Si prosegue con la seconda giornata di batterie un programma gare sempre ricco di spunti e sorprese.

In attesa delle finali del pomeriggio per l’Italia grande attesa per Thomas Ceccon che esordisce da primatista mondiale nei suoi 100 dorso. Altra carta importante per i colori azzurri l’ingresso in acqua di Simona Quadarella nei 1500. Non dimentichiamo le raniste Lisa Angiolini e Martina Carraro nei 100 rana e Margherita Panziera nei 100 dorso in attesa della doppia distanza a lei più congeniale. Infine, Marco De Tullio e Stefano Di Cola nei 200 stile libero.

100 dorso donne

Miglior tempo della statunitense Regan Smith in 58”46. Segue la primatista mondiale australiana Kaylee McKeown in 58”90 e l’altra americana Katharine Berkoff in 59”04. La nostra Margherita Panziera rompe il ghiaccio in attesa della doppia distanza, passando il turno di qualificazione con il tredicesimo tempo in 1’00”40.

Semifinali: Smith (USA) – McKeown (AUS) – Berkoff (USA) – Masse (CAN) – Wan (CHN) – Mahieu (FRA) – De Ward (NED) – Wang (CHN) – Wilm (CAN) – Wilson (AUS) – Cox (GBR) – Harris (GBR) – Panziera (ITA) – Kubova (CZE) – Rosvall (SWE) – Toussaint (NED) 


100 dorso uomini

Gara attesissima per l’Italia visto che deteniamo il primato mondiale con Thomas Ceccon che inizia con una qualificazione molto tranquilla che lo vede al quattordicesimo posto in 53”84. Al momento miglior crono del cinese Xu Jiayu in 52”87 davanti all’ungherese Hubert Kos in 53”12 e al polacco Ksawery Masiuk in 53”15.

Semifinali: Xu (CHN) – Kos (HUN) – Masiuk (POL) – Murphy (USA) – Morgan (GBR) – Tomac (FRA) – Braunschweig (GER) – Mityukov (SUI) – Gonzalez (ESP) – Nogueira (POR) – Woodward (AUS) – Stokowski (POL) – JeffCoat (NZL) – Ceccon (ITA) – Ndoye-Brouard (FRA) – Armstrong (USA)

Fatti di nuoto Weekly: USA Olympic Trials Predictions

Se non è l’evento più importante e spettacolare del nuoto mondiale, poco ci manca. Mentre i Trials australiani sono appena iniziati, e promettono di essere altrettanto determinanti per le sorti Olimpiche, i Trials originali, quelli USA, iniziano tra pochi giorni....

Curtis brilla alla Campus Aquae Swim Cup 2024, Magrassi da record

Archiviata anche la quinta edizione della Campus Aquae Swim Cup di Pavia, che si è svolta dal 7 al 9 giugno presso l’omonimo impianto lombardo. Tre giorni di gare che hanno visto impegnati gli atleti delle categorie Juniores  e Assoluti venerdì e sabato,  Esordienti...

Buona la prima per l’Olimpic Race di Napoli

La prima edizione della Olimpic Race a Napoli si è chiusa con un grandissimo successo. L'evento ha portato alla piscina Felice Scandone circa 800 atleti per un totale di oltre 2400 presenze gara. La manifestazione si è conclusa con la vittoria della squadra di casa,...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 400 misti

I 400 misti sono entrati nel programma dei Giochi nella prima Olimpiade di Tokyo, quella del 1964, e da allora - a differenza dei 200 che hanno saltato due edizioni - non ne sono più usciti, rimanendo un punto fermo del programma natatorio sia per valori tecnici che...

CASC2024, al via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup

Ha ufficialmente preso il via la V edizione della Campus Aquae Swim Cup. Il primo atto ufficiale dell’edizione 2024 è stata la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta venerdì 6 giugno presso il Centro Sportivo Polifunzionale Universitario Campus Aquae di...

Fatti di nuoto Weekly: forzature

Negli stessi giorni in cui esce un bel mini documentario su di lui, Thomas Ceccon ha rilasciato un’intervista nella quale risponde ad alcune domande interessanti a margine del Mare Nostrum. Le notizie che saltano fuori da queste dichiarazioni, rilasciate in un inglese...

100 rana donne

La lituana Rūta Meilutytė domina le qualificazioni in 1’04”67. Seguono la rivelazione irlandese Mona McSharry in 1’05”55 e la sudafricana Tatiana Schoenmaker in 1’05”56. Entrambe le nostre azzurre passano il turno: ottima prova di Lisa Angiolini che guadagna la sesta posizione con 1’06”28, Martina Carraro ottiene l’undicesimo tempo in 1’06”63.

Semifinali: Meilutyte (LTU) – McSharry (IRL) – Schoenmaker (RSU) – King (USA) – Suzuki (JPN) – Angiolini (ITA) – Sztandera (POL) – Schouten (NED) – Jefimova (EST) – Aoki (JPN) – Carraro (ITA) – Hansson (SWE) – Ceballos (ARG) – Jacoby (USA) – Arkin (AUS) – Mamie (SUI)


200 stile libero uomini

Si raddoppia la distanza ed è lo statunitense Luke Hobson a siglare il miglior tempo in 1’45”69. Secondo tempo per il britannico Matthew Richards in 1’45”82, a seguire l’attesissimo rumeno David Popovici con 1’45”86. L’azzurro Marco De Tullio passa il turno con un crono da 1’46”69 che gli vale il tredicesimo posto. Stefano Di Cola purtroppo non riesce a qualificarsi alle semifinali e chiude al ventiquattresimo posto in 1’47”27.

Semifinali: Hobson (USA) – Richards (GBR) – Popovici (ROU) – Dean (GBR) – Lee (KOR) – Smith (USA) – Henveaux (BEL) – Matsumoto (JPN) – Scheffer (BRA) – Aubock (SUI) – Pan (CHN) – Graham (AUS) – De Tullio (ITA) – Hwang (KOR) – Miroslaw (GER) – Djakovic (SUI)

1500 stile libero donne 

Altra gara molto attesa per l’Italia con Simona Quadarella. L’atleta romana conquista il secondo tempo di qualificazione in un convincente 15’55”05 che la mette in lotta per una medaglia nella finale di domani. Dominio dell’americana Katie Ledecky in 15’41”22. Terzo tempo per l’australiana Lani Pallister in 15’58”11.

Finale: Ledecky (USA) – Quadarella (ITA) – Pallister (AUS) – Li (CHN) – Gose (GER) – Kirpichnikova (FRA) – Grimes (USA) – Pimentel (BRA)

Foto: Fabio Cetti | Corsia4