Dopo la pioggia di medaglie del day 2, l’Italia torna in acqua per il terzo giorno di finali dei XIX Giochi del Mediterraneo.

In diretta dall’Ora Olympic Swimming Pool vediamo com’è andata.

400 SL UOMINI

Dopo una prima parte di gara molto combattuta, il greco Markos prende il largo e si invola verso al vittoria con 3.48.72. Seconda piazza per il francese Bouchaut e bronzo per Luca De Tullio, che ha lottato anche per la testa della gara ma che alla fine ha dovuto cedere (3.50.11). Ottavo Alessio Proietti Colonna, 3.56.12. 


50 DO DONNE

Nonostante un arrivo imperfetto, lo sprint vincente è della serba Stanisavljevic (28.59), che batte la greca Ntountounaki (28.68) e la portoghese Amado Gomes. Fuori da podio le italiane: quinta Carlotta Zofkova (29.06), sesta Anita Gastaldi (29.17).

50 DO UOMINI

Una lunghissima apnea permette a Lorenzo Mora di essere in vantaggio nella prima parte di gara, ma nel nuotato risale a centro vasca Simone Stefanì, che al tocco risulta il migliore e vince in 25.00, portando così il primo oro di giornata all’Italia. Al secondo posto si piazza lo spagnolo Segura Gutierrez, bronzo per Mora in 25.17.


100 SL DONNE

La cipriota Kalia Antoniou brucia nel finale la slovena Segel e vince con il nuovo record della manifestazione, 54.36. bronzo per l’altra slovena, Klancar, sesta Sofia Morini, 55.56.

Caso Cina-doping: cosa dicono Istituzioni, Atleti, WADA

Le reazioni al caso Cina-Doping Del caso che ha sconvolto il nuoto abbiamo parlato qui, cercando di dare un punto di vista più obiettivo possibile su un tema che avrebbe bisogno di spazio quotidiano anche solo per essere spiegato bene. Inevitabilmente, vista la...

McKeown protagonista a Gold Coast, il Recap dei Campionati Australiani

Messaggi importanti in arrivo dalla terra dei canguri! In Australia infatti sono andati in scena i rispettivi Campionati nazionali, direttamente da Gold Coast dal 17 al 20 aprile. Non era un evento di qualificazione olimpica - i Trials Aussie saranno a giugno - ma le...

Caso Cina-doping: innocenti e colpevoli

Un pò di chiarezza nel caso che ha sconvolto il nuoto. Nel quale, spoiler, nessuno ci fa una bella figura.Partiamo dai fatti Un’inchiesta del New York Times e del network tedesco ARD rivela che ventitré nuotatori cinesi sono stati trovati positivi alla trimetazidina...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 100 farfalla

I 100 farfalla sono tra le pochissime specialità Olimpiche introdotte nel programma prima al femminile - Melbourne 1956 - che al maschile a Città del Messico 1968. Come risultato abbiamo 31 campioni olimpici, 14 uomini e 17 donne, distribuiti su 10 Nazioni, con gli...

Madeira 2024 | La Nazionale azzurra per gli Europei di nuoto paralimpico

Dopo le edizioni del 2016 e del 2021 l'isola di Madeira, torna protagonista ospitando la VII edizione dei Campionati Europei Open 2024. Solo una manciata di giorni dividono i 32 azzurri dall' Europeo che si terrà presso il Complexo de Piscinas Olimpicas do Funchal dal...

Fatti di nuoto Weekly: lo Spirito Olimpico

A 100 giorni esatti dai Giochi di Parigi, Fatti di nuoto weekly va alla ricerca dello spirito Olimpico, quell’impalpabile essenza che ci fa sentire sempre più vicini alle due settimane più belle per ogni sportivo che si rispetti. Pronti?Ancora abusi nel nuoto Prima...

200 MI UOMINI

Nelle prime tre frazioni l’algerino padrone di casa Jaouad Syoud transita in prima posizione, ma a stile il greco Vazaios lo recupera, giungendo al traguardo apparentemente con più spinta. Il tabellone però non mente: è oro ex-aequo in 1.58.83. Pier Andrea Matteazzi effettua un recupero nella seconda parte di gara che lo porta al bronzo con 4 centesimi sul quarto posto, in 2.0024. Settimo Giovanni Sorriso in 2.03.33.


1500 SL UOMINI

Con una scelta di programma discutibile, si rinnova il duello tra il greco Markos e il francese Bouchaut, con il vincitore dei 400 che cerca la doppietta ma che deve desistere a causa del finale migliore del suo rivale. Oro quindi per la Francia in 15.10.11, argento Grecia in 15.11.47, bronzo per il turco Kilayuz e quarto posto per Luca De Tullio, 15.16.31.  Sesto posto per Fabio Dalu, 15.28.41.

4×200 SL DONNE

L’Italia parte in Corsia 4 ma nella prima frazione è la Slovenia a passare in testa, con un vantaggio di 1.17 proprio sulle azzurre. Nella seconda frazione il vantaggio sloveno si assottiglia fino al sorpasso dell’Italia, che cambia con 35 centesimi sulla Francia. Torna al comando la Slovenia dopo la terza frazione, l’Italia cambia con un ritardo di 1.16 e le ultime speranze affidate ad Alice Mizzau.

Il distacco dalla Pintar si riduce ma la nostra Mizzau non riesce a ricucirlo completamente, e l’Italia chiude così al secondo posto dietro la Slovenia per soli 36 centesimi ma abbondantemente davanti alla Turchia.


4×100 SL UOMINI

Francia, Grecia e Spagna cambiano nell’ordine dopo la prima frazione, ma dopo la seconda è il Portogallo a comandare la gara.

L’Italia si rifà sotto nella terza frazione e sembra poter prendere il largo insieme alla Grecia, e con l’ultima frazione di Filippo Megli gli azzurri si aggiudicano l’oro in 3.15.77. Sul podio Grecia e Francia.

Foto: Fabio Cetti | Corsia4