un luogo nel quale parlare di tutte quelle notizie del mondo del nuoto e dintorni che non riuscivamo ad approfondire...

Le prime 10 posizioni del miglio (98 classificati) sono appannaggio degli agonisti con la vittoria Cadetta e Juniores dei due portacolori del Sea Sub Modena Guglielmo Zanasi e Matteo Torsellini rispettivamente 6° e 7° in 24’16.9 e 24’30.2. Luca Carta (Lib RN Perugia) 8° nella generale vince la categoria Ragazzi in 25’11.4, mentre Alberto Zanarini (Nuovo nuoto BO) si aggiudica gli Esordienti A in 29’59.9.

Primo fra i Master l’M40 Fabrizio Pescatori (RN UOEI Candido Cabbia) che chiude 11° in 25’48.5 precedendo l’M25 Alessio Spelonchi (Pol com Riccione) 12° in 25’56.4. Terzo risultato per Guido Cocci che chiude in 16ª posizione aggiundicandosi gli M45 in 26’13.6.

Passando al settore femminile oltra alle vittoria Senior della Ponselè, si registrano quelle di Alina Panzetti (Swim Pro SS9) nelle Cadette in 26’19.8 (20ª), Giorgia Amoruso (Lib RN Perugia) nelle Juniores con 26’20.9 (21ª), Camilla Righetti (Nuovo Nuoto BO) nelle Ragazze in 26’21.6 (22ª) e Alice Honovich (Nuotoromagna) fra le più giovani Esordienti A in 32’01.7.

Fra le Master miglior risultato della M30 Elisa Gambuti (Pol com Riccione) che termina la sua prova in 29’47.4, seguita da Lucia Galassi (Forum SC) prima nelle M40 in 31’09.5 e Cristina Raineri che si aggiudica le M35 in 34’23.5.

A onor di cronaca segnaliamo la presenza dei meno-giovani: l’M75 Alessandro Clerici (On sport Sestri L) ha nuotato i suoi 5 km in 1:55’42.0, naturalmente non rinunciando al miglio concluso in 48’57.5. In questa prova lo scettro del veterano spetta all’M80 Giuseppe Billotta (CN Bastia) che chiude brillantemente in 38’10.8, mentre al femminile è di Maria Pia Fattori M60 del Team Nuoto Forlì che nuota la sua prova in 42’08.01.

(Foto: F. Cetti – Corsia4 / Vaporidicloro)

Share and Enjoy !

Shares