Penultima giornata di finali dei Campionati Italiani Assoluti UnipolSai, probabilmente quella con maggiori incertezze su chi saranno protagonisti di questa giornata dove non c’è nulla di scontato rispetto magari ad alcune gare delle giornate precedenti.

Si passa dal livello incerto in alcune gare dove manca l’atleta di punta per finire in un contesto molto agguerrito come i 200 stile libero maschili, gara che qualifica anche gli staffettisti. Pomeriggio da non distogliere l’attenzione nemmeno per un attimo!

100 FARFALLA UOMINI

Il triestino Piero Codia si conferma leader della disciplina con il tempo di 51”65 (tempo limite per gli europei), che lo vede visibilmente soddisfatto dopo la mancata qualificazione olimpica dello scorso anno. Segue il giovane medagliato olimpico della doppia distanza Federico Burdisso in 52”04 e il campione mondiale in vasca corta Matteo Rivolta in 52”16.

Visibilmente soddisfatto Codia, classe 89: “a 32 anni dopo aver fatto la scelta di vita di tornare a casa sono molto soddisfatto di quello che sto ottenendo, il tempo rappresenta il mio secondo migliore in questo momento della stagione e punto chiaramente ad andare bene agli europei di Roma perché li ho vissuto 13 anni di vita. Comunque, spero in quello che deciderà la federazione per i mondiali”.

Finale Giovani: Elia Codardini 53”98
Finale B: Semuedè Andreis 52”65
Finale A: Piero Codia 51”65 

100 DORSO DONNE

Lotta all’arma bianca sin dalle prime bracciate tra Margherita Panziera e Silvia Scalia. La spunta la prima in 1’00”25 rispetto a 1’00”33 della neoprimatista dei 50.

Non troppo soddisfatta Margherita Panziera: “di sicuro ho sbagliato qualcosa nella gara, dovrò analizzare meglio cosa. Spero di fare un bel 200 domani”. Silvia Scalia: “al quarto giorno di gare mi sentivo un po’ stanca perché so di valere molto meno. Per oggi sono contenta, e continuiamo a lavorare per il futuro”. Terzo gradino del podio per la giovane del 2001 Federica Toma in 1’00”90.

Finale Giovani: Giada Senatore 1’03”15
Finale B: Tania Quaglieri 1’01”85
Finale A: Margherita Panziera 1’00”25

200 DORSO UOMINI

È Matteo Restivo a spuntarla all’ultima bracciata in 1’57”56 su Lorenzo Mora, secondo in 1’57”71. Chiude al terzo posto Jacopo Bietti in 1’58”94. Quest’ultimo, dopo il miglior tempo di qualificazione paga carissimo un grave errore in partenza.

Gara svolta dopo un blackout all’impianto elettrico che ha causato uno stop di tre quarti d’ora. Restivo ai microfoni Rai esprime le sue impressioni: “Sapevo sarebbe stata tosta, sapevo che Lorenzo mi avrebbe dato filo da torcere. Il tempo non è un granché ma c’erano diverse situazioni scomode da affrontare. Dopo l’Olimpiade mi sono laureato e ho svolto un periodo di riabilitazione per risolvere dei problemi che avevo alle spalle. Vedremo come andrà il prosieguo della stagione dove punterò a qualificarmi per l’europeo. L’obiettivo poteva essere quello gia qui, ma sono state cambiate le carte in tavola all’ultimo”.

Finale Giovani: Daniele Rosa 2’04”09
Finale B: Pietro Ruggero Ubertalli 2’03”22
Finale A: Matteo Restivo 1’57”56

200 FARFALLA DONNE

Ilaria Cusinato con una prova di carattere batte i guai fisici dell’ultimo periodo e ottiene la vittoria in 2’10”36. Prova di carattere come testimoniano le sue dichiarazioni all’uscita dall’acqua: “sono veramente contenta perché nonostante le difficoltà sono riuscita a nuotare 2’10. Anche se sto male cerco sempre di mettere la mano davanti, questo è lo spirito che mi rappresenta”. Al secondo posto Alessia Polieri in 2’11”41. Sul gradino più basso del podio Stefania Pirozzi in 2’12”57.

Finale Giovani: Alice Di Maggio 2’15”06
Finale B: Helena Biasibetti 2’14”51
Finale A: Ilaria Cusinato 2’10”36

SwimStats, il Mondiale di Doha 2024 in 10 punti

Ultimo approfondimento Mondiale con 10 numeri da ricordare direttamente da Doha 2024.Gli atleti italiani qualificati per Parigi Se Doha doveva essere una prova generale, allora direi che è andata bene. L’Italia ne esce con diverse certezze, una su tutte la...

Speciale Master, Coopernuoto trionfa ai Regionali Emilia Romagna 2024

Archiviati i Campionati Regionali Emilia Romagna che si sono svolti domenica 11 e 18 febbraio 2024 presso lo Stadio del Nuoto di Riccione che si conferma uno dei migliori impianti natatori a livello di ospitalità e logistica per le manifestazioni natatorie. Cinque i...

Parigi 2024, 28 pass per l’Italia del nuoto alle Paralimpiadi

Il World Para Swimming ha comunicato il numero di slot assegnati all'Italia per le Paralimpiadi di Parigi 2024. Sono ben 28 - 16 maschili e 12 femminili - i pass guadagnati dall’Italia per la partecipazione ai prossimi Giochi Paralimpici che si terranno dal 28 agosto...

Fatti di nuoto Weekly: tre cose da Doha

I Mondiali di Doha sono finiti, ma non la voglia di parlarne. Dell’Italia abbiamo già parlato in lungo e in largo, quindi in Fatti di nuoto Weekly troviamo altri tre temi per raccontare la rassegna iridata più vicina alle Olimpiadi di sempre.La Cina È stato...

Swim.Mi.CUP Night Edition 2024, successo per la terza edizione all’Aquamore Bocconi

Mentre a Doha andava in scena la penultima giornata dei Campionati Mondiali, Milano si faceva bella per una notte a tutto nuoto grazie Swim.mi.cup Night Edition 2024, direttamente dal Bocconi Sport Center. Mancavano ovviamente i big azzurri ed è stata questa...

Doha 2024 | Quanto valgono le medaglie Mondiali degli italiani?

Un piccolo ragionamento, medaglia per medaglia - in rigoroso ordine cronologico - su ogni podio italiano a Doha 2024. Che valore ha? Dove può portare?Argento 4x100 stile libero uomini Se alla vigilia avessimo dovuto mettere qualche medaglia già in cassaforte, la 4x100...

200 RANA UOMINI

Il veterano Luca Pizzini vince con 2’10”98 seguito da Alessandro Fusco in 2’12”27 che riesce a regolare all’ultima bracciata Andrea Castello in 2’12”39. Dedica importante da parte del vincitore: “dedico questo titolo a Sandra, la persona più importante della mia vita con cui mi sono sposato la scorsa estate. È grazie a lei se riesco a fare tutto questo a 33 anni. Purtroppo, la condizione di questi giorni non era ottimale, forse sento molto di più la tensione in queste gare rispetto ad altre”.

Finale Giovani: Christian Mantegazza 2’19”19
Finale B: Alessandro Fortini 2’15”71
Finale A: Luca Pizzini 2’10”98

50 STILE LIBERO DONNE

Silvia Di Pietro si conferma la leader indiscussa in 25”10, tempo peggiorato rispetto a stamattina che non la vede per niente soddisfatta: “ho nuotato molto meglio stamattina, molto più distesa, mi sono accorta di aver sbagliato la partenza completamente. Se potessi rifarei la gara”. Irrompono nelle retrovie le giovani Chiara Tarantino in 25”42 e Viola Scotto Di Carlo in 25”52.

Finale Giovani: Marina Cacciapuoti 25”76
Finale B: Lucrezia Napoletano 25”87
Finale A: Silvia Di Pietro 25”10

200 STILE LIBERO UOMINI

Finale combattutissima che vede però un gran rush finale di Marco De Tullio imporsi in 1’46”29. Lotta per le altre due piazze che vedono Gabriele Detti secondo in 1’47”50 e Stefano Di Cola a soli 5 centesimi (1’47”55). Il pugliese che si allena a Roma si dichiara soddisfatto e felice dell’essersi ritrovato dopo le difficoltà della stagione scorsa: “sono arrivato qui convinto del lavoro fatto in questi mesi. Ho capito che la cosa più importante è la mente. Sono veramente soddisfatto anche perché non avevo mai vinto due gare nello stesso campionato”.

Finale Giovani: Filippo Bertoni 1’49”75
Finale B: Lorenzo Galossi 1’48”26 RIR – RIJ
Finale A: Marco De Tullio 1’46”29

4×200 STILE LIBERO DONNE

Finale vinta dal Centro Sportivo Esercito in8’05”38 – Giulia Verona (2’01”48) – Giulia Ramatelli (2’02”25) – Sofia Morini (2’00”31) – Martina De Memme (2’01”34) – argento per il Centro Sportivo Carabinieri in 8’07”50 e bronzo per il Circolo Canottieri Aniene in 8’09”61.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4