Dura la vita per noi nuotatori: insidiose e piccole minacce si aggirano sul bordo vasca e in acqua, minando la salute della nostra pelle.

Stiamo parlando delle verruche, un vero e proprio incubo per gli avventori delle piscine.

Ma cosa sono le verruche?

Per la precisione si tratta di infezioni cutanee indotte dal Virus del Papilloma Umano: il virus penetra nella pelle, soprattutto di mani e piedi, e replicandosi la infetta. Si presentano come piccole protuberanze cutanee, semisferiche, talvolta dolenti, dalla sfumatura giallo/grigiastra con una macchia scura al centro.

Ovviamente la diagnosi di un’infezione da HPV [Human Papilloma Virus NdR] va stabilita dal dermatologo, che provvederà quindi successivamente a consigliare una terapia adeguata per la rimozione della verruca.

Cosa possiamo fare invece per prevenire ed evitare tale fastidioso problema?

Iniziamo con qualche pratico consiglio a livello di comportamento corretto da tenere nell’ambiente piscina e spogliatoio:

  • utilizzare sempre le ciabatte
  • lavare sempre teli ed accappatoi a 40°-60°
  • fare sempre la doccia prima dell’ingresso in acqua
  • utilizzare la vaschetta lava piedi poichè contiene disinfettante
  • usare negli spogliatoi un tappetino personale per evitare il contatto con il pavimento
  • prima di lasciare l’impianto farsi subito la doccia per lavare via residui dell’acqua della vasca

Fatti di nuoto weekly: danzando e polemizzando

Fatti di nuoto weekly torna alla sua versione old school, le notizie del nuoto una volta alla settimana, con calma, il mercoledì. E quale miglior argomento per riprendere se non il protagonista del primissimo numero di questa newsletter?Klete Keller Il pluri...

Coppa Comen 2021 | l’Italia vince classifica e medagliere a Belgrado

​La Coppa Comen è tornata! Dopo l’annullamento dell’edizione del 2020 e il rinvio nell’estate di quest’anno, a Belgrado il meglio del nuoto giovanile europeo si è riunito per iniziare alla grande la nuova stagione. Competizione riservata alla categoria Ragazzi, dove...

Storie di Nuoto: László Cseh, working class hero

Immaginate per un momento di avere un dono eccezionale, una dote naturale che vi rende incredibilmente bravi a nuotare. Immaginate che questa capacità sia scoperta da un allenatore estremamente lungimirante e capace, che affina la vostra tecnica in modo perfetto,...

Training Lab, La prestazione nel Nuoto in funzione del recupero attivo e passivo di varie durate

All’interno di una competizione natatoria così come di un allenamento intenso fatto di prove di sforzo massimali, l’andamento delle stesse può essere fortemente influenzato da diversi fattori. Primo fra tutti di sicuro è lo stato di forma o di affaticamento pregresso...

Storie di Nuoto: Ian Thorpe, il gigante australiano

È il nuotatore più famoso d’Australia, tutti conoscono le sue imprese. Ricordo di averlo visto nuotare ad Atene 2004 ed aver pensato cavoli il nuoto è uno sport fico, voglio farlo anche io. Kyle Chalmers, oro olimpico nei 100 stile libero a Rio 2016 Nel corso della...

World Cup 2021 #2 | A Budapest il saluto ufficiale a Laszlo Cseh

È Budapest a ospitare la seconda tappa della FINA Swimming World Cup 2021! Dopo Berlino si vola in Ungheria, dove la lotta per conquistare il primo posto nel ranking della Coppa del Mondo si accende sempre di più. Spettacolo, nuovi primati e un ultimo saluto al mitico...

È importante poi seguire alcuni consigli a livello alimentare per aiutare il nostro corpo a prevenirle e combatterle.

Per prima cosa è preferibile evitare gli zuccheri saturi, in quanto riducono la capacità del sistema immunitario di combattere i virus che causano le verruche. Al loro posto è consigliabile consumare una grande quantità di frutta e verdura, che con i loro antiossidanti formano un vero e proprio “arsenale di difesa”: soprattutto cibi ricchi di vitamina E come oli vegetali, noci, semi, verdure a foglia larga, aglio, patate dolci, riso, semi di girasole,cereali e farine integrali.

È preferibile infine mangiare cibi crudi e freschi: gli alimenti processati non sono ottimali per rinforzare le nostre difese naturali.

Va menzionata in particolare l’efficacia della curcuma, la cui sostanza farmacologicamente attiva, la curcumina appunto, grazie all’attività antiossidante rallenta la proliferazione virale e previene le recidive.

Recenti studi hanno infine sottolineato come, tra i frutti, la papaia sembra avere un ruolo particolare nel contrastare l’azione del Papilloma Virus, grazie ad alcune componenti quali acido folico, riboflavina, tiamina e vitamina B12.

Grazie a tali piccoli, ma facili, accorgimenti permettiamo al nostro organismo di essere più forte e contrastare l’attacco di questi antipatici “nemici”, vivendo ancor più serenamente il tempo trascorso in vasca.

Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4

Share and Enjoy !

Shares