Terza alba ai Campionati Europei Master di Londra, già perché alle 5.30 si era già in attesa per entrare a fare il riscaldamento delle 6.30… per i 200 farfalla! Come se la gara, già di per se, fosse una passeggiata di salute. Si tenta anche di ironizzare: vedi fotoSurviveda fondo articolo (grazie a G. Noera).

Il programma di oggi prevede: 200 farfalla, 50 dorso e 100 rana con le donne in Pool 1 e gli uomini in Pool 2 (vedi foto a fondo articolo.. a voi i commenti), a seguire i 400 stile libero maschili suddivisi fra le due vasche e a chiudere in Pool 1 (quella bella!) la mistaffetta mista (inizio stimato alle 18.45).

Vediamo come sono andati gli azzurri nelle prime due prove di giornata.

Ori

Argenti

Bronzi

Nonostante l’orario proibitivo i 200 farfalla regalano ancora tante medaglie all’Italia, 52 azzurri in gara (34 uomini e 18 donne) che conquistano 13 podi di cui uno corredato da un record nazionale.

Non possiamo che partire dalla catgeoria M50: gli uomini ci regalano una triplete! Vince il primatista Mauro Cappelletti (Como nuoto) in 2:16.56, secondo Antonello Laveglia (Forum SC) in 2:21.68 e terzo Andrea Toja (ASA Cinisello) in 2:24.68.
Nelle donne sul gradino più alto del podio Daniela Pedacchiola (MI nuoto master) che con 2:47.89 vince il derby azzurro con Lucilla Corio (RN Saronno) argento in 2:50.01, chiude 5ª la portacolori della Andrea Doria Claudia Radice.

Altre medaglie d’oro maschili arrivano dalle categorie agli antipodi: Claudio Negri (Nord Padania nuoto) con 4:06.58 è oro M80 e Federico Filosi (Univ. Foro italico) con 2:09.10 si aggiudica gli M25, nella stessa catgeoria Alessandro Foglio (Derthona nuoto) chiude 6° in 2:15.29.
Rimanendo fra i più giobani Elisa Mammi (RN Camogli) conquista l’oro M25 ritoccando il proprio record italiano e portandolo a 2:23.53 (prec. 2:24.58).

Ancora doppia presenza italiana sul podio M35 con Valeria Corbino (Torre del grifo) all’oro M35 in 2:41.87 e Maria Paola Giordo (Swim Sassari) bronzo in 2:50.80. Sara Papini (FI nuota extremo) tenta la rimonta nell’ultima vasca sull’inglese Keir ma si deve accontentare dell’argento per soli 11 centesimi con 2:24.08, mentre Giulia Noera (CC Lauria) è terza nelle M45 in 2:45.21 precedendo la genovese Ferrando 4ª in 2:47.28.

Negli M30 alta concentrazione di azzurri con 7 rappresentanti nelle prime 15 posizioni: piazza d’onore per Alessandro Rivellini (Albaro Nervi) con il crono di 2:11.66, rimane ai piedi del podio Andrea Maniero (AICS Aquarè Mafeco) con 2:16.40 mentre chiudono rispettivamente 6° e 8° Giovanni Brazzale e Mario Fabiani con 2:18.46 e 2:19.63.

Segnaliamo quindi le buone prove di Carla Garbarino (Andrea Doria) che chiude 4ª nelle M55 in 3:29.65, stessa posizione per Massimiliano Pinto M45 della Due ponti con 2:28.77 mentre Enrico Saba (RN Adria) è 6° in 2:32.56. Bene anche Roberto Famà (Andrea Doria) 5° negli M35 in 2:18.44.

Fatti di nuoto Weekly: le acque mondiali e le acque della Senna

Nella settimana cuscinetto tra i Mondiali e gli Assoluti dobbiamo dare spazio ad alcune notizie sparse che vengono dal mondo del nuoto e dintorni. Perché Fatti di nuoto Weekly è qui anche per questo, giusto?La Senna A Parigi 2024 si nuoterà nella Senna, forse. Il...

Training Lab, tante strade una sola meta: la Velocità

L’allenamento del nuoto presenta sempre una grande sfida per gli atleti, ma in primo luogo per gli allenatori. Oggigiorno il nuoto mondiale sembra essere uscito veramente dagli schemi comuni del secolo scorso, proprio per la grande varietà di metodologie allenanti che...

Verso gli Assoluti 2024, il punto sui probabili Olimpici del Nuoto

Manca una settimana ai Campionati Assoluti Primaverili di Riccione, tappa fondamentale per l’avvicinamento del team italiano all’appuntamento Olimpico di Parigi 2024, ed è quindi arrivato il momento di fare un pò di chiarezza.Nel complicato intricarsi di regole,...

SwimStats, il Mondiale di Doha 2024 in 10 punti

Ultimo approfondimento Mondiale con 10 numeri da ricordare direttamente da Doha 2024.Gli atleti italiani qualificati per Parigi Se Doha doveva essere una prova generale, allora direi che è andata bene. L’Italia ne esce con diverse certezze, una su tutte la...

Speciale Master, Coopernuoto trionfa ai Regionali Emilia Romagna 2024

Archiviati i Campionati Regionali Emilia Romagna che si sono svolti domenica 11 e 18 febbraio 2024 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione che si conferma uno dei migliori impianti natatori a livello di ospitalità e logistica per le manifestazioni natatorie. Cinque i...

Parigi 2024, 28 pass per l’Italia del nuoto alle Paralimpiadi

Il World Para Swimming ha comunicato il numero di slot assegnati all'Italia per le Paralimpiadi di Parigi 2024. Sono ben 28 - 16 maschili e 12 femminili - i pass guadagnati dall’Italia per la partecipazione ai prossimi Giochi Paralimpici che si terranno dal 28 agosto...

Fatti di nuoto Weekly: tre cose da Doha

I Mondiali di Doha sono finiti, ma non la voglia di parlarne. Dell’Italia abbiamo già parlato in lungo e in largo, quindi in Fatti di nuoto Weekly troviamo altri tre temi per raccontare la rassegna iridata più vicina alle Olimpiadi di sempre.La Cina È stato...

Swim.Mi.CUP Night Edition 2024, successo per la terza edizione all’Aquamore Bocconi

Mentre a Doha andava in scena la penultima giornata dei Campionati Mondiali, Milano si faceva bella per una notte a tutto nuoto grazie Swim.mi.cup Night Edition 2024, direttamente dal Bocconi Sport Center. Mancavano ovviamente i big azzurri ed è stata questa...

Doha 2024 | Quanto valgono le medaglie Mondiali degli italiani?

Un piccolo ragionamento, medaglia per medaglia - in rigoroso ordine cronologico - su ogni podio italiano a Doha 2024. Che valore ha? Dove può portare?Argento 4x100 stile libero uomini Se alla vigilia avessimo dovuto mettere qualche medaglia già in cassaforte, la 4x100...

Doha 2024 | Mondiali, finali day8: bronzo per Pilato, Franceschi e mista maschi, l’Italia chiude con 12 medaglie

Siamo arrivati all'ultima giornata di questi strani e spettacolari Campionati del Mondo, con sei italiani impegnati nelle otto finali. Dall'Aspire Dome di Doha, eccovi il nostro report!50 dorso uomini Nonostante nuoti completamente contro la corsia, Isaac Cooper è...

Nella seconda prova della mattina – i 50 dorso – arriva il primo record europeo di giornata… forse?

Il giallo riguarda il crono di Maurizio Tersar oro M40 in 27.91 che supera il RI di 28.26 nuotato da Tiano nel 2009, mentre nelle tabelle LEN lo stesso Tiano è accreditato di un 27.18 sempre del 2009 (che peraltro sarebbe anche inferiore al WR di 27.30 del giapponese Osamu Itoi).

Sicuramente il 30.71 di Marco Colombo (AICS Aquarè) è il nuovo primato italiano M55 con argento europeo (prec. 31.53 di Gianni Bertoli), sul podio anche Alessandro Bonanni (Vis Nova Roma) bronzo in 31.49 mentre chiude 4° Franco Olivetti (AICS Aquarè) con 31.88.

Il terzo primato italiano della specialità lo nuota la M50 Silvia Parocchi (Molinella nuoto) che è argento in 33.52 migliorando il 34.45 della Eder datato 2012. Rimanendo in campo femminile apre bene il suo campionato Monico Soro (Roman SC) con la vittoria M45 in 32.31, mentre Desiree Cappa (Villaggio Sport. Eschilo) è argento nelle M30 con 31.48. Nella stessa categoria chiude 6ª Diletta Lugano (Derthona nuoto) con 32.88 e la primatista M65 Barbara Lang (Spot. nuoto Pen.Sorrentina) chiude il 5° posto.

Sono tre gli argenti maschili: Claudio Tomasi (FLaminio SC) M65 con 35.77, Leonardo Federici (RN Legnano) M35 con 28.32 e Entoni Cantello (AICS Aquarè) con 27.58.
A chiudere il bronzo M25 di Manuele Trezzi (Can. Milano) con 28.77, ma sono anche tante le prestazioni di rilievo per gli azzurri: Giuseppe Tiano (Malaspina SC) è 5° negli M45 con 30.08 e quindi una fila di seste posizioni con Emilio Frattini (RN Trento) M70 in 39.77, Ettore Boschetti (Andrea Doria) M60 in 34.28 e Alessio Germani (SM Lombardia) M50 con 31.09.

(foto copertina: Giorgio Scala | Deepbluemedia)