Ad un mese dagli Assoluti, la situazione inizia a diventare calda e non solo in Italia.

La settimana del mondo del nuoto, in pillole e considerazioni, la trovi solo qui, su Fatti di nuoto weekly.

Hall of fame

La International Swimming Hall of Fame vedrà quest’anno l’induzione che tutti aspettavano: quella di Michael Phelps.

C’è al mondo un nuotatore – oserei dire un atleta – che merita di più di lui l’arca della gloria? Phelps verrà insignito dell’onorificenza insieme al suo mentore Bob Bowman ed ad un’altra leggenda del nuoto USA, Missy Franklin.

March Madness – parte 1

Come ogni anno è arrivata l’ora delle finali NCAA, la grande festa del nuoto collegiale americano, che a noi può sembrare lontana e strana ma che nella cultura d’oltreoceano ha un posto di assoluto prim’ordine.

Nello scorso weekend è toccato alle donne: si è confermata campione l’Università della Virginia, trascinata dai tre successi di Kate Douglass con altrettanti record NCAA, nei 200 misti (1.48.37), 100 farfalla (48.51, battuta Maggie MacNeil) e 200 rana (2.01.29). Battute ampiamente sia Texas che Stanford, le Virginia Cavaliers si aggiudicano il terzo titolo consecutivo e lanciano Douglass tra le star più attese dell’anno anche in vasca lunga (che però, si sa, è tutta un’altra storia).

Nei prossimi giorni tocca agli uomini, e c’è molta curiosità per vedere se Leon Marchand si confermerà mattatore della competizione.

L’Italia trionfa alla Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024

L'Italia si conferma ai vertici nella tre giorni della Coppa Comen – Mediterranean Swimming Cup 2024 che si è disputata a Limassol - Cipro - confermando la vittoria delle ultime stagioni (Limassol 2022 e Larissa 2023). Gli azzurrini conquistano 37 medaglie - 16 ori,...

Fatti di nuoto Weekly: cavare il sangue dalle rape

Piccola e impopolare riflessione sul nuoto contemporaneo di Fatti di nuoto Weekly.  Nello scrivere settimanalmente di nuoto, per questa rubrica e non solo, passo due terzi dell’anno a cercare le notizie più nascoste, le curiosità, gli anniversari, le piccole...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Australiani

Anteprima dei Giochi dalla terra dei canguri! A cosa abbiamo assistito in questi sei giorni australiani? Livello fuori dal comune quello visto a Brisbane, pari ormai a quello che possiamo trovare nei Trials USA, che fanno dell’Australia la seconda potenzia mondiale...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Katinka e Penny

Due delle protagoniste assolute delle Olimpiadi di Rio 2016 sono ai box e salteranno l’intera stagione per motivi differenti.

La ventitreenne canadese, oro nei 100 stile e miglior medagliata di sempre della sua nazione, è alle prese con il recupero dopo l’operazione al menisco del ginocchio sinistro; per lei niente Trials e, di conseguenza, niente Mondiali in Giappone.

La trentatreene Iron Lady, invece, ha fatto sapere tramite il suo Instagram di aspettare un bambino con suo marito Máté Gelencsér.

Ci fidiamo dei cinesi?

Dai Campionati Cinesi, si sa, escono sempre tempi eclatanti. Tempi che quasi mai, poi, vengono riconfermati nei momenti che contano ma che fa sempre abbastanza stupore vedere, soprattutto in fasi della stagione interlocutorie.

I Primaverili d’oriente ci dicono che Wang Shunt è già a 1.57.19 nei 200 misti, e che Qin Haiyang è a 1.57.68 (primo e secondo tempo del 2023), e che il 17enne Wang Haoyu viaggia a 47.89 nei 100 stile. Piccolo segnale anche da Li Bingjie, 16.04.06 nei 1500.

Per il resto tutto bene

Sia da Edimburgo, dove Peaty, Dean e Guy iniziano a scaldare i motori, ma soprattutto da Nizza, dove Kamminga e Sjöström sono già pronti per una primavera da protagonisti.

Mentre del Trofeo Città di Firenze abbiamo parlato sia qui che qui : ad un mese dagli Assoluti sembra tutto apparecchiato per una gran bella settimana di nuoto.

See you later!

Iscriviti alla newsletter

Foto: Fabio Cetti | Corsia4