Da Caserta a Tokyo passando per Melbourne!

C’è un po’ di tutto in questo terzo week end di febbraio, in vista degli appuntamenti di rilievo a partire già dal prossimo fine settimana con il Meeting del Titano.

​Dedicato alla memoria di Stefano Nurra, a Caserta via alla prima edizione del Trofeo Time Limit. Diversi azzurri presenti in gara, anche se le prestazioni a livello cronometrico sono ancora lontane dai tempi migliori.

Plurivittoriosa è Alessia Polieri, che porta a casa ben cinque vittorie trionfando nei 200 e 400 misti con 2’22’’32 e 4’54’’52, nei 100 e 200 farfalla con 1’02’’92 e 2’15’’75 e nei 200 dorso in 2’19’’31.

Dai padroni di casa arrivano anche gli squilli delle sorelle Cesarano: Antonietta la spunta due volte, prima nei 200 stile con 2’02’’74, poi nei 400 con 4’12’’59 beffando la sorella Noemi di pochi decimi in entrambe le occasioni (2’03’’16 e 4’12’’97) e di Stefano Ballo, che vince 50, 100 e 200 stile in 23’’75, 51’’27 e 1’54’’03.

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Raduni nazionali: velocisti a Ostia, Mezzofondisti e mististi al CPO di Livigno

Continuano i raduni per gli atleti di interesse nazionale in avvicinamento al Sette Colli: un gruppo di velocisti parteciperà a tre giorni di monitoraggio presso il Centro Federale di Ostia, mentre il Centro di Preparazione Olimpica di Livigno opsiterà una selezione...

Da Melbourne un’assoluta protagonista di questa tre giorni australiana. Kaylee McKeown!

La campionessa olimpica da sfoggio di tutta la sua duttilità, riconfermando un trend in evidenza negli ultimi anni con diverse atlete parecchio polivalenti.

McKeown che comincia con i 100 rana, vinti in 1’06’’85, quarta prestazione mondiale stagionale e personal best, proseguendo con i 100 stile, chiusi in 54’’66 e 100 dorso, dove si prende la prima piazza virtuale al mondo toccando in 57’’93. In chiusura successo anche nei 200 stile, vinti in 1’58’’21.

​A Tokyo invece in acqua il meglio del nuoto nipponico: in evidenza Tomoru Honda, che vince 200 farfalla in 1’54’’00 e 400 misti in 4’12’’68, timbrando una doppietta che riesce anche ad altri tre big. Ryosuke Irie nei 100 e 200 dorso (53’’47 e 1’56’’81 con il quarto crono mondiale stagionale), la sedicenne Mio Narita nei 200 e 400 misti (2’11’’10, terzo mondiale stagionale e 4’37’’59) e Katsuhiro Matsumoto, che vince 100 farfalla e 200 stile rispettivamente in 51’’74 e 1’46’’71.

Da sottolineare anche gli squilli di Rikako Ikee nei 100 stile, vinti in 54’’43, Shoma Sato che si impone nei 200 rana in 2’09’’54, la “collega” Kanako Watanabe davanti a tutte nella stessa prova in 2’24’’31, Miyu Namba nei 400 stile donne in 4’’09’’86 e Hiroko Makino che vince i 200 farfalla in 2’08’’77 con il secondo crono mondiale stagionale.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4