Dopo le ragazze, è il turno dei ragazzi riempire lo Stadio del Nuoto di Riccione per il tanto atteso ritorno ai vecchi Campionati Italiani Giovanili, i Criteria 2022!

Compito arduo per i maschietti quello di rispondere alle compagne scese in vasca la scorsa settimana, mattatrici di record su record (trascinate tra l’altro dalla “fuori categoria” Benedetta Pilato).

Cos’hanno combinato i futuri bad boys del nuoto azzurro?

Scopriamolo subito!

CADETTI

Tra i più “vecchi”, i nati del 2003 e 2004, ambire a primati dei Campionati non era semplice, con alcuni dei nomi che oggi fanno parte della Nazionale a pieno regime che occupavano l’albo d’oro dei record da battere. Chi ci riesce è però Luca De Tullio (Circolo Canottieri Aniene – GS Fiamme Oro) nei 400 stile, nuotando in 3’44’’31, due centesimi meglio di quanto nuotato da Alessio Proietti Colonna nell’ultima edizione dei Criteria. De Tullio si avvicina al primato anche nei 400 misti, vinti in 4’10’’46 a un decimo circa dal record di Alberto Razzetti ma è in chiusura di Campionati che si supera grazie ad un gran crono nei 1500 che gli vale il nuovo record dei Criteria: 14’36’’09, cancellato il 14’44’’87 di Matteo Lamberti nuotato nel 2019 e settimo crono italiano all-time!

Tra gli altri protagonisti spunta Gabriele Mancini, autore di una tripletta di ori con i successi nei 100 e 200 rana e 200 misti mentre piazza la doppietta nella velocità Paolo Conte Bonin con l’accoppiata 50 farfalla e 50 stile.

JUNIOR – 2004 e 2005

Categoria di passaggio e come ben si sa, tra le più competitiva quando si parta di Criteria. Tengono duro i vecchi primati, con il solo squillo di Andrea Candela (Aquarius Trapani) che stampa un 23’’84 nei 50 farfalla Junior 2005 spazzando via il 23’’92 di Michele Busa del 2019. Per Candela successo anche nei 50 stile vinti in 22’’25. 

Nessun record ma pioggia di ori per Andrea Camozzi, tra i più vincenti in assoluto a questi giovanili: per l’atleta del Team Trezzo Sport poker tra gli Junior 2005 nei 100 e 200 farfalla e 200 e 400 misti. A tre si ferma Francesco Lazzari (Junior 2004) grazie agli squilli nei 50 e 100 stile e al successo nei 100 dorso.

Doppiette poi per Tommaso Coccato (Junior 2004) nei 50 e 100 farfalla, Simone Spediacci (Junior 2004) 400 misti e 200 dorso, Tommaso Grandini (Junior 2005) 100 e 200 rana e Alex Sabbatani (Junior 2004) 50 e 100 rana.

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

RAGAZZI – 2006, 2007 e 2008

Forse la categoria più ricca di spunti, sicuramente di primati. Merito specialmente al vero uomo copertina di questa sezione maschile, ovvero il classe 2006 Lorenzo Galossi. Lo aspettavano in tanti e l’atleta del Circolo Canottieri Aniene ha risposto presente, eccome! Tre i successi, con due record dei campionati. Pazzesco quello dei 400 stile: 3’39’’90 cancella il 3’47’’43 di Andrea Mitchell D’Arrigo del 2011 ed è inoltre la sesta prestazione italiana all-time. Non pago il giorno dopo si prende anche quello dei 200 stile, vinti in 1’45’’07 (precedente 1’47’’78 sempre di D’Arrigo), per chiudere poi il tris di successi con l’oro nei 100 stile in 48’’90, a un passo dal primato di Ceccon di 48’’72.

Ma non è finita qua: siamo nuovamente di fronte (si spera) a una coppia fenomenale di stile liberisti pronti a prendere in mano l’eredità di Detti&Paltrinieri. Filippo Bertoni infatti, compagno di squadra e coetaneo di Galossi si vede chiuso dal compagno nei 200 e 400 stile, nuotando in entrambe le occasioni sotto al vecchio record della manifestazione (3’45’’16 e 1’46’’79) per poi prendersi un record tutto suo nei 1500 vinti in 15’00’’08 (precedente 15’01’’30 di Joseph Michael Calloni del 2016). Attenzione a questa coppia!

Per il resto la categoria regala un altro primato, quello dei Ragazzi 2008 di Francesco Ceolin (Team Verona) nei 50 stile dove ha eguagliato con 23’’90 il record di Giovanni Izzo (2012) e Daniele Santini (2019). Ceolin si porta a casa anche i 100 e 200 completando il tris della velocità.

Occhio ai plurivincitori: Daniele Canavacciuolo (Ragazzi 2008) ne vince quattro tra 100 e 200 rana, 200 e 400 misti, così come Gabriele Valente (Ragazzi 2007) con 100, 200 e 400 stile e 200 farfalla. Poker anche per Daniele Del Signore (Ragazzi 2007) grazie ai successi nei 50 stile, 100 farfalla, 200 misti e 200 dorso.

La classifica generale del settore maschile è stata vinta dal Circolo Canottieri Aniene seguita dalla Nuotatori Pugliesi e dalla In Sport Rane Rosse.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4