Select Page

EuroJunior 2016: terza giornata, i magnifici sette

EuroJunior 2016: terza giornata, i magnifici sette

Come un padre ieri ho cazziato tutti: tribune, spettatori, atleti, avversari. Mi hanno pure detto che le tribune sono piene! Ma io che ne so, vedo lo streaming e inquadra i posti vuoti!

La redazione mi ha minacciato di mandarmi in pensione baby, e io stavo accettando ma poi hanno ritirato la proposta. Qualcosa però deve essere successo oggi perché al suono della marcia funebre di Dario Argento ben sette nostri alfieri più una staffetta femminile hanno marciato verso il podio. La musica dice nove finali e otto medaglie con qualche rammarico!

Bravo Bracco, che fiuta la finale e si piglia il settimo posto, il massimo possibile. Iulia (in Ungheria se disea insci) Verona voleva imitare l’inglesina di ieri nei 200 farfalla: partenza alla garibaldina, morte sopraffina diceva un vecchio adagio. Chiusura in 38″7 aiuto! Ma l’oro c’è in 2’26″53.

Neanche il tempo di pensarci (infatti Iulietta esulta un po’ dopo, non avrà capito) che partono i 100 stile. A Miressi bisogna spiegare che non ci sono altri segnali oltre al via, così magari 49″ basso ce lo fa. Intanto è oro due. Già pensavo a oro tre quando Glessi inghiotte il cancello lasciato libero dalla Cusinato ieri e si pianta nei 200 misti. L’imprendibile spagnolo è squalificato, oro a Litchfield, bronzo Lorenzo.

Tania dalle partenze sabbionesche ma dalle apnee un po’ troppo profonde si inventa una rimonta nei 50 che non basta per l’oro, ma per il primato italiano junior e cadette sì, 28″46. Altro oro buttato?

45° Trofeo Nico Sapio, Detti e Musso pass mondiale. Pellegrini torna ai suoi 200

Edizione memorabile la quarantacinquesima del Trofeo Nico Sapio di Genova. Se allo Swimmeeting di Bolzano - leggi l'articolo dedicato - abbiamo visto i primi squilli, alla piscina Sciorba arrivano veri e propri fuochi d’artificio. Direttamente dal Trentino arrivano le...
Read More

Sportiva Sturla: servono aiuti concreti per la ristrutturazione degli impianti

Pubblichiamo il Comunicato Stampa diramato dalla ASD Sportiva Sturla in merito alla mareggiata del 29/30 ottobre 2018 che ha causato ingenti danni alla struttura dove la Società sportiva opera. Buongiorno a tutti, il parziale silenzio di questi giorni da parte nostra...
Read More

Quadarella-Minotti un binomio vincente

Christian Minotti l'aveva avvertita: O credi in me e in quello che ti propongo, oppure il treno passerà Era il 2014, all'indomani degli Europei giovanili di Dodrecht, e per Simona Quadarella erano già passati 4 anni con il tecnico romano. Ma ci voleva un punto di...
Read More

Training Lab, periodizzazione moderna dell’allenamento del nuoto

Ogni volta che ci troviamo a trattare di tematiche tecniche relative allo sport moderno, o semplicemente al nuoto moderno e al suo allenamento, può sembrare ripetitivo e tediante partire sempre dallo stesso concetto di base, semplice e scontato, ma che nella sua...
Read More

Silvia Di Pietro, rientro positivo post-infortunio. A Genova il ritorno fra i big azzurri

Finalmente sono di nuovo in grado di gareggiare ed entrare in acqua ha tutto un altro senso adesso... ma lo considero solo un punto di partenza, ho ancora tanto, tanto da fare! Queste alcune delle parole di Silvia Di Pietro, la velocista azzurra che nello scorso fine...
Read More

FINA versus Swim for Energy a suon di dollari

Il destino della manifestazione Energy for Swim organizzata dalla FIN e programmata per il 20/21 dicembre 2018 non è ancora di dominio pubblico. Dopo il veto della FINA ad organizzare eventi internazionali non autorizzati, siamo ancora in attesa di sapere se il...
Read More

Magnini e Santucci: 4 anni in primo grado per tentato uso di doping

La notizia rimbalza sul web: Filippo Magnini e Michele Santucci squalificati per 4 anni dal Tribunale Antidoping Nazionale (TNA). Nell'udienza di oggi - 6 novembre - i due azzurri sono stati condannati per tentato uso di doping (la norma 2.2 del Codice WADA). Filippo...
Read More

22° Swimmeeting di Bolzano, Martinenghi rientro positivo. Bene Scozzoli, Ceccon e Carraro

Dopo i primi “risvegli” dello scorso week-end, il nuoto nazionale fa nuovamente capolino grazie al 22° Swimmeeting di Bolzano, che apre il trittico composto con il Nico Sapio di Genova e dal Mussi-Lombardi-Femiano a Livorno - leggi tutti i dettagli nell'articolo...
Read More

Road to Hangzhou e oltre, gli appuntamenti clou della vasca corta

Il letargo del nuotatore, se così si può definire, arriva per la stragrande maggioranza dei casi tra fine agosto e metà ottobre. È poi una pausa riposo tutt’altro che completa quello dell’agonista, perché i giorni di stacco totale sono veramente pochi. E in questo...
Read More

A Carpi il rientro di Detti, bene Cusinato. Ceccon brilla al Meeting di Halloween

Due i meeting che hanno tenuto banco nel fine settimana: il 6° Trofeo Unipodium Nuoto a Carpi (Modena) con il gradito rientro alle gare di Gabriele Detti e il Meeting di Halloween di Rosà (Vicenza) che fra gli altri ha visto brillare la stella di Thomas Cecbcon in...
Read More

Martinenghi parte malino, io l’ ho visto meglio al Settecolli, e non piazza la sua solita progressione: un Peaty incompiuto, e un Poggio in (ri)salita bronzo a sorpresa!

La Schiazzano deve rifarsi dagli 800 che in realtà poi non erano così pessimi. Manina Schiazzano agita il suo braccino ogni virata stile anni 80, e piazza un bello sprint di carattere per il bronzo e il personale nei 1500. Bella Sveva, promossa pure tu come la tua più giovane compagna Giulia Salin, che chiude settima col record italiano ragazze (16’42”87) nuotato al mattino.

Mista donne, virata no della Quaglieri dopo un bel 50, Verona ok e poi di nuovo Cusinato e Ongaro. Cancelli e pietre digeriti quasi del tutto, 1’00″3 per Ilaria e 56″0 per Sara, ancora un giorno e siamo belle leggere. Per adesso è argento, visto che si può fare meglio?

Vai così che ci si diverte anche domani. Tranquilli, l’articolo non lo faccio io altrimenti dite che vi sgrido troppo: ma lo faccio perché vi voglio troppo bene!

(Foto credit: vaporidicloro)

About The Author

Mauro Romanenghi

Ricercatore per professione, scrittore per passione, allenatore per caso, ma tutto con la massima professionalita'. Nato in Brianza nel 1973, Mauro Romanenghi come il whisky invecchiando migliora ma va preso a piccole dosi. Allenatore dal 1994, dopo la laurea in Scienze Biologiche lavora allo IEO di Milano nel campo della ricerca contro le leucemie e i tumori, e allena nella sua terra di origine quando e come puo' nuoto e salvamento. Collabora col forum di Corsia4 dal 2007, ed e' coautore e pseudoconduttore delle trasmissioni in podcast. Vive ad Arcore (ma non se ne vanta) con la moglie e un cane labrador, i veri angeli ispiratori delle sue cronache.

?>