Select Page

Mondiale di Nuoto Windsor 2016, i (probabili) convocati

Mondiale di Nuoto Windsor 2016, i (probabili) convocati

Si è chiuso ieri il periodo (1°-20 novembre) che la FIN aveva indicato come valido per il conseguimento di tempi valutabili ai fini della convocazione per il XIII Campionato mondiale in vasca corta (Windsor – Canada, 6-11 dicembre).

Come si sa dal 14 ottobre, giorno di pubblicazione del Regolamento del Settore Nuoto, per questa manifestazione iridata la Direzione Tecnica non ha definito una tabella dei tempi-limite, riservandosi di selezionare per Windsor gli atleti capaci di prestazioni che “dall’osservazione delle recenti edizioni dei Campionati mondiali in vasca corta, possano consentire la presenza in finale”.

In attesa dell’ufficializzazione dei componenti che si uniranno ai quattro già qualificati (perché finalisti olimpici e/o campioni continentali) Gabriele Detti, Luca Dotto, Gregorio Paltrinieri e Federica Pellegrini, abbiamo quindi provato a stilare un elenco di atleti che possono ambire alla trasferta canadese.

Per farlo, ci siamo ovviamente basati sui tempi che nel 2014 avevano consentito l’ingresso in finale nel Mondiale disputato a Doha e li abbiamo messi a confronto con quelli che vantano gli attuali leader delle graduatorie nazionali di vasca corta nel periodo 1°-20 novembre.

Fermo restando che nelle valutazioni di Cesare Butini potranno rientrare – come specificato nei criteri per la selezione al Mondiale di Windsor indicati nel Regolamento – considerazioni che premino al di là del parametro squisitamente cronometrico gli atleti della fascia giovanile, dal prospetto seguente è possibile trarre indicazioni su chi e in quale distanza può nutrire fondate aspettative di far parte della spedizione azzurra che dal 6 all’11 dicembre gareggerà nella manifestazione iridata.

Quando il campione diventa coach

Essere un grande atleta, o esserlo stato in passato, non ti da la garanzia di essere, o poter diventare, un grande allenatore. Gli esempi nello sport sono molteplici, il più citato è Diego Armando Maradona che, nonostante sia stato un calciatore fenomenale, da...
Read More

Raccolti oltre 44.000 euro con la 2ª edizione di ‘Da Porto a Porto’, nuotata a favore dell’ATT

È stato un successo al di sopra di ogni aspettativa la seconda edizione della Da Porto a Porto, nuotata nel mare dell’Argentario organizzata dalla Polisportiva Amatori Prato a favore dell’Associazione Tumori Toscana A.T.T. che dal 1999 cura gratuitamente a domicilio i...
Read More

Luca Pozzi completa lo Stretto di Tsugaru con l’obiettivo dei Seven Oceans

Sono definiti gli“Ocean Seven” e rispecchiano fedelmente i più famosi “Ottomila” degli scalatori di Himalaya e co. I “sette mari” non sono nientemeno che la controparte acquatica del più grande sogno di un alpinista. Meno famosi dei “fratelli”, le sette imprese per...
Read More

AKRON sponsor ufficiale di SCUW storico Club sportivi svizzero

Proprio nella stagione che porterà ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, AKRON, azienda leader nel segmento dello sports waterwear,e SCUW – Schwimmclub Uster Wallisellen, tra i più storici e prestigiosi club sportivi di tutta la Svizzera, hanno annunciato oggi una...
Read More

Team MP: Mike Maric, Luca Pizzini e Giacomo Carini. Quando lo stile è tutto

18 settembre 2019 - Il Team MP Michael Phelps promuove il bel nuoto all'Harbour Club di Milano “MP” è il marchio, che nasce nel 2015, di Michael Phelps, il nuotatore più medagliato di tutti i tempi. La sua linea di articoli tecnici da nuoto dotati di tecnologie...
Read More

Riccione 2019, Europei Lifesaving | Da oggi in vasca i Master, seguono National team e Club

Al via oggi 17 settembre fino a fine mese i Campionati Europei di Nuoto per Salvamento che vedranno gli atelti gareggiare in piscina, presso lo Stadio del Nuoto di Riccione, e spostarsi per le prove in mare e sulla spiaggia, presso i Bagni 7 sul lungomare che porta a...
Read More

US National Team: i selezionati Junior e Senior

La notizia che Team USA ha diramato il roster ufficiale per il 2020 ha in poche ore fatto il giro del mondo. Si tratta del metodo americano per selezionare il gruppone di atleti - 115 in totale - che rientrano nei piani nazionali, i nuotatori sui quali Team USA ripone...
Read More

Londra 2019, World Para Swimming | L’Italia sul tetto del mondo

L’Italia ha vinto i Campionati del Mondo World Para Swimming di Londra 2019 che si sono appena conclusi. La Nazionale italiana è arrivata prima nel medagliere, superando Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Cina e Stati Uniti, grazie a quattro medaglie d’oro, un argento e...
Read More

Londra 2019, World Para Swimming | Day4 brilla la stella di Arianna Talamona

Un'altra giornata strepitosa. Un'Italia ancora in vetta al medagliere ai Campionati del Mondo World Para Swimming che chiude il quarto giorno di gare con 12 ori, 9 argenti e 8 bronzi. Sei podi conquistati dagli azzurri, due medaglie per metallo e il bis di successi...
Read More

Storie di Nuoto: Krisztina Egerszegi, il topolino ungherese

Nella finale dei 200 dorso ai recenti Mondiali di Gwangju, Kyle Masse ha conquistato la medaglia di bronzo con il tempo di 2’06”62, lo stesso crono che, il 25 agosto 1991, Krisztina Egerszegi nuotò per vincere i Campionati Europei di Atene e registrare uno storico...
Read More

Come si vede, nessun atleta, a parte Federica Pellegrini, già qualificata di diritto, nei 200 stile e con tempi ottimi anche nei 100 stile e 200 dorso, ha fatto segnare un tempo inferiore a quello di riferimento. Nei 50 farfalla però Silvia Di Pietro l’ha eguagliato al centesimo!

Impensabile, però, che la squadra per Windsor possa limitarsi a quattro componenti e quindi – per proseguire il nostro gioco di pronostici – prendiamo in considerazione la colonna del prospetto che indica il differenziale tra il parametro di Doha e il miglior tempo nuotato nel periodo 1°-20 novembre.

Distinguendo le prestazioni in base a questo valore, possiamo quindi suddividere gli atleti al vertice della graduatoria in 3 fasce di “probabilità” di convocazione:

Probabilità alta (scostamento non superiore all’1%)

Federico Bocchia (50 sl)
Marco Orsi (100 sl; nei 100 mi è a 1,15% e nei 50 sl a 1,26%)
Fabio Scozzoli (50 ra; 100 ra; nei 100 mi è a 0,89%)
Simone Geni (100 mi)
Federico Turrini (400 mi; nei 200 mi è a 1,16%)

Erika Ferraioli (50 sl; nei 100 sl è a 0,83%)
Silvia Di Pietro (50 fa e 100 fa; nei 50 sl è a 0,58%)
Silvia Scalia (100do; nei 50do è a 2,00%)
Alessia Polieri (200 fa)

Probabilità media (scostamento 1,1-2%)

Filippo Magnini (200 sl)
Niccolò Bonacchi (100 do)
Damiano Lestingi (200 do)
Piero Codia (50fa; nei 100 fa è a 2,14%)
Giacomo Carini (200 fa)

Simona Quadarella (400 sl)
Martina Carraro (50 ra; 100 ra)
Laura Letrari (100 mi)
Sara Franceschi (200 mi)
Stefania Pirozzi (400 mi)

Probabilità bassa (scostamento superiore al 2%)

Matteo Milli (50 do)
Claudio Fossi (200 ra)

Lisa Fissneider (200 ra)

A favore di una convocazione di Giacomo Carini, Simona Quadarella (negli 800 – distanza in cui si disputano serie in base al tempo di iscrizione – vanta al momento l’8° tempo al mondo) e Sara Franceschi potrebbe giocare il fattore “gioventù”, criterio in base al quale rientrerebbero tra i papabili anche Nicolò Martinenghi e Lorenzo Mora (suoi i migliori crono stagionali nei 100 dorso, 51’’43, e nei 200 dorso, 1’53’’12, nuotati però il 23 ottobre!).

Per le staffette – ricordiamo che ne sono previste ben 12! – il discorso è più complesso, perché è richiesta una potenzialità da 5° posto e le valutazioni non potranno non tener conto sia dello stato di forma dei nostri che delle effettive formazioni che schiereranno le altre nazionali in una competizione che sappiamo già non vedrà al via diversi big del nuoto mondiale.

Gli azzurri sono campioni continentali in carica nella 4x50 stile libero femminile, nella 4x50 mista maschile e in tutte e due le staffette con formazione di genere misto in programma a Netanya nel 2015, ma sabato il Direttore Tecnico ai microfoni RAI ha fatto chiaramente intendere che nelle selezioni a questo mondiale verrà data priorità ai quartetti delle staffette nelle distanze olimpiche: se vedremo quindi l’Italia in acqua anche nelle 4x50 (novità del programma iridato introdotta a Doha), questo avverrà solo se la composizione sarà tecnicamente possibile con gli atleti già iscritti a un’altra gara.

Di questo (e molto altro!) si parlerà domani proprio con Cesare Butini, ospite come sempre graditissimo nel salotto di Corsia4 per un nuovo podcast, che si preannuncia imperdibile per i veri appassionati di nuoto!!!

About The Author

Marco Agosti

Grande esperto di cifre e di parole ci offre appassionati resoconti di tutte le maggiori manifestazioni

?>