Trentacinque! Non sono i gradi di questi giorni afosi che anticipano l’estate, ma i giorni che mancano ai Mondiali di Budapest. Se siete ancora ancorati alle emozioni di Rio, sveglia, una nuova era sta per cominciare. Con nuovi eroi certo, ma i vecchi faticano a mollare la presa, se non in vasca, quanto meno fuori.

Ecco allora ritornare protagonisti di questa rubrica la coppia PhelpsLotche, ormai sempre più social e paparazzati. A loro non servono più medaglie pregiate per essere sulla bocca di tutti, mentre l’Iron Lady dovrà rinunciare alle abbuffate di World Cup dal prossimo anno. L’avrà presa bene?

C’è poi chi è costretto a salutare in anticipo Budapest, chi rischia di starsene un bel po’ di tempo sul divano a rimpianger se stesso, mentre un campione olimpico scende dal letto d’ospedale ed è pronto al rientro. Tutto questo nei Fatti & Misfatti di giugno… come on!

Logo European Games | Facebook

Bielorussia Niente sport acquatici agli European Games 2019 (24 maggio 2017)

Dopo che a Baku 2015 tutti gli sport acquatici avevano schierato le selezioni giovanili, la seconda edizione degli European Games di Minsk 2019 non vedrà più presenti proprio le prove in acqua. Una decisione motivata dagli alti costi del movimento acqua, con piscine e strutture non sempre semplici da trovare. Torneranno nel 2023?

Boomer e Nichole | Facebook

USA Famiglia Phelps per Huggies (25 maggio 2017)

Simpatico spot di Michael Phelps e famiglia. La famosa marca statunitense di pannolini ha infatti sfruttato al meglio baby Boomer e papà Michael per lanciare la sua immagine oltre i confini americani. “Mi sto allenando per il 2032!” dice riferito al figlio Phelps. Occhio perché potrebbe succedere!

Katinka Hosszu | Facebook

Svizzera Fina cambia le regole della World Cup (30 maggio 2017)

Novità in Coppa del Mondo. La FINA ha deciso di rivoluzionare i regolamenti della Swimming World Cup al fine di renderla più spettacolare e ricca di campioni. La novità maggiore è quella di un tetto massimo di gare per atleta ogni tappa, che sarà di quattro. Anche i premi in denaro cambiano: prima venivano premiati solo i primi tre classificati a gara, ora qualche soldino arriverà anche al sesto mentre gli introiti delle staffette andranno alle federazioni che potranno poi decidere se darli agli atleti. Medagliati mondiali e olimpici avranno un pass diretto per le finali mentre le premiazioni saranno solamente alla fine. Grosse novità dunque, che penalizzano ovviamente Katinka Hosszú. Niente più palate di soldi per lei e Shane Tosup!

Ning Zetao | Facebook

USA Ning Zetao e Lochte i nuotatori più famosi per ESPN (30 maggio 2017)

Tramite una formula che combina le ricerche su internet e i “mi piace” dei social network ESPN ha stilato l’annuale classifica dei 100 sportivi più famosi al mondo. Se Cristiano Ronaldo guarda tutti dall’alto al basso, è il cinese Ning Zetao il primo nuotatore, al 66° posto. Il cinese, che ha fallito l’appuntamento olimpico ed ora è fuori dalla Nazionale vanta un gran numero di seguaci che gli permettono di stare davanti a Ryan Lochte, 67° in questa speciale classifica.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: gli 800 stile libero

Gli 800 stile libero donne sono stati introdotti nel programma Olimpico a Città del Messico, nel 1968, e sono rimasti gara esclusivamente femminile fino a Tokyo 2020ne, quando il CIO ha deciso di aumentare il programma della vasca parificando le gare tra i due sessi....

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Camille Lacourt | Facebook

USA Phelps dal nuoto al poker (1 giugno 2017)

Le sta provando tutte Michael Phelps. Dopo il golf, ora tocca al poker. Il 23 volte oro olimpico ha infatti affermato di voler partecipare ai Campionati Mondiali di luglio, dopo aver preso parte a diversi tornei durante l’anno. “È qualcosa che avrei voluto fare da molto tempo” – dice Michael – “e adesso ne ho la libertà!”.

Lauren Boyle | Facebook

Nuova ZelandaNiente Mondiali per la Boyle (1 giugno 2017)

Sarà costretta a saltare i mondiali ungheresi Lauren Boyle, che così non potrà difendere l’argento degli 800 e dei 1500 conquistati a Kazan. La neozelandese soffre da tempo ad un problema all’anca, che l’ha condizionata anche durante i Giochi oltre a farle saltare le qualificazioni per Budapest. In qualità di quanto nuotato comunque in estate aveva il diritto di far parte della spedizione magiara, ma la Boyle ha optato per l’operazione all’anca rinunciando all’appuntamento iridato.

Kyle Chalmers | Instagram

Australia Chalmers operato (5 giugno 2017)

Buone notizie per il campione olimpico dei 100 stile. Solo poche settimane fa aveva annunciato il suo forfait per i Mondiali di Budapest a causa di un problema cardiaco. Una tachicardia sopraventricolare che, dopo l’operazione subita ad Adelaide si spera sia stata risolta. Non è un problema da poco perché già una volta Chalmers era stato sottoposto a questa operazione, ma l’aritmia si è ripresentata dopo Rio. Soddisfatto il suo coach Peter Bishop che crede di poterlo riavere in acqua tra due settimane e a gareggiare a fine agosto!

Thomas Fraser-Holmes | Australian dolphins swim team Facebook

Australia Problemi di doping per Fraser-Holmes (8 giugno 2017)

Brutte notizie per Thomas Fraser-Holmes. Il mistista australiano infatti, olimpionico e bronzo mondiale con la 4×200 stile nel 2015 ha saltato ben tre controlli antidoping richiesti dalla FINA. La federazione internazionale è stata così costretta a sospenderlo per dodici mesi. Ora il canguro allenato da Denis Cotterell rischia di dover saltare i Giochi del Commonwealth del prossimo anno, per i quali aveva rinunciato ai Mondiali di Budapest.

Ryan Lochte | Facebook

USA Ryan Lochte è papà! (8 giugno 2017)

È nato Caiden Zane Lotche! Il primogenito del campione olimpico in carica con la 4x200 stile è nato alla 05.46 del mattino, facendo felici papà Ryan e mamma Kayla. Vedremo se Lochte seguirà le orme dell’amico Phelps provando a chiudere la carriera con un ultimo grande risultato o se si dedicherà esclusivamente al figlio.

(Foto copertina: Ryan Locthe – Kayla Rae Reid | Instagram)

Notizie... clicca per aprire

No sport acquatici agli European Games LEGGI QUI

Famiglia Phelps per Huggies LEGGI QUI

FINA cambia le regole della World Cup LEGGI QUI

Ning Zetao e Lochte i nuotatori più famosi per ESPN LEGGI QUI

Phelps dal nuoto al poker LEGGI QUI

Niente Mondiali per la Boyle LEGGI QUI

Chalmers operato LEGGI QUI

Problemi di doping per Fraser Holmes LEGGI QUI

Ryan Lotche papà LEGGI QUI