La fase più lunga – quella dei trofei – del Circuito Supermaster 2015/2016 si è conclusa nel fine settimana appena passato con il record di 9 manifestazioni. Iniziamo a raccontarvi cosa è successo nelle piscine di Città di Castello e Noci (manifestazione del 2 giugno).

Sabato 4 e domenica 5 giugno si è svolto il 31° Trofeo Galluzzi, manifestazione organizzata dalla Polisport presso la piscina degli impianti natatori Belvedere di Città di Castello (provincia di Perugia), vasca olimpionica a 8 corsie.
Poco meno di quattrocento gli atleti partecipanti in rappresentanza di 60 società, nella classifica finale al comando la Polisport Città di Castello (50.823,87 p) che come di consueto si esclude dalla premiazione lasciando il trofeo al Centro Nuoto Bastia con 46214,35 punti, vincente di misura sulla Parco Paradiso con 45568,37 punti, più distaccata la Virtus Buonconvento (31.692,69 p).

Passiamo ai risultati fra le corsie e sicuramente il più importante (non ce ne vogliano gli altri atleti in gara) è stato quello di Mara che ha portato a termine i suoi 3000 metri a delfino in 1 ora 23 minuti e 29 secondi diventando così la prima donna al mondo a riuscire in tale impresa (leggi QUI la storia di Mara). Mara ha nuotato la sua prova alla presenza di numerosi sostenitori e sotto la supervisione della giuria di gara. Emozionanti gli ultimi 50 metri durante i quali è stata accompagnata nelle corsie attigue da numerosi amici che hanno nuotato “insieme” a lei.

 

“Ho iniziato a nuotare per una di quelle prove che il destino mette davanti alle persone ma poi questo sport è diventato una motivazione per andare avanti con coraggio, superare le difficoltà e riprendere in mano la mia vita. Dedico questo record a tutti coloro che davanti alle difficoltà sono tentati di mollare. A loro dico di avere coraggio e di sfidare a viso aperto la malattia, che si può vincere grazie al coraggio, alla determinazione e ad una passione grande come quella che io ho scoperto”.

Mara

 

La migliore prestazione assoluta e record europeo dei 1500 stile libero M40 è stata nuotata da Samuele Pampana (Nuotopiù academy) con il crono di 16.41.48 e 1010.41 punti che migliora il precedente 16.45.53 del tedesco Kleiber che risaliva al 2003 e in Italia il 16.55.07 di Piovesan.

1500 sl
La mattina del sabato è dedicata alla prova più lunga, oltre al RE M40 di Pampana, belle vittorie per Massimo Cacciamani (CN Bastia) M50 in 19.21.01 (922.98 p), Miche Barbuscia (CC Aniene)M45 con 18.50.00 (916.62 p) e Corrado Cozzari (CN Bastia) M65 con 22.33.90 (903.70 p). Segnalaimo inoltre l’argento M40 di Paolo Rinaldi (H2O nuoto) con 18.19.04 (920.72 p) e il miglior risultato femminile di Pia Astone (Due Ponti) oro M55 in 22.38.10 (891.19 p).

200 mx
Bella sfida M30 con Nicoleta Coica (Nuovo N BO) che la spunta su Desiree Cappa (VS Eschilo) rispettivamente in 2.33.43 e 2.33.80 (938.54 e 936.28 p). Fra gli uomini il più veloce è Paolo Rinaldi che si aggiudica gli M40 in 2.28.74 con il miglior tabellare di 903.66 punti.

200 sl
La migliore prestazione è la vittoria M50 di Massimo Cacciamani in 2.16.78 e 900.64 punti, fra le donne è invece Desiree Cappa la più veloce con l’oro M30 in 2.22.06 (896.03 p).

50 ra
Il più veloce alle piastre è l’M45 Raffaele Felisati (Nautilus) che chiude in 32.82 (920.17 p), battuto al tabellare dall’M55 Gian Luca Grignani (CN Bastia) oro M55 in 34.17 e 956.69 punti. Miglior risultato in rosa per Selena Carini (CN Bastia) prima M40 in 39.26 (872.90 p).

50 fa
In evidenza Irene Piancastelli (Nuotopiù) che si aggiudica le M40 in 31.21 e 934.32 punti, mentre tra gli uomini è Davide Denina (Gryphus SC) il miglior performer oro M25 in 26.26 e 938.31 punti. Bene negli M50 Stefano Loreti (Vela N AN) vittorioso in 29.42 e 912.64 punti.

4×50 sl
F M100-119 Daily Sport – Fiorenza T.-Romantini-Epifani-Fiorenza J. – 2.08.17 e 889.93 p
M M160-199 Vela nuoto Ancona – Nataloni-Gregorio-Fabiani-Loreti – 1.49.79 e 895.44 p

MiStaff 4×50 sl
M120-150 Parco Paradiso – Rotondi-Fasano-Capitanio-Minici – 1.57.91 e 877.62 p

Caso Cina-doping: cosa dicono Istituzioni, Atleti, WADA

Le reazioni al caso Cina-Doping Del caso che ha sconvolto il nuoto abbiamo parlato qui, cercando di dare un punto di vista più obiettivo possibile su un tema che avrebbe bisogno di spazio quotidiano anche solo per essere spiegato bene. Inevitabilmente, vista la...

McKeown protagonista a Gold Coast, il Recap dei Campionati Australiani

Messaggi importanti in arrivo dalla terra dei canguri! In Australia infatti sono andati in scena i rispettivi Campionati nazionali, direttamente da Gold Coast dal 17 al 20 aprile. Non era un evento di qualificazione olimpica - i Trials Aussie saranno a giugno - ma le...

Caso Cina-doping: innocenti e colpevoli

Un pò di chiarezza nel caso che ha sconvolto il nuoto. Nel quale, spoiler, nessuno ci fa una bella figura.Partiamo dai fatti Un’inchiesta del New York Times e del network tedesco ARD rivela che ventitré nuotatori cinesi sono stati trovati positivi alla trimetazidina...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 farfalla

I 100 farfalla sono tra le pochissime specialità Olimpiche introdotte nel programma prima al femminile - Melbourne 1956 - che al maschile a Città del Messico 1968. Come risultato abbiamo 31 campioni olimpici, 14 uomini e 17 donne, distribuiti su 10 Nazioni, con gli...

Madeira 2024 | La Nazionale azzurra per gli Europei di nuoto paralimpico

Dopo le edizioni del 2016 e del 2021 l'isola di Madeira, torna protagonista ospitando la VII edizione dei Campionati Europei Open 2024. Solo una manciata di giorni dividono i 32 azzurri dall' Europeo che si terrà presso il Complexo de Piscinas Olimpicas do Funchal dal...

Fatti di nuoto Weekly: lo Spirito Olimpico

A 100 giorni esatti dai Giochi di Parigi, Fatti di nuoto weekly va alla ricerca dello spirito Olimpico, quell’impalpabile essenza che ci fa sentire sempre più vicini alle due settimane più belle per ogni sportivo che si rispetti. Pronti?Ancora abusi nel nuoto Prima...

Road to Parigi, il Recap dei Campionati Ungheresi: Milak c’è!

Budapest ospita i Campionati Ungheresi, nuotatori in vasca dal 9 al 12 aprile. In acqua ci sono tutti i big magiari, tra cui il latitante più famoso tricolore Kristóf Milák e la neo mamma Katinka Hosszú. Presente anche una piccola delegazione azzurra che si è distinta...

TYR Pro Series 2024, Huske vola a San Antonio. Bene Dressel e Marchand

Finita la stagione collegiale, negli Stati Uniti si inizia a nuotare in vasca lunga, e si inizia a fare sul serio anche in vista degli appuntamenti più importanti della stagione. Per questo la tappa di San Antonio delle TYR Pro Swim Series era molto attesa: vediamo...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 dorso

I 100 dorso fanno parte del programma Olimpico fin dagli albori dei giochi, cioè dal 1908 per i maschi e dal 1924 per le femmine, con l’unica eccezione di Tokyo 1964, quando gli uomini non li disputarono a favore dei 200. Si tratta di una distanza ampiamente dominata...

SwimStats, che segno hanno lasciato i Criteria 2024: scopriamolo con i numeri!

Come ogni primavera che si rispetti, il caldo si fa attendere ma quando esplode si fa sentire. Nello stesso modo, il nuoto italiano attende i Criteria per mettere in mostra tutta la sua salute, che in questo 2024 sembra particolarmente ricca e fiorita.Criteria da...

Una domenica più sottono che prevede nell’ordine: 100 stile e rana, 400 misti e 50 dorso e rana oltre alla staffeta mista di chiusura.
La migliore prestazione della prima prova è quella di Daniele Fontanelli (CN Bastia) oro M35 in 58.72 e 890.67 punti, poco distante Andrea Cornelio (VS Eschilo) primo M40 in 59.75 (888.20 p), mentre il più veloce è stato l’M25 Leonardo Micucci (Il Grillo) in 58.69 (872.38 p).
Nei 100 rana secondo successo M30 per Nicoleta Coica vincente in 1.18.95 e 934.90 punti, mentre nell’ultima prova individuale buona doppietta M50 con Fabio Servadio (CN Bastia) oro in 27.17 davanti a Stefano Loreti argento in 27.46 (918.66 e 908.96 p).
Nella staffetta mista segnaliamo i migliori risultati della formazione femminile M100-119 Daily Sport (Epifani-Romantini-Fiorenza J.-Fiorenza T.) con 2.24.17 (871.89 p) e del quartetto maschile M160-199 Centro Nuoto Bastia (Paradiso-Albrigo-Servadio-Fontanelli) con 2.05.36 (869.26 p).

Giovedì 2 giugno la piscina dell’Otrè Wellness Club di Noci (provincia di Bari) ha ospitato il 2° Trofeo Otrè che ha richiamato 354 atleti e 41 società (vasca da 25 metri, 8 corsie). La classifica di società ha visto dominare la Adriatika nuoto con 79.523,37 punti, piazza d’onore per la GP Modugno con 37.727,52 punti e terza la società organizzatrice Otrè Noci (37.510,24 p).

Presenti alla manifestazione ADMO Acquaviva delle Fonti e AVIS Noci per la sensibilizzazione alla donazione di midollo osseo e sangue, ma soprattutto al principio basilare del viver sano, che vede lo sport in prima linea.

La migliore prestazione assoluta è il 100 stile libero del siciliano Marco Conti (CC Lauria) chiuso in 56.64 che negli M50 vale 964.51 punti, mentre per le donne è il 400 stile libero della M25 Mariapia Longobardi (CUS Bari) che con 4.35.15 realizza 957.22 punti. Entrambi raddoppiano la vittoria, il primo nei 50 stile con 25.62 (961.75 p) e la seconda nei 200 misti con 2.29.44 (939.64 punti).

Si registrano altre cinque prestazioni over-900: nei 100 stile libero M25 Margherita Pozzi (De Akker team) nuota un 1.00.36 da 931.41 punti, mentre nei 400 stile libero chiude seconda con un buon 4.43.90 da 927.72 punti.
Sempre nei 400 segnaliamo la buona prova di Mauro Manno (ICOS SC) che vince gli M30 in 4.20.30 e 924.47 punti e di Renato Possanzini (Swim team Abruzzo) oro M50 in 4.44.21 (910.07 p) che fa il bis nei 100 rana nuotati in 1.13.69 e 938.25 punti.

(Foto copertina: Giuseppe Migliorati)